Tennis: Fognini perde match e staffe, addio Montecarlo

ROMA. – Fabio Fognini e Andreas Seppi salutano negli ottavi il torneo di Montecarlo. Dopo essere stato ad un passo dal successo il primo, contro Jo-Wilfried Tsonga. Senza poter fare di più il secondo, opposto a Rafa Nadal. Il francese si è imposto in tre set (5-7, 6-3, 6-0). Vittoria in scioltezza per lo spagnolo, n. 1 del mondo (6-1, 6-3). Ma Fognini ci ha messo del suo per complicare un match già non facile in partenza, con un atteggiamento nervoso che lo ha portato a battibeccare con un giudice di linea. ”Mettici la faccia, io ce la metto sempre. Troppo comodo farlo solo quando le cose vanno bene…”, lo sfogo di un nervosissimo Fognini colto dalle telecamere tv. Ed il tennista ligure ha lasciato il torneo sconfitto in campo e fischiato dal pubblico. Eppure per oltre metà partita era stato nettamente superiore a Tsonga, conquistando diverse occasioni per vincere l’incontro. Dopo aver chiuso il primo parziale alla seconda opportunità ed al quarto set point, Fognini ha continuato a mettere in difficoltà un avversario apparso alle corde. Poi ha mancato due palle break sul due pari e ben quattro sul tre pari. Proprio il settimo gioco ha cambiato direzione al match. Nel game successivo, infatti, Fognini ha perso il servizio dando il là ad un parziale disastroso di 23 punti a due in favore del francese. Poi è toccato ad Andreas Seppi. L’altoatesino doveva scalare la ‘montagna’ Nadal, già otto volte campione a Montecarlo. Impresa disperata contro il mancino spagnolo – tornato ai livelli del suo tennis migliore – che eliminando Seppi ha centrato la 300/a vittoria in carriera su terra battuta. Dopo un primo set a senso unico, il secondo è stato più combattuto, tenuto vivo dal contro-break di Seppi, che dal 4-1 ha recuperato fino al 4-3. E’ stato il massimo che lo spagnolo ha concesso all’azzurro che, dopo un’ora e 13 minuti, ha visto chiudersi il suo torneo.

Condividi: