Proseguono le proteste: nuovi arresti di italo-venezuelani

CARACAS – Proseguono le proteste, represse con il pugno di ferro e a volte con un uso eccessivo della forza dalla Polizia Nazionale Bolivariana e dalla Guardia Nazionale, e proseguono purtroppo anche gli arresti di giovani italo-venezuelani. Solo la notte di giovedí scorso, sono stati fermati, durante le proteste che quotidianamente alterano la tranquillitá delle cittá in tutto il Paese, Armando Maglione, Rocio Gabriella D’Ettore e Andrea Vechionacce. I tre giovani, dopo l’arresto, sono stati condotti e trattenuti presso la sede della Polizia Bolivariana nel popolare quartiere di Catia. Il “Foro Penal Venezolano”, come accaduto giá con altri giovani connazionali, ha giá provveduto ad assegnare gli avvocati per la difesa dei tre italo-venezuelani.

L’On. Fabio Porta, deputato del Pd eletto nella circoscrizione America Meridionale, raggiunto telefonicamente dal nostro Giornale, ha informato che, appena saputo dell’arresto dell’italo-venezolano Gustavo Adolfo Paniz, dirigente di “Un Nuevo Tiempo”, avvenuto mercoledí scorso, si é subito attivato telefonando alla nostra Ambasciata e al Consolato d’Italia. Dal canto suo, il senatore Fausto Longo, anch’egli preoccupato, ha sollecitato l’intervento della ministro degli Esteri Mogherini.

– La Console Reggente, Jessica Cupellini – ha detto l’On. Porta – ci ha rassicurato che, come accaduto anche ad altri giovani connazionali, Paniz sará rilasciato in breve.

L’on. Porta, poi,  ha informato che, su suggerimento dell’Ambasciata d’Italia in Venezuela, la delegazione di parlamentari eletti nella nostra circoscrizione composta da Longo, Zin e Borghesi, che era attesa la prossima settimana ha deciso di posporre la visita in Venezuela, ora prevista per l’8 aprile.