Papa: apre ai turisti i giardini di Castel Gandolfo

ROMA. – Papa Francesco apre le porte della residenza pontificia di Castel Gandolfo ai turisti. Dal primo marzo è infatti possibile visitare il Giardino Barberini che presenta bellezze naturali ma anche reperti archeologici. Le visite sono guidate e il biglietto costa 26 euro (si arriva a 42 euro se si abbina il biglietto per i Musei Vaticani) e i giardini saranno aperti al pubblico praticamente tutta la settimana, dal lunedì al sabato. Le Ville Pontificie di Castel Gandolfo sorgono in un’area di circa 55 ettari, situata nei Castelli Romani, in provincia di Roma, inclusa tra le zone extraterritoriali della Santa Sede in Italia. Sono state concesse alla Santa Sede con i Patti Lateranensi del 1929, in quanto costituiscono la residenza suburbana frequentata dai Papi fin dall’epoca di Urbano VIII, nel 17.mo secolo. Nel Giardino Barberini, quello più accessibile e anche meno conosciuto, ”si potranno ammirare scenari naturalistici ed archeologici”, riferisce Radio Vaticana ricordando che nell’area della Villa Barberini sorgeva, con affaccio sul lago di Albano, la Villa dell’Imperatore Domiziano. Il Palazzo Apostolico di Castel Gandolfo non resta più dunque di esclusivo uso del pontefice ma avrà anche una utilizzazione turistica. D’altronde Papa Francesco a Castel Gandolfo lo scorso anno c’è stato poco o niente. Se Giovanni Paolo II aveva eletto Castel Gandolfo come residenza estiva, facendo costruire anche una piscina, e Benedetto XVI aveva scelto il Palazzo sulle rive del lago per sostare i primi mesi dopo la rinuncia, Bergoglio è stato a Castel Gandolfo lo scorso anno appena tre volte: il 23 marzo quando, eletto pontefice da dieci giorni, andò a salutare il Papa emerito; il 14 luglio per l’Angelus e il 15 agosto per la Messa dedicata all’Assunta. Ma non risulta che abbia sostato per dormire. E anche per gli esercizi spirituali che partiranno dal 9 marzo, il Papa si recherà sempre nella zona dei Castelli Romani ma ad Ariccia, in una Casa per ritiri retta dai Paolini, esattamente sulla riva del lago opposta. I giardini di Castel Gandolfo sono visitabili la mattina, dal lunedì al sabato, e la prenotazione deve essere effettuata sul sito dei Musei Vaticani. 

Condividi: