Studenti americani amano l’ Italia, ma frena il caso Knox

Pubblicato il 10 aprile 2014 da redazione

ROMA. – Hanno il mito dell’Italia. Il 99,03% tra quelli che non ci sono mai stati, vorrebbe visitarla. Verrebbero a studiare nel Belpaese soprattutto per il cibo (31,04%), per la moda (15,97%) e per la possibilità di imparare la lingua (17,56%). Ma, allo stesso tempo, il “caso Amanda Knox” li scoraggia: l’84,12% è convinto che le vicende giudiziarie che hanno coinvolto la studentessa di Seattle, in alcuni casi, incidano negativamente sulla decisione di trasferirsi in Italia. E’ quanto pensano gli universitari statunitensi sul nostro paese. Secondo un sondaggio svolto dalla Fondazione Italia Usa e da Loyola University Chicago, presentato oggi a Roma, l’Italia rimane una meta ambita per i giovani statunitensi, anche se, osserva il presidente della Fondazione, Lucio D’Ubaldo, “dopo la nuova condanna di Amanda Knox è aumentato il numero dei ragazzi preoccupati all’idea di venire a studiare in Italia”. Ma “il primo motivo per cui non decidono di partire – sostiene D’Ubaldo – è la crisi economica” statunitense (43,35%), europea (12,47%) o il cambio dollaro-euro (26,11%). “Praticamente dimenticato”, invece, il naufragio della Costa Concordia. Tra i circa 800 studenti intervistati, della nave affondata al largo della Toscana ne ha sentito parlare solo il 30,12% e di questi solo l’8.67% pensa che non ci si debba fidare delle crociere che fanno rotta nel Mediterraneo. Gli studenti a stelle e strisce dicono la loro anche sulla fusione tra Fiat e Crysler: il 54,76% pensa che porterà benefit economici agli Stati Uniti, il 76,12% all’Italia. Sicuramente rafforzerà le relazioni tra i due paesi (78,71%), ma il quartier generale – sono tutti convinti (96,04%) – deve trovare sede negli Stati Uniti. Il 41,87% degli studenti americani è stato almeno una volta in Italia; in generale se potessero scegliere un altro paese dove vivere, subito dopo il Regno Unito (36,44%), opterebbero per il nostro (22,77%). Solo il 27,16% però guarda film e il 18.99% ascolta musica made in Italy; le notizie che ci riguardano le leggono soprattutto su internet (68,10%). Pensano che l’Europa giochi un ruolo importante nell’economia globale (91,08%) e che l’Ue abbia un ruolo significativo (56,09%) o abbastanza importante (41,44%) nelle relazioni internazionali. L’89,24% è disposto a trasferirsi in Europa per un anno di lavoro dopo la laurea, ma solo il 69,71% sa che esiste il Parlamento europeo e solo il 34,07% conosce la Commissione europea. Sui prodotti tipici italiani sono invece preparatissimi: Milano rimane la capitale della moda (45,01%) e il miglior vino è italiano (52,11%); il 42,07% sa che il piatto tipico è la pizza, il 91,98% elegge il gelato a dessert maggiormente consumato e il 79,04% conosce la passione per il caffè espresso. Ugualmente hanno ben presenti le difficoltà che stanno le famiglie italiane: la maggior parte degli studenti (il 46,14%) crede che non siano benestanti. (Alice Fumis/ANSA)

Ultima ora

17:43Traffico rifiuti: ‘I bambini? Che muoiano’

(ANSA) - FIRENZE, 14 DIC - "Ci mancavano anche i bambini che vanno all'ospedale, che muoiano". Così uno degli indagati nell'inchiesta della Dda di Firenze per traffico illecito di rifiuti, che oggi ha portato all'arresto di sei persone, parlando dei rischi di stoccare abusivamente rifiuti pericolosi in una discarica situata vicino a una scuola. "Non mi importa nulla dei bambini che si sentono male - prosegue l'uomo senza sapere di essere intercettato -, io li scaricherei in mezzo alla strada i rifiuti".

17:30Etruria: Boschi, non ho mentito, mai pressioni

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Anche oggi ricevo attacchi dalle opposizioni sulla vicenda Banca Etruria. Confermo per filo e per segno tutto ciò che ho detto in Parlamento due anni fa. Tutto. Chi mi chiede le dimissioni perché avrei mentito in Parlamento deve dirmi in quale punto del resoconto stenografico avrei mentito. Ho incontrato più volte il presidente della Consob in varie sedi come ho incontrato altri rappresentanti istituzionali: mai e poi mai ho fatto pressioni. Mai". Così Maria Elena Boschi su facebook.

