Moto: Rossi cerca conferme in Texas, “voglio far meglio”

AUSTIN (TEXAS). – Il sole è alto sulla pista di Austin in Texas. Nonostante questo sia un’ottima premessa per il Gp delle Americhe che si correrà domenica, le condizioni potrebbero cambiare radicalmente. Il meteo parla di sole e caldo fino a sabato, mentre per domenica, dovrebbero arrivare i temporali. Se dovesse piovere solo nella giornata di gara sarebbe un problema per tutti, anche per Marc Marquez che su questa pista, lo scorso anno, ha iniziato la sua scia vittoriosa che lo ha portato alla conquista del titolo iridato. Non solo, con due giorni di sole, i team saranno concentrati sul set up in quelle condizioni, soprattutto in vista delle qualifiche di sabato, mentre per domenica dovrebbero improvvisare, visto che non si è mai corso con la pioggia ad Austin. Insomma un rebus tecnico, che per ora i piloti non vogliono affrontare, un po’ per scaramanzia, un po’ per pragmatismo. Per il campione del mondo della Honda Marquez in questo momento il problema principale è ancora la gamba infortunata in allenamento e ancora non del tutto guarita. ”Dal Qatar – ha detto il pilota spagnolo – mi sono concentrato su come avere la mia gamba sempre più forte e il mio corpo in forma per la gara di Austin di questo fine settimana. Questa pista è una delle mie piste preferite, ho fatto una buona gara qui l’anno scorso vincendo la mia prima corsa in MotoGP. Fortunatamente la maggior parte delle curve impegnative sono a sinistra, il che aiuta perché la mia gamba infortunata è la destra e io non sono ancora al 100% della forma”. Per Valentino Rossi, invece, è il momento di avere conferme sulle sue performance e quindi prospettive. Dopo la bella gara del Qatar, bisognerà verificare di essere veloci anche su una pista non favorevole come quella americana. “La stagione è iniziata bene – ha detto il pilota della Yamaha – ma ora abbiamo bisogno di conferme. L’anno scorso ho fatto una delle peggiori gare della stagione in Texas, e quest’anno voglio vedere se possiamo essere competitivi ovunque. Ottenere un buon risultato ad Austin significherebbe molto per me e per la Yamaha. Vorrebbe dire che la direzione intrapresa è quella giusta. Cercheremo di fare del nostro meglio – sottolinea infine Rossi – per essere competitivi anche sul circuito di Austin. Mi piacerebbe divertirmi qui come ho fatto in Qatar nella gara si esordio in campionato”. 

Condividi: