Corea del Sud: traghetto affondato, denuncia inascoltata

Pubblicato il 21 aprile 2014 da redazione

TOKYO.- La presidente Park Geun-hye affonda il colpo contro capitano e parte dell’equipaggio del Sewol, il traghetto affondato mercoledì al largo delle coste meridionali della Corea del Sud, accusati “di atti del tutto incomprensibili e inaccettabili” e che equivalgono “all’omicidio”. La mossa, durissima, si configura come uno sforzo per rompere l’assedio a presidenza e governo, premier in testa, accusati da opinione pubblica e parenti dei dispersi di gestione approssimativa dei soccorsi quando, al termine del sesto giorno di operazioni nelle acque limacciose e mosse dell’isola di Jindo, il bollettino aggiornato segnala 87 vittime accertate, 215 persone mancanti all’appello e sempre 174 tratti in salvo. La rabbia dei familiari in attesa di notizie, soprattutto dei genitori dei circa 200 studenti della Denwon High School in gita verso Jeju, è esplosa in una conferenza stampa nella quale, tra forti tensioni, è stato intimato al governo di accelerare gli sforzi, e possibilmente chiuderli, entro giovedì sfruttando le condizioni meteo relativamente favorevoli. Park ha promesso che saranno scoperte e chiarite “tutte le irregolarità e le responsabilità” nelle operazioni a bordo della nave “sia penali sia civili”, concedendo l’ammissione di “seri problemi” alla risposta iniziale al disastro del governo. Del resto, a sei giorni dalla sciagura, tre esperti olandesi si sono uniti alle ricerche, mentre solo ora le autorità sudcoreane hanno chiesto aiuto ai progettisti giapponesi del traghetto e alla Cina per l’invio di chiatte e gru con l’impossibilità di usare la Tongyeong, unità della marina sudcoreana da 160 milioni di dollari per il recupero di enormi navi in fase sperimentale. Ad Ansan, vicino a Seul, si sono tenuti i primi funerali: dal vice preside, sopravvissuto alla tragedia e suicidatosi per non essere riuscito a “difendere” i suoi alunni, ad alcuni studenti i cui corpi sono stati recuperati subito. Sul fronte delle indagini, la polizia ha arrestato altri quattro membri dell’equipaggio (tre ufficiali e un meccanico), mentre la procura incaricata di chiarire il naufragio ha avviato le verifiche delle responsabilità penali dell’ operatore del traghetto, Chonghaejin Marine, che ha deciso di sospendere tutte le attività. A 44 persone, tra cui maggiore socio, vertici e funzionari, è stato disposto il divieto di lasciare il Paese. Nel rapporto alla partenza dal porto di Incheon, Chonghaejin Marine ha riferito alla Korea Shipping Association un totale di 450 passeggeri, 24 membri dell’equipaggio, 150 veicoli e 657 tonnellate di carico, secondo la tv Ytn. Dopo l’incidente ha cambiato i dati: 477 persone a bordo (cifra rivista più volte), carico di 1.157 tonnellate e 180 veicoli. Le ultime testimonianze raccolte dal pool investigativo hanno fornito dettagli utili alle indagini: il capitano titolare, in ferie il giorno dell’incidente e convocato ora dalla polizia per le indagini, si era lamentato molte volte con la compagnia per i lavori di ampliamento del traghetto fatti ai cantieri di Yeongam allo scopo di trasportare ulteriori 120 passeggeri. L’innalzamento di un intero piano a poppa aveva aumentato la instabilità e le oscillazioni dello scafo: circostanza riferita dalla radio pubblica Kbs e confermata dalla moglie del capitano e da un ufficiale di navigazione del Sewol. “Mio marito – ha detto la donna – non voleva essere al comando di inverno perché temeva potesse capitare un incidente”. Del capitano ‘supplente’ arrestato, Lee Jun-seok, fuggito tra i primi sulla scialuppa dei soccorsi malgrado le centinaia di passeggeri a bordo, è stato rivenuto un video pubblicitario del 2010 in cui assicurava che i traghetti erano “i più sicuri mezzi di trasporto. Basta seguire le istruzioni dell’equipaggio”. Una beffa. (Antonio Fatiguso/Ansa)

Ultima ora

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

01:07Calcio: Letta, fossi in curva fischierei Donnarumma

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Mi spiace dirlo, ma fossi in Curva a #SanSiro, stasera #Donnarumma lo fischierei". E' il tweet con cui Enrico Letta, tifoso del Milan ed ex presidente del Consiglio, interviene sulla vicenda Donnarumma. Il portiere dei rossoneri, dopo che nei giorni scorsi il suo procuratore Mino Raiola ha chiesto di annullare il contratto appena rinnovato con il club, è stato fischiato e insultato dai tifosi stasera a San Siro, prima della partita di Coppa Italia vinta sul Verona.

00:27Calcio: Premier, Manchester City vittoria con il record

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Tutto invariato al vertice della Premier League, dopo le partite del turno infrasettimanale, valide per la 17/a giornata. Vincono i due Manchester, che restano separati di 11 punti in classifica: il City leader s'impone sul campo dei gallesi dello Swansea per 4-0 (15/a vittoria di fila e record), con doppietta di David Silva, reti di De Bruyne e Aguero, in campo da titolare. E' la 15/a vittoria di fila per la squadra di Guardiola, un record per il campionato. Il City non ha faatto bottino pieno l'ultima volta il 21 agosto. Lo United si è imposto per 1-0 in casa contro il Bournemouth, grazie a un gol di Romelu Lulaku, servito da Juan Mata. al 25'. Successo anche per Antonio Conte e il Chelsea sul campo dell'Huddersfield per 3-1. Di Bakayoko, Willian e Pedrito le reti. Senza gol, infine, uno dei tanti derby di Londra, quello fra West Ham United e Arsenal.

00:16Calcio: Germania, Bayern di misura e ora a +9 sullo Schalke

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Basta un gol del polacco Robert Lewandowski, al quarto d'ora della ripresa, per regalare la vittoria al Bayern Monaco, nella 16/a giornata della Bundesliga. Opposti al Colonia, i bavaresi si sono imposti per 1-0 e adesso hanno un vantaggio di 9 punti sullo Schalke 04, che ha dovuto faticare contro l'Augusta, piegata per 3-2. Di Di Santo al 44' l'1-0, Burgstaller firma il raddoppio al 47', poi arriva la riscossa ospite: al 19' della ripresa Caiuby accorcia le distanze, Gregoritsch pareggia. A 7' dal 90' Caligiuri fa esplodere l'AufSchalke Arena, regalando 3 punti ai 'suoi'. Adesso in classifica Bayern 38 punti, Schalke 29, il Lipsia è a quota 28, dopo essere stato fermato sul pareggio in trasferta dal Wolfsburg (di Verhaegh il vantaggio dei padroni di casa, di Halstenberg il pari ospite). (ANSA).

00:05Calcio: ottavi Coppa Italia, Milan batte Verona 3-0

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Milan batte il Verona 3-0 e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia, dove troverà i 'cugini' dell'Inter, che ieri sera hanno superato ai rigori il Pordenone. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati al 22' da Suso, al 30' da Romagnoli e, nella ripresa, al 10' da Cutrone. Fischi e contestazione a Donnarumma prima dell'inizio del confronto.

22:51Calcio: incidenti al derby Belgrado, decine di feriti

(ANSA) - BELGRADO, 13 DIC - Gravi incidenti, con almeno una dozzina di feriti di cui uno in pericolo di vita, sono avvenuti a Belgrado durante il derby di campionato serbo tra le tifoserie rivali del Partizan e della Stella Rossa. Gli incidenti sarebbero stati causati da un 'invasione' dei sostenitori della Stella Rossa nella porzione di stadio occupata da quelli della squadra di casa, che non hanno esitato a reagire. La polizia, che nonostante l'ampio dispiegamento non era riuscita ad evitare il contatto, è intervenuta in forze e dopo dieci minuti, senza risparmiare le manganellate, è arrivata a separare i due gruppi e ad arrestare alcuni responsabili dei tafferugli. L'incontro si è comunque svolto regolarmente e si è concluso col punteggio di 1-1, lasciando la Stella Rossa prima in classifica prima della pausa invernale (si riprenderà a metà febbraio) con nove punti di vantaggio sul Partizan.

Archivio Ultima ora