Algeria premia Bouteflika, leader in sedia a rotelle

Pubblicato il 17 aprile 2014 da redazione

IL CAIRO. – Tradizione, conservazione e stabilità. L’Algeria ha scelto. Elezioni presidenziali dal risultato scontato e senza grandi sorprese che hanno premiato, secondo le prime indicazioni uscite dai seggi, con un quarto mandato consecutivo il capo di Stato uscente Abdelaziz Bouteflika. A 77 anni, il vecchio presidente, piegato da una precaria condizione fisica, e che  si è recato al seggio elettorale in sedia a rotelle, continua a rimanere l’uomo forte del Paese, amato per il patriottismo, ma temuto per il pugno di ferro. Circa 23 milioni di aventi diritto sono stati chiamati a scegliere tra i sei candidati in lizza, in un voto segnato da una “modesta” affluenza secondo la coalizione degli islamisti e dei partiti di opposizione che hanno invitato al boicottaggio parlando di una “farsa” e allarmati dal pericolo di brogli. Altra versione per i partiti di governo che hanno parlato di un’alta partecipazione ai seggi. Ma al di là dei numeri, il test elettorale, malgrado lo schieramento massiccio delle forze dell’ordine, è stato contraddistinto da accesi incidenti con decine di feriti. Nessun volto nuovo dunque per l’Algeria, paralizzata da decenni da una classe politica e da una burocrazia opprimente, dove non mancano i sospetti di corruzione e lontana anni luce dalle primavere arabe. Un’occasione mancata, secondo molti osservatori, per il Paese che ancora una volta si affida all’eterno Bouteflika, potente partigiano di un regime presidenziale che ha concentrato tutti i poteri nelle sue mani riducendo quanto possibile il dissenso. Un presidente ancora forte, ma stanco come hanno mostrato oggi le tv. Sorridente, ma seduto su una sedia a rotelle, Bouteflika ha votato nel seggio di una scuola sulle alture di Algeri, accompagnato da due dei suoi fratelli e da un nipote. “E’ il simbolo di un regime in ginocchio”, “l’Algeria prosegue nella sua litania di tracolli morali e politici”, sono stati alcuni tra i commenti, poco lusinghieri, su Twitter. “Non ha bisogno della sue gambe per dirigere il Paese”, “Lo amo per il suo patriottismo”, “Altro che sedia, la sua era una poltrona presidenziale con le ruote”, hanno invece tuonato i suoi sostenitori che hanno festeggiato riempiendo il centro della capitale. Duro Ali Benflis, ex ministro della Giustizia, e principale avversario del capo di Stato uscente che ha messo in guardia contro il pericolo di brogli, minacciando proteste di piazza. Ma la piazza non ha atteso. Incidenti si sono verificati in mattinata, quando un gruppo di giovani ha assaltato i seggi nel dipartimento di Bouira per impedire il voto. La polizia è intervenuta con gas lacrimogeni provocando almeno una ottantina di feriti, la metà dei quali poliziotti. Al potere da quasi 14 anni – un record di longevità politica per il suo Paese – Bouteflika è stato ricoverato lo scorso anno per quasi tre mesi in Francia a seguito di un ictus. La sua ultima apparizione pubblica, a parte quella odierna, risale al maggio del 2012, quando tenne un discorso alludendo ad un necessario rinnovamento delle élites. (Giuseppe Maria Laudani/ANSA)

Ultima ora

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

01:07Calcio: Letta, fossi in curva fischierei Donnarumma

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Mi spiace dirlo, ma fossi in Curva a #SanSiro, stasera #Donnarumma lo fischierei". E' il tweet con cui Enrico Letta, tifoso del Milan ed ex presidente del Consiglio, interviene sulla vicenda Donnarumma. Il portiere dei rossoneri, dopo che nei giorni scorsi il suo procuratore Mino Raiola ha chiesto di annullare il contratto appena rinnovato con il club, è stato fischiato e insultato dai tifosi stasera a San Siro, prima della partita di Coppa Italia vinta sul Verona.

00:27Calcio: Premier, Manchester City vittoria con il record

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Tutto invariato al vertice della Premier League, dopo le partite del turno infrasettimanale, valide per la 17/a giornata. Vincono i due Manchester, che restano separati di 11 punti in classifica: il City leader s'impone sul campo dei gallesi dello Swansea per 4-0 (15/a vittoria di fila e record), con doppietta di David Silva, reti di De Bruyne e Aguero, in campo da titolare. E' la 15/a vittoria di fila per la squadra di Guardiola, un record per il campionato. Il City non ha faatto bottino pieno l'ultima volta il 21 agosto. Lo United si è imposto per 1-0 in casa contro il Bournemouth, grazie a un gol di Romelu Lulaku, servito da Juan Mata. al 25'. Successo anche per Antonio Conte e il Chelsea sul campo dell'Huddersfield per 3-1. Di Bakayoko, Willian e Pedrito le reti. Senza gol, infine, uno dei tanti derby di Londra, quello fra West Ham United e Arsenal.

00:16Calcio: Germania, Bayern di misura e ora a +9 sullo Schalke

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Basta un gol del polacco Robert Lewandowski, al quarto d'ora della ripresa, per regalare la vittoria al Bayern Monaco, nella 16/a giornata della Bundesliga. Opposti al Colonia, i bavaresi si sono imposti per 1-0 e adesso hanno un vantaggio di 9 punti sullo Schalke 04, che ha dovuto faticare contro l'Augusta, piegata per 3-2. Di Di Santo al 44' l'1-0, Burgstaller firma il raddoppio al 47', poi arriva la riscossa ospite: al 19' della ripresa Caiuby accorcia le distanze, Gregoritsch pareggia. A 7' dal 90' Caligiuri fa esplodere l'AufSchalke Arena, regalando 3 punti ai 'suoi'. Adesso in classifica Bayern 38 punti, Schalke 29, il Lipsia è a quota 28, dopo essere stato fermato sul pareggio in trasferta dal Wolfsburg (di Verhaegh il vantaggio dei padroni di casa, di Halstenberg il pari ospite). (ANSA).

00:05Calcio: ottavi Coppa Italia, Milan batte Verona 3-0

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Milan batte il Verona 3-0 e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia, dove troverà i 'cugini' dell'Inter, che ieri sera hanno superato ai rigori il Pordenone. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati al 22' da Suso, al 30' da Romagnoli e, nella ripresa, al 10' da Cutrone. Fischi e contestazione a Donnarumma prima dell'inizio del confronto.

Archivio Ultima ora