17:25Calcio: De Magistris, il Napoli va sempre sostenuto

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non mi inserisco in polemiche che non condivido ed esprimo massimo sostegno e vicinanza alla squadra. Sullo stadio noi facciamo fatti e stiamo realizzando un lavoro che sarà portato a compimento nella sua interezza prima delle Universiadi". Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha così risposto ai cronisti che gli hanno chiesto di commentare le dichiarazioni del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, il quale in una intervista a Il Mattino ha detto di non aspettare più de Magistris sulla questione stadio. Rispetto al momento che vive la squadra, il sindaco ha affermato: "Va sostenuta da tutti nei momenti belli e in quelli difficili. Siamo fra i primi in campionato e abbiamo grandi prospettive".

17:19Berlusconi, da Salvini puntiglio che sarà superato

(ANSA) - BRUXELLES, 14 DIC - "Non è una cosa che non fa trovare un accordo con la Lega e con Fratelli d'Italia, è un puntiglio che sarà presto superato". Lo ha detto Silvio Berlusconi, rispondendo alle critiche arrivate da Matteo Salvini sull'iter della legge Molteni, all'uscita dalla riunione del Ppe.

17:18Cadavere donna vegliato in casa da figlio per una settimana

(ANSA) - GENOVA, 14 DIC - Il cadavere di una anziana donna di 78 anni è stata vegliata per almeno una settimana dal figlio, malato psichiatrico, di 47 anni. Il corpo è stato trovato oggi dai medici del 118 e dai carabinieri in un'abitazione di Borgoratti, quartiere popolare di Genova. I militari non escludono alcuna ipotesi: il cadavere presenta segni sul collo compatibili con uno strozzamento anche se il medico legale Marco Salvi, intervenuto per il primo sopralluogo, avrebbe accertato la presenza di altri segni che potrebbero far pensare che la donna si possa essere ferita in seguito a una caduta. Il magistrato titolare delle indagini ha disposto l'autopsia per accertare le cause del decesso. Sul posto gli investigatori del nucleo operativo e gli esperti della sezione rilievi.

17:11Calcio: Schick ci crede, la Roma è da scudetto

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Sono venuto qui perché credo nella strada che ha intrapreso la Roma. Siamo sempre in una posizione di classifica che ci permette di pensare allo scudetto. Possiamo vincerlo già quest'anno". Nonostante i due pareggi consecutivi in trasferta con Genoa e Chievo, Patrik Schick è convinto che la i giallorossi possano puntare al titolo. Il giocatore ceco, intervistato da Sky Sport24, spera di poter dare il proprio contributo: "Sono un attaccate e penso fare gol, quando gioco voglio segnare, questo è il mio obiettivo - sottolinea -. Essere il giocatore più pagato nella storia della Roma non mi pesa, anzi è al 100% una grande motivazione per me, farò tutto il possibile per non deludere nessuno". Schick rivela poi di aver legato in particolar modo con Dzeko nello spogliatoio di Trigoria: "Edin parla molto bene la mia lingua. E penso che anche il feeling in campo vada bene. Potenzialmente forse possiamo formare la coppia di attaccanti più forte della Serie A, ma poi dobbiamo confermarlo sul campo".

17:07Droga: Gdf scopre 26 chili di cocaina a Vipiteno

(ANSA) - BOLZANO, 14 DIC - La Guardia di finanza ha bloccato alla barriera dell'autostrada del Brennero a Vipiteno un cittadino italiano di 43 anni, che stava portando in Italia 26 chili di cocaina. La Citroen Ds5, con targa tedesca, condotta dall'uomo, accompagnato da familiari, non si era fermata all'alt e i finanzieri l'hanno inseguita fino a raggiungerla nei pressi dell'area di servizio Trens Ovest. Il conducente mostrava evidenti segni di nervosismo, che facevano ritenere opportuni alcuni approfondimenti, anche con l'ausilio del cane Escort dell'unità cinofila antidroga della Guardia di Finanza di Bolzano. Infine, in un'officina meccanica, nascosti all'interno dei longheroni dell'autovettura, sono stati trovati 22 panetti per complessivamente 26 chili di cocaina, che sul mercato avrebbero potuto fruttare oltre un milione di euro. Il cittadino italiano è stato tratto in arresto.

Archivio Ultima ora