E-bay: Boom offerte prime 25 auto blu, sopra 200.000 euro

ROMA – Più che auto blu sono auto grigie.  Grigio canna di fucile le Lancia Thesis, grigio sassi le Alfa 166, “silbergrau”, ovvero grigio argento, le Bmw. Berline diesel con l’aria seria di chi ha lavorato tanto. Quasi tutte hanno macinato 100.000 chilometri e qualcuna ha anche sfiorato i 200.000. Sono le prime 25 vetture del ministero dell’Interno che il Governo ha messo all’asta su e-bay giovedì sera. L’offerta on-line ha riscosso subito un grande interesse del pubblico. Lo stesso premier Matteo Renzi ne ha parlato oggi alla direzione del Pd ammettendone “la componente demagogica”, ma rivendicandone il valore “simbolico”.  Valore “simbolico” che si è riversato sui prezzi di quelle vecchie auto (tutte, tranne una, immatricolate ante 2010). Un vero e proprio boom di rilanci che hanno portato quasi subito la cifra del possibile incasso per l’erario a più di 200.000 euro. Un valore ben superiore al prezzo di mercato. Forse è stato il fascino del potere o forse quello dell’avventura (sono tutte auto del dipartimento della Pubblica Sicurezza e chissà quante cose hanno visto), ma queste auto non sono come tutte le altre. Sono diventate il simbolo del potere, dello spreco, del privilegio. Qualcosa da tagliare, da abolire. E adesso, evidentemente, da possedere. Non si può parlare di prezzo di mercato quando sono all’asta dei simboli. Qualcuno ha pagato 100 mila dollari una chitarra Fender Mustang di Kurt Cobain, peraltro rotta, anche se il suo prezzo di mercato si aggira intorno ai 1.000 euro. Per una Stratocaster distrutta da Jimi Hendrix si è arrivato a 700 mila dollari e l’elenco di queste “follie” è lunghissimo. Del resto si sa, nelle aste il prezzo non lo fa il mercato, ma il desiderio del compratore, la differenza non è irrilevante. Quest’asta di memorabilia tutta italiana, è stata monitorata fin dalle prime ore, poi vista l’onda di offerte e per assicurarne “il corretto svolgimento” alle 15.21 il Governo ha deciso di introdurre la procedura della pre-approvazione delle offerte, uno strumento messo a disposizione da e-Bay per “alcune aste di alto profilo”. In un’asta pre-approvata il venditore può selezionare chi fa le offerte. Per la selezione può utilizzare gli elenchi degli utenti, anche stranieri, che hanno già partecipato alle aste e-bay. A chi non rientra negli elenchi viene richiesto un contatto preliminare via mail a seguito del quale vengono autorizzati a partecipare all’asta. Fino alla fine dell’asta, inoltre, è possibile aggiungere o rimuovere gli offerenti, con effetto immediato. Questa procedura ha di fatto rallentato l’escalation dei rilanci e ridimensionate quelle di alcune auto messe all’incanto. La prima Alfa 166, ad esempio, aveva sfiorato i 13.050 euro di offerte e nel pomeriggio è scesa a 8.650 euro. Ma è stato un breve stop. Introdotta la pre-approvazione l’asta è continuata e intorno alle 19 il prezzo globale aveva comunque ampiamente superato i 200.000 euro. L’incanto resta aperto fino al 16 aprile. (Maria Gabriella Giannice/Ansa)

Condividi: