La giornata politica: Obama ha elogiato il nuovo corso della politica italiana

Pubblicato il 27 marzo 2014 da redazione

ROMA. – L’immagine internazionale di Matteo Renzi esce indubbiamente rafforzata dal summit romano con Barack Obama. Il presidente degli Stati Uniti ha elogiato il nuovo corso della politica italiana, tanto da incoraggiare il premier a dire che lo slogan ”yes, we can” ora vale anche per noi. Che cosa può fare di preciso l’Italia per uscire dalla crisi? Cambiare innanzitutto l’agenda economica europea, come ha detto anche il ministro Pier Carlo Padoan, orientandola su crescita ed occupazione, due elementi che sono completamente mancati all’Ue. E poi sfruttare il semestre italiano di presidenza dell’Unione per chiudere lo strategico accordo commerciale con gli Usa e migliorare l’integrazione tra le due sponde dell’Atlantico. Obama ha compiuto un’apertura di credito nei confronti di Renzi, intravedendo la possibilità di una nuova fase di rapporti che in qualche modo condizioni la linea tedesca di austerità poco gradita a Washington. Il poter parlare con una personalità che è capo del governo e allo stesso tempo del partito di maggioranza è per gli americani una novità di rilievo. Renzi non si è lasciato sfuggire l’occasione di difendere l’ orgoglio nazionale ricordando, con argomenti che per altro erano quelli di Silvio Berlusconi, che l’Italia non è la cenerentola d’Europa: ha un alto debito pubblico ma anche risparmi privati che ammontano a quattro volte tanto e un solido avanzo primario. Naturalmente l’investitura americana avrà bisogno di essere confermata dai fatti, cioè dal varo di quelle riforme strutturali e istituzionali che tutti si aspettano per poter dire che è iniziata la ripresa. Ma intanto il Rottamatore ha potuto spiegare come la sua politica sociale si ispiri a quella di Obama, il quale gli ha fornito spunti anche per il Jobs Act. Renzi ha poi tenuto duro sulla richiesta Usa di rivedere il taglio degli F35 (”verificheremo in base al nostro budget”), spuntando le possibili armi polemiche della sinistra. Adesso è atteso alla prova della tenuta in Parlamento. Per il segretario-premier è questo infatti il fronte più insidioso. Nella Direzione del Pd (che domani varerà il ticket Guerini-Serracchiani per la guida della macchina organizzativa) Renzi gode di una amplissima maggioranza. Nei gruppi parlamentari invece la minoranza interna, radunata attorno a Bersani, Letta e Cuperlo, ha numeri tali da poter mettere in difficoltà i renziani. Sul decreto lavoro, per esempio, chiede modifiche di contrasto alla precarietà che il governo non potrà ignorare. Più in generale, denuncia Forza Italia, si sta riaffacciando un ”partito anti-Italicum” il cui obiettivo è quello di rimaneggiare in modo sostanziale il testo votato dalla Camera sulla base dell’intesa Renzi-Berlusconi. Ma c’è un altro elemento della giornata da non sottovalutare. L’omelia di Papa Francesco ai circa 500 parlamentari convenuti in Vaticano per la messa del giovedì. Il Pontefice, illustrando il senso del Vangelo del giorno, ha messo in guardia contro le classi dirigenti che si allontanano dal popolo e si chiudono nelle loro lotte di potere che fatalmente fanno scivolare nella corruzione. Sepolcri imbiancati che ignorano le esigenze della gente comune che pure dovrebbero rappresentare. In molti hanno rilevato un certo parallelismo con quanto avviene nella politica occidentale, e non solo italiana, un grido di dolore che rischia di restare inascoltato. Papa Bergoglio, con la consueta franchezza, ha messo il dito nella piaga con un richiamo forte all’obbligo di cambiare registro. Del resto questo era il motivo per il quale Obama aveva programmato la sua visita a Roma: incontrare l’uomo che tocca le sue corde più profonde e che anche negli Stati Uniti è al centro dell’attenzione mediatica. Molti parlamentari sono sembrati colti alla sprovvista dalle denunce di Papa Francesco e dal fatto che al termine della messa non si sia soffermato con tutti loro (ha incontrato in sagrestia per un breve saluto solo i presidenti delle due Camere). Anche questo è un segnale dei tempi che cambiano: a tutti è richiesto di mettersi in gioco. Non ci sono più parti privilegiate, come un tempo, da una Chiesa che è solo missionaria ed apostolica. (di Pierfrancesco Frerè/Ansa)

Ultima ora

17:44Maltempo: in Veneto chiusi i passi a rischio valanghe

(ANSA) - VENEZIA, 11 DIC - Nevica ancora in Veneto solo oltre i 1400 metri di quota, e per questo motivo la società Veneto Strade ha deciso di chiudere i Passi Pordoi, Falzarego, Valparola, Giau e Fedaia, per possibili slavine durante la notte. La situazione è seguita costantemente dai tecnici di Veneto Strade e nella giornata di domani si deciderà quando riaprirli. L'indice di rischio slavine - in una scala da 1 a 5 - è al momento stimato dal centro antivalanghe di Arabba tra il grado 3 (marcato) e 4 (forte).

17:44Maltempo: forte vento nelle Marche, rami e alberi su strade

(ANSA) - ANCONA, 11 DIC - Forti raffiche di vento nelle Marche hanno tenuto impegnati i vigili del fuoco in numerosi interventi. Ad Arcevia (Ancona), lungo la Sp 48 per Montelago, un grosso albero si è abbattuto sulla sede stradale, per fortuna senza fare danni. Per rimuoverlo si è dovuto far ricorso ad una squadra di pompieri da Ancona con mezzi adeguati. Rami, alberi e tegole pericolanti sono segnalati in tutta la provincia. A Fabriano vigili del fuoco al lavoro in via Dante per la messa in sicurezza della pensilina di un distributore di carburante, con la copertura staccata dal vento. Stesso quadro in provincia di Pesaro Urbino e nell'entroterra maceratese. Per domani la Protezione civile prevede un'intensificazione dei fenomeni, con raffiche di vento fino a 60-100 km orari.

17:41Doping: Fontana, ingiusto squalificare tutti i russi

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Non ritengo giusto il fatto di squalificare tutti gli atleti, sono sicura che in molti non hanno fatto mai uso di doping". Arianna Fontana, campionessa dello short track e portabandiera azzurra ai prossimi Giochi invernali di PyeongChang 2018, commenta così il bando degli atleti russi. "Veder sfumare il sogno olimpico deve essere una sensazione bruttissima. Potranno gareggiare senza bandiera ma è un po' diverso, è una decisione dura", ha aggiunto Fontana a margine della presentazione della partnership di Coni e Cip con Toyota avvenuta a Roma.

17:40Ordigno stazione Cc, possibili legami con Torino

(ANSA) - TORINO, 11 DIC - Potrebbero esserci connessioni fra l'attentato dello scorso 7 dicembre a Roma, rivendicato dalla sigla Fai-Fri, e gruppi anarchici lottarmatisti orbitanti a Torino, dove è in corso il maxiprocesso Scripta Manent. La possibilità è al vaglio delle forze dell'ordine che si occupano del caso. Di recente ambienti anarchici hanno lanciato la campagna 'Dicembre nero', dedicata a Sebastian Oversluij, morto in Cile nel 2013, e a Alexandros Grigoropoulos, morto nel 2008. I comunicati invitano all'azione che "alimenti incendi e esplosioni contro il potere e i suoi difensori". La rivendicazione dell'attentato di Roma è a firma Fai-Fri 'Cellula Santiago Maldonado'. Il testo, a differenza di iniziative analoghe, non esprime solidarietà agli imputati del processo Scripta Manent, cosa che ha attirato l'attenzione degli investigatori. A Scripta Manent c'è invece riferimento nei comunicati di 'Dicembre nero', dove si legge che "in Italia i nostri compagni lanciano insulti ai giudici riaffermando le proprie convinzioni".

17:40Boldrini, fascismo e nazismo sono tragedie globali

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Il fascismo e il nazismo sono tragedie globali: non si tratta di cose di ragazzi, guai a essere indulgenti". Lo ha detto la Presidente della Camera, Laura Boldrini, aprendo i lavori del secondo Forum parlamentare Italia-America Latina e Caraibi.

17:40Maltempo: in Toscana prolungata allerta rossa

(ANSA) - FIRENZE, 11 DIC - E' stata prolungata fino alle 13 di domani 12 dicembre, l'allerta rossa per l'Alta Toscana per rischio idrogeologico e idraulico. Rimane arancione il livello di allerta per la Versilia e la parte dell'Ombrione pistoiese per rischio idrogeologico, vento e mareggiate. Scende invece al codice giallo la criticità per il resto della regione. Le aree dove il codice è più alto, si spiega dalla protezione civile regionale, sono Lunigiana, Apuane, Garfagnana, valle del Reno, parte inferiore del Serchio fino a Marina di Vecchiano. L'allerta è stata prolungata a seguito dell'ultimo bollettino meteo, in base al quale oggi proseguiranno le precipitazioni persistenti sui rilievi di Lunigiana, Garfagnana, Appennino pistoiese, in parte anche quello pratese e fiorentino. Le piogge, generalmente di moderata intensità, tenderanno ad intensificarsi dal pomeriggio, con possibili rovesci temporaleschi sulla Lunigiana e Garfagnana. In pianura saranno più deboli e intermittenti. Nel corso della notte le precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o localmente di temporale, tenderanno gradualmente a trasferirsi al resto della regione, attenuandosi sul nord-ovest. Dalla sera di oggi, lunedì, ci sarà anche possibilità di temporali sul nord-ovest. Nel corso della notte e la mattinata di domani possibilità di temporali sparsi sul centro-nord, dal pomeriggio su quelle meridionali. Per i venti, oggi raffiche molto forti crinali appenninici e sottovento ad essi, costa centro-meridionale, Colline Metallifere e attorno all'Amiata. Attenuazione dei venti a partire dalle prime ore di domani quando è prevista la rotazione dei venti a libeccio. Oggi ancora mare agitato sulle coste esposte al flusso meridionale e in Arcipelago. Graduale attenuazione del moto ondoso dalle prime ore di domani, martedì.(ANSA).

17:30Roma:domenica ecologia slitta a 25/2, 17/12 pedonalizzazioni

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - La sindaca di Roma Virginia Raggi ha firmato l'ordinanza per posticipare la domenica ecologica del 17 dicembre 2017 alla nuova data del 25 febbraio 2018. In aggiunta allo spostamento della data si è scelto di valutare la possibilità di pedonalizzare, nella giornata del 17 dicembre, una via in ogni Municipio al fine di creare tante isole pedonali libere dalle auto. Alcune associazioni di commercianti avevano chiesto lo slittamento visto che la domenica ecologica cadeva nel fine settimana di shopping pre-natalizio. Inoltre l'assessorato alla Sostenibilità Ambientale ha deciso di riproporre l'iniziativa di piantumazione di essenze nelle tre "domeniche ecologiche" ancora in programma (21 gennaio; 11 febbraio e 25 febbraio).

Archivio Ultima ora