Anche i Pugliesi nel Mondo si attivano per il Venezuela

BARI. – L’Associazione “Bitrittesi nel Mondo”, con il patrocinio dell’assessore al Welfare-Pugliesi nel Mondo della Regione Puglia e dell’Associazione Nazionale Famiglie Emigrati, promuove l’incontro-appello “Per il Venezuela”, che si terrà sabato 5 aprile alle 18, presso l’auditorium della scuola secondaria di I grado “D. Alighieri” di Bitritto (BA). “La diffusa violenza che vive oggi il Venezuela ha avuto come protagonisti anche Italo-Venezuelani, molti dei quali si trovano ancora in carcere. È di poche ore fa la sconcertante notizia della morte di Roberto Annese, giovane Italo-Venezuelano di origine Molfettese, morto lo scorso sabato nel corso di una manifestazione a Maracaibo, in Venezuela”. Così si legge nella nota dell’Associazione.

Con un tasso di inflazione annuo che ha raggiunto il 57% e a causa dei violenti scontri tra manifestanti pro e contro il governo, il Venezuela è nel caos totale. Da febbraio ad oggi, il bilancio delle proteste è assai pesante: 38 morti, quasi 500 feriti e più di 1.850 arresti e fermi. La mancanza di riserve di beni di prima necessità sta mettendo in ginocchio il Paese. Secondo l’Ambasciata d’Italia a Caracas, sono poco meno di duecentomila gli italiani residenti nel Paese, cui vanno aggiunti altri ottocentomila loro discendenti (considerando anche quelli di origini “miste”), o forse più. Attualmente, molti oriundi italiani (fra cui prevalgono ormai quelli di seconda e terza generazione) occupano posizioni sociali ed economiche di primaria importanza in Venezuela. Di questi, tantissimi sono di origine pugliese.

L’Associazione “Bitrittesi nel Mondo”, attiva nel territorio dal 2003, ha raccolto “la disperata richiesta di aiuto dei bitrittesi emigrati in Venezuela ed ha organizzato questo incontro-appello “Per il Venezuela””. L’invito a partecipare è stato esteso a tutte le altre associazioni dell’Albo Regionale dei “Pugliesi nel Mondo”, che hanno aderito in gran numero, per portare le testimonianze dei loro associati emigrati in Venezuela. Nel corso della serata interverranno in rappresentanza della Regione Puglia, l’Assessore al Welfare con delega ai “Pugliesi nel Mondo” Elena Gentile, il Vice Presidente del Consiglio Generale dei “Pugliesi nel Mondo” Giovanni Mariella ed il consigliere regionale Michele Monno.

Durante l’evento, esponenti della comunità Italo-Venezuelana saranno in collegamento tramite teleconferenza dal Venezuela. Con la conferenza si chiederà “a gran voce la cessazione della repressione, l’immediata fine della violazione dei diritti umani e l’apertura di un dialogo autentico in Venezuela”. “Siamo convinti – chiosa la nota – che in molti condividano l’appello disperato dei tanti cittadini Bitrittesi, dei Pugliesi e di tutti i nostri connazionali emigrati in Venezuela, che lì vivono una difficile situazione, che hanno visto le loro aziende espropriate ed il lavoro di una vita vanificato”. (aise)