Cile: insediamento Bachelet, Biden e Maduro tra invitati

SANTIAGO DEL CILE. – In attesa dell’ insediamento domani a Valparaiso per il suo secondo mandato alla guida del Cile, Michelle Bachelet si è incontrata oggi a Santiago con il vicepresidente americano Joe Biden, tra gli invitati vip alla cerimonia insieme, tra gli altri, al presidente venezuelano, Nicolás Maduro. Sia Santiago sia Valparaiso – 120 km dalla capitale, dove è in programma l’insediamento – sono blindate in attesa dell’arrivo nelle prossime ore di 350 personalità, tra le quali una ventina di capi di stato. I riflettori rimangono comunque puntati proprio su Biden e Maduro: sarà infatti la prima volta che il numero 2 dell’ amministrazione Usa e il presidente chavista avranno l’opportunità di salutarsi dopo l’ondata di proteste che da un mese scuote il Venezuela. E d’altro lato fonti americane confermano che proprio il complesso dossier venezuelano è il “tema prioritario” della visita di Biden, il quale oggi ha avuto un colloquio con la Bachelet, tra forti misure di sicurezza. In attesa d’incontrarsi a Valparaiso, dove nella sede del Senato è in programma l’insediamento della Bachelet, Biden e Maduro si sono lanciati frecciate tramite la stampa. In un’intervista uscita ieri sul quotidiano cileno El Mercurio, il vicepresidente Usa ha definito “allarmante” la situazione venezuelana, chiedendo a Maduro di “rispettare i diritti universali, compresa la libertà di espressione e di riunione”. Tramite il vicepresidente Jorge Arreaza, la risposta di Caracas non si è fatta attendere: “L’amministrazione Usa non è moralmente in grado di poter parlare del nostro Paese”, ha sottolineato Arreaza, precisando che Maduro “respinge in modo categorico” le affermazioni di Biden. L’emergenza di Caracas sarà d’altro lato esaminata mercoledì durante un incontro tra i ministri degli esteri dell’Unasur, l’Unione delle nazioni sudamericane creata anni fa proprio dallo scomparso presidente venezuelano Hugo Chávez. E d’altro lato, al termine della visita a Santiago, Maduro si recherà a Buenos Aires e a Montevideo, dove con ogni probabilità verrà accolto con manifestazioni organizzate sia dai sostenitori locali del governo bolivariano sia da simpatizzanti antichavisti. A Santiago oggi ha avuto grande impatto la notizia della morte ieri di una cilena di 47 anni raggiunta da una pallottola durante una manifestazione nella città venezuelana di Merida. L’esecutivo uscente del presidente Sebastian Piñera ha fatto sapere di aver chiesto a Caracas l’apertura di un’inchiesta per identificare i responsabili.  (Margarita Bastias/ANSA)

Condividi: