Boldrininegli Usta tra Congresso ed eccellenze italiane

WASHINGTON  – Prima visita ufficiale della Presidente della Camera, Laura Boldrini, negli Stati Uniti ricca di incontri istituzionali, a Capitol Hill, ma anche con le eccellenze italiane, ricercatori, medici, studenti e imprenditori, dirigenti degli organismi internazionali presenti negli Stati Uniti. Sarà una tappa dal forte significato sociale, in un luogo simbolo della storia delle donne, la Triangle Shirtwaist Factory Fire Memorial, che ricorda il tragico incendio che nel 1911 distrusse un laboratorio tessile provocando la morte di 146 lavoratori, di cui 123 donne in larga parte immigranti ebree e italiane, tutte tra i 16 e i 23 anni di età. Fu il più grave incidente industriale della storia di New York che svelò lo sfruttamento e le drammatiche condizioni di lavoro di tante ragazze, anche nel cuore di Manhattan. E che ispirò secondo alcune fonti, anche la festa della donna dell’8 marzo.

Laura Boldrini atterra a Washington Dc. Il primo giorno, nella capitale americana, incontrerà i vertici istituzionali di Capitol Hill, Nancy Pelosi, leader della minoranza democratica alla House of Representatives e lo Speaker, il repubblicano John Boehner, quindi i deputati Bill Pascrell e Patrick Tiberi, esponenti di spicco dell’Italian American Congressional Delegation, una sorta di sottogruppo bipartisan che raccoglie i parlamentari con origini italiane. La giornata si conclude con una tavola rotonda sulle sfide dell’era digitale, dai diritti delle donne sul web alla lotta al cyberbullismo, nella sede dell’Ambasciata d’Italia e un pranzo a Villa Firenze offerto in suo onore dall’Ambasciatore d’Italia, Claudio Bisogniero.

Fitta l’agenda anche della seconda e ultima giornata di Boldrini a Washington: incontro con i funzionari italiani del prestigioso National Institutes of Health (Nih) e visita al laboratorio della ‘Cell processing section’, nella sede centrale del NIH, a Bethesda, in Maryland, a poche miglia da Dc. Quindi, colazione con i direttori esecutivi e i funzionari italiani delle istituzioni finanziarie internazionali, alla sede della Banca Mondiale. Infine, l’incontro con il Senatore Patrick Leahy, Presidente Pro-Tempore del Senato, di nuovo a Capitol Hill. In serata partenza per New York, dove giovedi’ il presidente Boldrini visita Ellis Island, la ‘porta’ d’ingresso per milioni di immigrati che dal 1892 al 1954 sono passati da qui prima di sbarcare negli States, spinti dalla speranza di una vita migliore. Quindi colazione, con i rappresentanti della comunità d’affari GEI (Gruppo Esponenti Italiani) e i rappresentanti della comunitá italiana, sia la sua componente ‘storica’, sia quella formata dai nuovi arrivati, ricercatori, docenti e imprenditori.

A seguire cocktail in onore della Presidente offerto dal Console Generale d’Italia a New York, Min. Plen. Natalia Quintavalle nella sede del Consolato Generale. In serata, pranzo offerto in suo onore dal Rappresentante Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite, Ambasciatore Cardi, presso la sua Residenza.

Venerdì, nell’ultimo giorno della missione, l’incontro clou con la First Lady di New York, la moglie del sindaco Bill De Blasio, Chirlane Mc Cray, in prima linea nella lotta alla povertà e per i diritti. Quindi la visita al Triangle Shirtwaist Factory Fire Memorial e a seguire un incontro con imprenditori italiani attivi nel settore delle nuove tecnologie e delle start-up.

Condividi: