Tevez risolve il derby, Juve tiene lontana la Roma

Pubblicato il 23 febbraio 2014 da redazione

ROMA. – La Juve risponde per le rime alla Roma usando lo stesso linguaggio della vittoria di misura: i bianconeri strappano il derby al solito Toro vigoroso, ma di qualità inferiore, con una prodezza nel primo tempo del suo uomo simbolo di questa stagione, Carlitos Tevez , in una giornata spezzatino caratterizzata dalle vittorie esterne di Milan e Verona, dalla frenata interna dell’Inter e che attende stasera l’impegno della Lazio e domani i due di Napoli e Fiorentina. Ma il Toro mastica amaro per un rigore negato nella ripresa e che provochera’ forti polemiche. L’argentino confeziona tre punti che lasciano a nove punti il distacco dalla Roma (che deve recuperare la gara col Parma) e ora, dopo la parentesi di Europa League dei campioni, la sfida tra le due contendenti riprendera’ con gli impegnativi confronti con al milanesi. La Juve prende saldamente in mano la partita nel primo tempo con una pressione costante che stordisce e intimidisce il Toro, da anni succube nella stracittadina da nove anni. I granata ribattono con orgoglio ma una giocata d’autore di Tevez fa la differenza e indirizza il match. Nella ripresa c’e’ una lunga fase di studio col Toro che non vuole scoprirsi e la Juve che preferisce gestire. Poi i granata ci provano con determinazione ma il bunker difensivo bianconero regge fino al giallo del fallo da rigore di Pirlo su El Kaddouri che Rizzoli non vede e che avrebbe potuto cambiare la storia della partita. Umori antitetici sulle due sponde milanesi: il Milan prosegue la marcia verso la zona Europa League, l’Inter soffre e non sfonda, specie quando gioca sotto gli occhi di Thohir. La cura Seedorf fa effetto in campionato con quattro successi in sei gare, poi frana con Napoli e perde le sfide di coppa con Udinese e Atletico. Ma i progressi sono innegabili: la Samp riesce raramente a prevalere, il Milan passa col geniale Taarabat, marocchino dai piedi buoni, poi raddoppia con Rami ma il gol andava annullato per fallo di Pazzini su Da Costa. Comunque vittoria legittima, come il pari del Cagliari in casa Inter. Samuel liscia, Juan Jesus colpisce goffamente col braccio per il rigore poi trasformato da Pinilla: sembra l’inizio della fine, ma l’Inter ci mette almeno il cuore, pareggia con Rolando poi Icardi sfiora i tre punti. Mazzarri sembra un po’ rassegnato e la costruzione di un’Inter di livello slitta nel tempo. Dopo essersi sbloccata con Sassuolo e Fiorentina, ecco un nuovo passo indietro. Nessun problema invece per il Verona che riparte col turbo dopo il ko interno col Toro (quarto nelle ultime sette gare) vincendo agevolmente in casa del Livorno in una gara a rischio incidenti per i pessimi rapporti tra le due tifoserie. Veneti sul 3-0 nel primo tempo, reazione vigorosa dei toscani che rimontano due gol. Iturbe e Toni continuano a fare reparto con risultati encomiabili. Dopo qualche passo avanti torna a frenare l’Udinese che e’ costretto a inseguire la solita Atalanta combattiva: recupera Di Natale all’ottavo sigillo stagionale con un impeccabile rigore ma la scossa la da’ l’ingresso di Nico Lopez. Il Chievo non fallisce lo scontro salvezza col Catania: un rigore di Thereau e un colpo di testa di Rigoni chiudono i giochi. In un colpo solo il Chievo scavalca etnei, Livorno e agguanta il Bologna, ma la corsa per non retrocedere è appena all’inizio. 

Ultima ora

21:39Calcio: Var anche in Francia, da prossima stagione in Ligue1

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Var fa proseliti e dall'anno prossimo, dopo Italia, Germania e Portogallo (per citare i campionati più importanti) farà il suo esordio anche nella Ligue1 francese. Lo ha deliberato oggi, la Lega calcio transalpina (Lfp) che ha dato il via libera alla sua introduzione a partire dalla prossima stagione.

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

Archivio Ultima ora