Esame Obama per Renzi. L’Italia non può più sbagliare

Pubblicato il 25 marzo 2014 da redazione

NEW YORK. – Finora solo una battuta tra Barack Obama e Matteo Renzi, quella sui capelli ancora neri del giovane premier italiano. Ma adesso si fa sul serio. Il presidente americano sbarca a Roma e avrà finalmente modo di conoscere meglio il nuovo leader, che tanta curiosità sta suscitando a Washington e nelle principali cancellerie europee. Curiosità, ma anche grandi aspettative. Perché per la Casa Bianca – come ripetono in queste ore negli ambienti dell’amministrazione Usa – una cosa è chiara: l’Italia sul fronte delle riforme strutturali non può più sbagliare. Non può più perdere tempo. Ne va delle sorti dell’Europa e – sottolineano a Washington come a Wall Street – dell’intera economia mondiale, compresa quella americana. Per questo Obama – che ben ricorda la minaccia posta dalla crisi dei debiti sovrani nel Vecchio Continente – ha fatto sapere di non vedere l’ora di conoscere nel dettaglio gli sforzi e i provvedimenti che il governo italiano sta mettendo in campo per blindare i conti, rilanciare una crescita ancora asfittica e contrastare la drammatica disoccupazione giovanile. Ma anche garantire quella stabilità politica da sempre invocata dagli Stati Uniti, che continuano a considerare l’Italia uno strettissimo ed affidabile alleato, ma che in questi ultimi anni hanno avuto come vero e proprio punto di riferimento solo il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, che Obama incontrerà giovedì al Quirinale, prima di vedere il premier. Renzi – alla vigilia dell’incontro forse più atteso di questa sua nuova avventura – si è detto “fiero e orgoglioso” di poter mostrare i progressi compiuti dall’Italia e illustrare la “rivoluzione” avviata dal suo esecutivo. E la speranza è di ottenere dal presidente americano un pieno endorsement, una sponda che lo possa aiutare sia in chiave interna sia di fronte agli alleati europei, fiduciosi ma ancora pieni di dubbi sulla effettiva applicabilità del suo programma. Il capo della Casa Bianca – riferiscono nell’entourage del presidente Usa – chiederà quindi lumi sulle misure pro-crescita annunciate a Palazzo Chigi, sui contenuti del jobs act in salsa renziana, sulla legge elettorale che dovrebbe assicurare governi italiani più stabili e duraturi. Si confronterà anche con Napolitano, di cui – come ha più volte detto – si fida, e che agli occhi degli Usa rappresenta la continuità in quello che spesso Oltreoceano viene descritto come il caos della politica italiana. Ma sul tavolo dei colloqui romani ci sono tante altre questioni. Obama vuole discutere di Afghanistan, di Libia, di stabilità nel Mediterraneo, e chiaramente di Ucraina e di Siria. E poi il nodo spinoso della futura guida della Nato. L’Italia puntava molto sull’ex ministro degli esteri Franco Frattini, sul quale sembrava esserci una convergenza da parte dei principali alleati dell’Alleanza Atlantica. Ora però sembra prendere quota la candidatura del norvegese Jens Stoltenberg, che sarebbe appoggiato anche da Washington, oltre che da Berlino. Per l’Italia sarebbe uno smacco, ma anche in questo caso – spiegano alcuni osservatori Oltreoceano – frutto della eccessiva instabilità e incertezza che caratterizzano le vicende politiche nel nostro Paese. In una Roma blindata – ci sarà anche il segretario di Stato americano John Kerry – Obama si recherà in mattinata in Vaticano per l’incontro forse più atteso di questa sua visita in Italia: quello storico con Papa Francesco, verso cui nutre una grandissima ammirazione. In una recente intervista il presidente Usa non ha nascosto di essere rimasto folgorato dalle parole e dai gesti del Pontefice. E “lo ringrazierà per i suoi appelli alla pace e al rispetto della dignità umana”, ha fatto sapere la Casa Bianca. (Ugo Caltagirone/ANSA)

Ultima ora

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

01:07Calcio: Letta, fossi in curva fischierei Donnarumma

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Mi spiace dirlo, ma fossi in Curva a #SanSiro, stasera #Donnarumma lo fischierei". E' il tweet con cui Enrico Letta, tifoso del Milan ed ex presidente del Consiglio, interviene sulla vicenda Donnarumma. Il portiere dei rossoneri, dopo che nei giorni scorsi il suo procuratore Mino Raiola ha chiesto di annullare il contratto appena rinnovato con il club, è stato fischiato e insultato dai tifosi stasera a San Siro, prima della partita di Coppa Italia vinta sul Verona.

00:27Calcio: Premier, Manchester City vittoria con il record

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Tutto invariato al vertice della Premier League, dopo le partite del turno infrasettimanale, valide per la 17/a giornata. Vincono i due Manchester, che restano separati di 11 punti in classifica: il City leader s'impone sul campo dei gallesi dello Swansea per 4-0 (15/a vittoria di fila e record), con doppietta di David Silva, reti di De Bruyne e Aguero, in campo da titolare. E' la 15/a vittoria di fila per la squadra di Guardiola, un record per il campionato. Il City non ha faatto bottino pieno l'ultima volta il 21 agosto. Lo United si è imposto per 1-0 in casa contro il Bournemouth, grazie a un gol di Romelu Lulaku, servito da Juan Mata. al 25'. Successo anche per Antonio Conte e il Chelsea sul campo dell'Huddersfield per 3-1. Di Bakayoko, Willian e Pedrito le reti. Senza gol, infine, uno dei tanti derby di Londra, quello fra West Ham United e Arsenal.

00:16Calcio: Germania, Bayern di misura e ora a +9 sullo Schalke

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Basta un gol del polacco Robert Lewandowski, al quarto d'ora della ripresa, per regalare la vittoria al Bayern Monaco, nella 16/a giornata della Bundesliga. Opposti al Colonia, i bavaresi si sono imposti per 1-0 e adesso hanno un vantaggio di 9 punti sullo Schalke 04, che ha dovuto faticare contro l'Augusta, piegata per 3-2. Di Di Santo al 44' l'1-0, Burgstaller firma il raddoppio al 47', poi arriva la riscossa ospite: al 19' della ripresa Caiuby accorcia le distanze, Gregoritsch pareggia. A 7' dal 90' Caligiuri fa esplodere l'AufSchalke Arena, regalando 3 punti ai 'suoi'. Adesso in classifica Bayern 38 punti, Schalke 29, il Lipsia è a quota 28, dopo essere stato fermato sul pareggio in trasferta dal Wolfsburg (di Verhaegh il vantaggio dei padroni di casa, di Halstenberg il pari ospite). (ANSA).

00:05Calcio: ottavi Coppa Italia, Milan batte Verona 3-0

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Milan batte il Verona 3-0 e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia, dove troverà i 'cugini' dell'Inter, che ieri sera hanno superato ai rigori il Pordenone. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati al 22' da Suso, al 30' da Romagnoli e, nella ripresa, al 10' da Cutrone. Fischi e contestazione a Donnarumma prima dell'inizio del confronto.

Archivio Ultima ora