Apre IoLavoro, giovani in coda a caccia di un posto

TORINO. – Con oltre seimila opportunità di lavoro si è aperta a Torino IoLavoro, la principale job fair in Italia che fino a venerdì invade gli spazi del Lingotto Fiere. Per la 16/a edizione sono presenti più di 70 aziende, i servizi per il lavoro, lo sviluppo dell’imprenditorialità e la mobilità europea, gli operatori del franchising. Più di ottomila candidati si sono già registrati sul sito www.iolavoro.org, passaggio preliminare per accedere al salone promosso dalla Regione Piemonte, finanziato dal fondo sociale europeo e organizzato dall’Agenzia Piemonte Lavoro. Sono giovani ma non solo, a caccia di un posto in uno dei tanti settori professionali rappresentati al Lingotto: si selezionano in questi giorni circa 3.600 figure tra settore turistico e ristorazione, quasi 1.700 nella grande distribuzione organizzata mentre 50 posizioni sono disponibili anche nei comparti Ict e ingegneria, tecnico e reparti produttivi. In Piemonte la prima giornata di IoLavoro coincide anche con l’esordio della Garanzia Giovani, in anticipo rispetto alle altre Regioni italiane. “I giovani tra i 15 e i 24 anni possono iscriversi al portale www.garanziagiovanipiemonte.it, la nuova piattaforma interattiva che elaborerà il profilo degli utenti per farli incontrare con l’offerta professionale delle aziende – spiega il direttore dell’Agenzia Piemonte Lavoro, Franco Chiaramonte – E’ un nuovo modello di contatto tra chi è in cerca di lavoro, i servizi per l’impiego e le imprese, più efficiente e senza mediazioni”. L’ambizione della Regione Piemonte è quella di garantire, attraverso questo strumento, a mille giovani già nel 2014 un’esperienza nel mondo del lavoro. “Ma un’anteprima si è già avuta con il progetto ‘1000 giovani per Finmeccanica, che porterà 200 posti di lavoro in Piemonte, coinvolgendo anche l’indotto del distretto aeronautico”, spiega l’assessore regionale al Lavoro, Claudia Porchietto. Al Lingotto di Torino, i cui spazi hanno accolto anche un’imponente officina meccanica, cucine e laboratori di pasticceria, si danno anche battaglia i giovani concorrenti dei Worldskills, le ‘Olimpiadi dei mestieri’, vetrina internazionale dell’artigianato che in Piemonte diventa un’occasione di orientamento per decine di classi in visita. La Regione intanto pensa al prossimo obiettivo. “Domani proporremo al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, di sperimentare in Piemonte nuovi servizi per l’impiego – conclude Porchietto – dopo aver introdotto per primi la Garanzia Giovani vogliamo applicare la formula di IoLavoro, che ha dimostrato efficacia e dinamicità, anche al sistema dei centri per l’impiego”. 

Condividi: