Dell’Utri fermato in Libano, era in un hotel di lusso

Pubblicato il 12 aprile 2014 da redazione

BEIRUT. – Il miglior nascondiglio è sotto il sole: Marcello Dell’Utri sembra aver preso alla lettera questo vecchio adagio – tanto caro agli 007 – per allontanarsi dalle attenzioni della giustizia italiana e riparare a Beirut. E già lunedì potrebbe svolgersi l’udienza di convalida dell’arresto necessaria per avviare la pratica di estrazione in base all’accordo esistente tra Italia e Libano. Estradizione già richiesta dal ministro della Giustizia, Andrea Orlando. E in serata l’ex senatore ha avuto un colloquio telefonico, autorizzato dalla polizia locale, col suo avvocato, Giuseppe Di Peri. In attesa dell’udienza di convalida del fermo, i due avrebbero concordato la strategia difensiva: Dell’Utri ricorrerà ad un legale libanese che si occuperà dell’udienza e delle fasi del procedimento di estradizione. Nella capitale libanese Dell’Utri è stato rintracciato e fermato dalle autorità locali attorno alla mezzanotte, quando si trovava nella sua stanza del lussuoso hotel Phoenicia. Assieme al rappresentante della polizia italiana in Libano, gli agenti del dipartimento d’intelligence della polizia locale lo hanno rintracciato con facilità e in poco tempo da quando erano state messe in allarme da Roma: secondo fonti libanesi vicine alla vicenda, Dell’Utri era ospitato al Phoenicia col suo vero nome e col passaporto italiano. Agli inquirenti libanesi sarebbe bastato leggere le liste degli ospiti dei principali alberghi di Beirut per scorgere il nome del ricercato italiano. Al momento del fermo Dell’Utri sarebbe stato trovato in possesso di alcune decine di migliaia di euro e avrebbe preferito rimanere in totale silenzio. Lo stesso silenzio che è rimasto sulla sua cattura fino a tarda mattinata, quando dall’Italia il ministro dell’interno Angelino Alfano ha annunciato che l’ex senatore si trovava in custodia in un posto di polizia libanese a Beirut. Non certo un commissariato qualsiasi, ma la super fortificata sede della Direzione generale delle forze di sicurezza interne (polizia) incastonata in una delle aree di Beirut più popolate e a poche centinaia di metri dalla tristemente nota Linea Verde, che per 15 anni durante guerra civile (1975-90) ha diviso la città. In quel mega-bunker, protetto da due ordini di barriere di cemento e da un rigido sistema di sorveglianza, ci sono gli uffici del Dipartimento di intelligence. E’ in una stanza di questa sezione che Dell’Utri ha passato tutta la giornata, assistito in parte da funzionari dell’ambasciata italiana accorsi per prestare l’assistenza consolare “come sempre avviene in questi casi”. Nella caserma Dell’Utri potrebbe rimanere almeno fino a quando – forse già lunedì – si presenterà di fronte al giudice libanese per l’udienza di convalida dell’arresto. Prima della convalida non può esserci l’estradizione. Mentre martedì ci sarà il suo processo in Cassazione a Roma. Dalla metà di marzo Dell’Utri aveva fatto perdere le sue tracce in Italia. E il 24 del mese era stato avvistato sul volo Parigi-Beirut in classe business. Nella capitale libanese, per ammissione del fratello Alberto, Dell’Utri aveva conoscenti influenti e appoggi politici locali (si parla dell’ex presidente Amin Gemayel o dell’ex premier Michel Aoun, ma nessuna conferma dagli ambienti di entrambi i leader politici cristiani). Da Beirut non si sarebbe più mosso: il 3 aprile la Dia aveva localizzato vicino alla capitale “un’utenza mobile intestata a Marcello Dell’Utri”. E, sempre secondo il fratello, l’ex senatore si trovava in Libano almeno fino all’8 aprile. Ieri, tramite il suo legale, Dell’Utri aveva affermato di trovarsi all’estero per effettuare “esami e controlli” medici dopo un recente intervento di angioplastica. Intanto, in Italia non si sono sopite le polemiche sulla vicenda Dell’Utri. Da una parte Ncd compatto difende l’operato del ministro Alfano, duramente criticato ieri da Beppe Grillo e da M5S. Ma critiche sono venute anche dalla Lega Nord: il segretario Matteo Salvini ha chiesto le dimissioni di Alfano: in Italia continuano a sbarcare migliaia di clandestini, che mangiano e telefonano a spese nostre. Chissenefrega di Dell’Utri, fermate l’invasione”. Mentre Scelta Civica chiede al governo di chiarire sulla vicenda in parlamento, Forza Italia si schiera a difesa dell’ex senatore: “Dell’Utri viene trattato come un criminale senza avere una condanna definitiva”, afferma Francesco Giro. Di “vittoria delle istituzioni” ha parlato, invece, Fiammetta Borsellino, figlia del magistrato ucciso nel ’92. (Lorenzo Trombetta/ANSA)

Ultima ora

18:32Calcio: Barzagli, rinnoverò presto con la Juve

(ANSA) - TORINO, 15 DIC - "Il rinnovo? Stiamo discutendo con la società, non ho firmato ma non c'è ansia: vedremo nelle prossime settimane o mesi". Andrea Barzagli conferma a Sky l'intenzione di proseguire con la Juventus, ma chiude la porta al ritorno in Nazionale. "Ho fatto il mio tempo, è giusto - dice il difensore bianconero - Peccato aver lasciare nel modo peggiore. Penso sia giusto ripartire con una Nazionale più giovane, abbiamo tempo per farla crescere. Speriamo sia rivoluzione, ma sensata. Nella rinascita della Juventus "ci ha messo molto del suo Allegri prosegue Barzagli - La cosa più importante è aver ricominciato a far fatica quello che alla fine ti fa vincere le partite e i campionati. Dybala è molto bravo a capire gli altri, quindi ha preso positivamente le parole di Nedved e Buffon: speriamo - conclude il difensore della Juventus - scatti qualcosa e lo faccia tornare quello di sempre".

18:22Mondiali: Rajoy, Spagna andrà in Russia e vincerà

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - La Spagna giocherà la Coppa del Mondo in Russia. "Non vedo altri scenari - ha detto il premier spagnolo, Mariano Rajoy, commentando le voci che potrebbero vedere escluse le Furie Rosse per ingerenze del Governo iberico sulle elezioni del presidente federale - sono assolutamente convinto che la Spagna andrà ai Mondiali in Russia e, inoltre, che vincerà", ha spiegato il premier aggiungendo di aver saputo che "il ministro dello Sport, Inigo Mendez de Vigo, non ha ricevuto alcun avviso dalla Fifa, solo una lettera di alcuni dirigenti della Federcalcio mondiale che chiedono di essere ascoltati", ha aggiunto Rajoy.

18:21Corea Nord: Tillerson, ‘inazione inaccettabile’

(ANSA) - NEW YORK, 15 DIC - La Corea del Nord continua a rappresentare la piu' grande minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti e del mondo. Lo ha detto il segretario di Stato americano Rex Tillerson: "L'inazione e' inaccettabile", ha detto Tillerson in Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

18:13Natale: paese-palcoscenico per Natività a Casole d’Elsa

(ANSA) - CASOLE D'ELSA (SIENA), 15 DIC - Un piccolo comune trasformato in un palcoscenico per una rappresentazione della Natività open air che coinvolgerà il paese: 350 le persone impegnate tra attori e comparse - altre 60 saranno invece 'dietro' le quinte' - e 100 gli animali impiegati tra cui cammelli, asini, pecore, galline. E' 'Praesepium', natività in forma di spettacolo, che andrà in scena, dalle 15 alle 19, del 26 e 30 dicembre e dell'1, 6 e 7 gennaio a Casole d'Elsa, nel Senese, che già dal 1998 ospitava, con cadenza biennale, un presepe vivente: 12mila i visitatori nel 2015. Promosso dall'Associazione 'CasoleEventi', la rappresentazione teatrale all'aria aperta si svolgerà per le vie del centro storico di Casole: su una superficie di 30.000 metri quadrati si svolgeranno in contemporanea 30 scene, da quelle classiche della Natività a quelle di un villaggio dell'epoca. Ci sarà cibo cucinato sul momento, compreso il pane e frutta fresca ad arricchire i banchetti. Sarà anche realizzata una 'via dei profumi'", con incensi, candele ed erbe aromatiche. Il pubblico attraverserà la rappresentazione senza dover interagire.(ANSA).

18:12Maltempo: forte mareggiata a Capri, collegamenti sospesi

(ANSA) - CAPRI (NAPOLI), 15 DIC - Sono di nuovo sospesi da oggi pomeriggio i collegamenti marittimi con l'isola di Capri colpita da una forte mareggiata. Il maltempo ha portato all'interruzione totale dei collegamenti di linea con la terraferma. Questa mattina le prime interruzioni, poi nel pomeriggio il peggioramento delle condizioni meteomarine ha portato alla soppressione totale delle corse di traghetti e aliscafi.

18:08Calcio: Spalletti, Pordenone non è stato sottovalutato

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 15 DIC - "Facendo giocare tutto un reparto nuovo non li ho agevolati. La differenza l'ha fatta la mia scelta. Non è vero che i calciatori non si sono impegnati o che abbiano preso sottogamba la partita contro il Pordenone": lo dice l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti sulla partita di Coppa Italia di martedì scorso contro il Pordenone, alla vigilia di quella di campionato con l'Udinese. "Se metto Karamoh - che era dispiaciutissimo per le occasioni che non ha concretizzato - per 30 minuti in una squadra che per 8/11 è sempre la stessa, vi farà vedere le sue qualità, così come Cancelo". Spalletti spiega anche motiva la squadra nerazzurra prima delle partite: "Io riporto spesso un esempio prima delle partite: vengo dalla campagna vera, dalla natura, so quale è il comportamento di un predatore con la sua preda: non valuta mai la stazza della sua vittima, ci mette sempre la stessa forza".

17:42Etruria:Di Battista,Boschi da due anni prende per culo gente

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Banalizzare le proprie immense responsabilità politiche chiudendosi nel guscio del sessismo lo considero volgare e stucchevole. Oltretutto, questo atteggiamento rafforza le discriminazioni già presenti nel nostro Paese. Se un domani rinunciassi ad attaccare politicamente un Ministro solo perché donna mi macchierei io stesso di un atto discriminatorio. Noi attacchiamo con forza la Boschi non in quanto donna (difesa ridicola) ma in quanto Maria Elena Boschi, un politico che da due anni prende per il culo gli italiani, tutti gli italiani: uomini e donne!". Lo scrive su facebook Alessandro di Battista, deputato M5s

Archivio Ultima ora