Da lunedí in Venezuela tre mercati cambiari

CARACAS – Novitá, sul fronte del controllo dei cambi. Dopo Cadivi e  Sicad che fino ad oggi hanno dominato il mercato della valuta estera, il primo con il dollaro a 6 bolívares e 30 centesimi solo per le importazioni indispensabili, ed il secondo piú recente con il dollaro a 11 bolivares e 80 centesimi per tutte le altre, ecco l’annuncio di un Sicad 2, in cui sará l’offerta e la domanda a determinarne il costo.

Cosí, mentre nel week-end sono attese nuove manifestazioni di protesta, convocate in tutte le cittá del Paese, i tecnici dei ministeri dell’economia lavorano per limare gli ultimi dettagli sul Sicad 2 che dovrebbe entrare in vigore giá lunedí e permettere l’accesso a tutti gli attori economici, dal singolo cittadino alle aziende

Il Vicepresidente esecutivo nell’area economica, il ministro Rafael Ramírez, nel rendere noto la creazione del nuovo mercato non ha offerto dettagli. Ha comunque informato che non vi sará un tetto al costo della valuta straniera, che il mercato sará aperto a tutti gli operatori economici che vorranno vendere o acquistare, che sará un mercato aperto tutti i giorni e, soprattutto, ha assicurato che il Sicad 2, come é stato battezzato, permetterá finalmente la stabilitá del mercato cambiario.

Gli esperti nella materia sono cauti nel dare giudizi e attendono le reazioni del mercato prima di rendere nota una loro valutazione.

 

Condividi: