Festival Tribeca al 13/mo anno. De Niro: è parte di NY

NEW YORK. – Al via Tribeca Film Festival 13/mo anno. Per i più superstiziosi non un bel numero ma che invece sembra portare tanta fortuna alla rassegna cinematografica voluta da Robert De Niro per rivitalizzare la zona di Lower Manhattan dopo gli attacchi alle Torri Gemelle nel 2001. Per scaramanzia o per buon auspicio per le edizioni future, quest’anno il festival ha voluto registi e attori d’eccezione che parlano da soli per i film che rappresentano. Roman Polanski con ‘Venus in Fur’, Katie Holmes con ‘Miss Meadows’, ‘5 to 7’ con Glenn Close, ‘Chef’ con Scarlett Johansson, ‘Boulevard’ con Robin Williams, solo per citarne alcuni. Il festival aprirà all’insegna della musica con un film documentario sul rap. ‘Time is Illmatic’, diretto One9, celebra il 20/mo anniversario dell’uscita dell’album di Nas ‘Illmatic’ e del suo impatto sulla cultura del rap. Lo stesso rapper si esibirà in una performance dopo la proiezione e non a caso la produzione del festival ha scelto il Beacon Theater (sala concerti) nell’upper west side per la prima del film. Chiude invece la commedia sentimentale ‘Begin Again’ diretta da John Carney con Keira Knightley. “Questo è il 13/mo anno che è sempre… sapete sono superstizioso – ha detto De Niro durante un’intervista toccando legno (in mondo anglosassone equivalente di toccare ferro, ndr) -. Duriamo da un sacco di tempo e sono felice di questo. Credo che parte del successo di questo festival sia dovuto al fatto che è diventato parte del tessuto di New York e della sua cultura. E’ qualcosa che tutti aspettano ogni anno, è fantastico”. Il festival terrà a battesimo il debutto da regista di Courteney Cox che è andata dietro la telecamera con ‘Just Before I Go’. Debutto da produttrice anche per Chelsea Clinton con il documentario ‘Of Many’. Per gli appassionati di calcio, una leggenda del calcio come Diego Armando Maradona approderà al festival con ‘Maradona ’86’, diretto da Sam Blair. Il film è un ritratto del calciatore e della sua complessa personalità. L’Italia saràpresente con due film, ‘Il capitale umano’ di Paolo Virzì con Valeria Golino, Fabrizio Bentivoglio e Luigi Lo Cascio e il corto ‘Voce Umana’ di Edoardo Ponti (figlio di Carlo Ponti e Sophia Loren) con Sophia Loren. Nomi altisonanti anche tra i giurati. Spetterà infatti, tra gli altri, a Jeff Goldblum, Whoopi Goldberg, Toni Collette, Heather Graham e Natasha Lyonne decidere quali film premiare per ogni categoria partecipante.