Berti pronto per l’Italian Baja

CARACAS – Il prossimo fine settimana, l’Italian Baja inaugurerà come di consueto il calendario internazionale FIA e della FIM. Al via insieme alle moto, le auto e le ruote artigliate anche i camion, tutti in bagarre dal venerdì fino a domenica nel medesimo percorso che sfreccerà ancora nel suggestivo panorama di Pordenone.

Uno dei protagonisti sarà l’italo-venezuelano Michael Berti che nella scorsa stagione si è laureato vice-campione del mondo nella categoria 450 cc. Questa stagione in sella ad una HM Honda del team spagnolo Massoni Sport spera di emulare e, perché no, migliorare l’impresa del 2013. La categoría dove sarà impegnato il campione ‘caraqueño’ sarà l’unica ad avere un riconoscimento della Federazione Internazionale di Motociclismo.

L’Italian Baja, con quasi un ventennio di storia alle spalle (la prima edizione risale al 1993), prosegue la corsa verso il successo, proponendo ogni edizione importanti novità. Nel 2001 c’è stata una tappa memorabile per il settore quad, per la prima volta al via (le moto fecero la loro prima comparsa già nel 1998), mentre il 2012 consacra la partecipazione delle ruote artigliate (sia moto che quad) che lotteranno per un titolo con validità mondiale: FIM Bajas World Cup, questa l’esatta denominazione della Coppa del Mondo Baja promossa dalla Federazione Motociclistica Internazionale nella quale rientra l’appuntamento italiano.

In questa occasione Michael Berti metterà da parte le sue responsabilità come membro del team tecnico che accompagna le giovani promesse venezuelane nel Campionato Mondiale di Moto ed il FIM CEV di Moto 3, per dedicarsi alla prova italiana. Il percorso cronometrato comprenderà i Comuni di Zoppola, San Giorgio della Richinvelda, San Martino al Tagliamento, Valvasone, Spilimbergo, San Vito al Tagliamento (la stessa dell’anno scorso).

“Quest’anno la Coppa del Mondo della Fim avrà un’unica clase, quella dei 450 cc – spiega il pilota italo-venezuelano – e perciò ci sia più competitività, proprio è quello che noi piloti speriamo di trovare in ogni gara. Correrò nuevamente con il team Massoni Sport e le moto HM Honda. Con l’esperienza acquisita l’anno scorso, durante questa stagione saremo molto più preparati. Anche se sappiamo che non sarà facile bissare la prestazione dell’anno scorso, ce la metteremo tutta per essere nel gruppo dei leader”.

Il pilota caraqueño l’anno scorso ha ottenuto il vice-campionato  della 450 cc con 86 punti alle spalle dell’italiano Alessandro Ruoso, separati da una sola lunghezza. Il campione di origini italiane ha anche vinto una delle tappe del calendario 2013, ha tagliato per primo il traguardo nella gara disputata in Portogallo lasciando alle spalle il russo Dmitriy Agoshkov e la tedesca Andrea Mayer.

La tappa italiana sarà quella che alzerà il sipario della stagione 2014, poi il tour proseguirà fino al mese di settembre attraverso la Spagna, Ungheria, Polonia, Portogallo e Marocco.

 Fioravante De Simone

Condividi: