Centro Italo Venezuelano di Barinas: alla ricerca dell’eccellenza!

Pubblicato il 19 maggio 2014 da redazione

BARINAS – Il Centro Italo Venezuelano di Barinas è un punto di incontro. Il luogo nel quale i tanti connazionali residenti in questa interessante realtá di “Los Llanos” hanno l’opportunità di condividere momenti piacevoli di cultura e divertimento. Javier Omar Vignola, eletto presidente del sodalizio lo scorso 22 febbraio, é aperto e gentile. Raggiunto telefonicamente dalla “Voce”, ci parla della situazione attuale del centro e dei soci.

Vignola considera molto importante rafforzare i rapporti tra sodalizio e collettivitá e restituire fiducia alla nostra comunitá di Barinas. E’ per questo che ogni attivitá, sin dall’inizio della sua gestione, é stata orientata verso questi obiettivi.

– Tutti i venerdì, organizziamo cene – ci dice -. E’ un pretesto per riunirci, stare assieme, trascorrere alcune ore parlando del piú e del meno. Ogni volta si cucina qualcosa di diverso: se questo venerdì abbiamo fatto una grigliata, il prossimo si mangia hamburger, e così via…

Di solito, si reca al club tutta la famiglia. E questo, confessa Vignola,  è stato fin dal primo momento l’obiettivo dell’esecutivo che presiede. In altre parole,  l’”Italo di Barina” – come é stato battezzato con “cariño” –  deve essere uno spazio per tutta la famiglia; un luogo in cui vi siano attivitá per adulti, giovani, e piccini.

– È il primo passo per integrare la nostra Comunità – spiega per poi sottolineare la preoccupazione per la diffusione della lingua e della cultura italiana.

– E’ questa – afferma senza indugi –  la nostra  priorità.

Per quel che riguarda l’infrastruttura del Centro, segnala:

– Due mesi fa sono iniziati i lavori di mantenimento e recupero di alcune aree. Speriamo che di riuscire a completare in un mese tutte le opere.

Le iniziative intraprese fino ad oggi hanno avuto il merito di  restituire fiducia ai soci e, soprettutto, entusiasmo.

– Per finanziare il miglioramento degli impianti – spiega -, abbiamo venduto 50 azioni a nuovi soci. Oggigiorno, si può notare un miglioramento, anche nell’ambito della sicurezza. Fortunatamente, finora non ci sono state condotte delittuose nel club.

Ma é ovvio che la microcriminalitá, che purtroppo é presente in ogni angolo del Paese, preoccupa e che, quindi, i nostri Centri e Case d’Italia pongano l’accento nella prevenzione.

In occasione della celebrazione dell’anniversario del Civ – Barinas, sono state organizzate attività sportive che sono state al centro dell’attenzione dei soci del sodalizio ed anche degli abitanti della cittá. Grande interesse hanno destato, ad esempio, il torneo interregionale di calcio (al quale sono state invitate a partecipare squadre di Guanare e Acarigua), e il campionato di nuoto.

– La partecipazione ed il supporto dei soci sono stati determinanti nel successo di ogni nostra iniziativa – prosegue -. Non é mancata, ovviamente, la vendita di piatti tipici regionali italiani e venezuelani.

E in programma, ora, la tradizionale Festa dell’Uva, da anni trascurata e dimenticata.

Grazie a questo dinamismo, il Club oggi mostra un altro volto. Ed i soci si sentono di nuovo al centro dell’interesse. E la loro partecipazione é cresciuta e continua a crescere.

Vignola afferma:

– I soci stanno prendendo coscienza dei cambiamenti, dei nostri sforzi. Ed é per questo che ci sono vicini. Si sentono a loro volta coinvolti e partecipi di ogni iniziativa.

Solitamente, giá nelle prime ore del pomeriggio i soci cominciano ad arrivare al Club, ma in realtá é solo dopo le 18 che il Centro Italo di Barinas prende vita. Tempo fa erano pochi i soci che vi si recavano. Oggi, invece, poco a poco, sono sempre di piú. C’é che chi gioca a boccette (specialità di biliardo all’italiana), e chi, invece, a briscola o a scopone e via discorrendo…

Con orgoglio e soddisfazione, Vignola aggiunge:

– Stiamo raggiungendo gli obiettivi che ci eravamo prefissi.

– Progetti per il futuro? – domandiamo.

– Abbiamo un’infrastrutture che devono essere modernizzate. Speriamo d’aver rinnovato il nostro centro al 100% in 6 mesi. C’è un “caney”, struttura coperta da palme, che cambieremo: la parte inferiore ospiterá una griglia e una sala per circa 200 persone; in quella superiore, invece, sarà un bar con una gronda verso la piscina. Anche l’osteria sarà modificata. Sará il luogo ideale per il karaoke. L’area della piscina sará anch’essa interessata da lavori ad hoc. Si investirá anche nel campo di calcio. Purtroppo la struttura non potrá ospitare squadre con 11 giocatori. Sono tanti i giovani che vogliono giocare, ma le strutture non permettono di accontentare tutti. Vedremo come fare.

Vignola ammette che «c’è tanto da fare; visto che – a suo giudizio – molti esecutivi  non hanno fatto nulla».

L’unità e il lavoro in gruppo é stato essenziale per la buona riuscita delle iniziative. E questa realtá si evidenzia quando Vignola parla dell’aiuto ricevuto.

– Il nostro trionfo é il risultato del lavoro di squadra – afferma -. A Barinas le aziende più grandi sono proprietá di italiani. Tutti hanno collaborato. Così, poco a poco, stiamo raggiungendo mete. Una delle nostre prime iniziative é stata quella di offrire uno spazio agli uffici del Vice-Consolato Onorario.

Javier Omar Vignola, in solo 2 mesi di presidenza del Centro Italo di Barinas, ha saputo destare un nuovo interesse nei nostri connazionali della cittá. Attraverso le diverse attività sportive, ricreative e familiari, ha ottenuto in poco tempo quello che per altri é stato impossibile.

La voglia di andare avanti c’é. Anche i progetti, tutti assai interessanti; progetti indispensabili per far crescere questo angolo di italianitá nel mezzo dei “Llanos” venezuelani.

Yessica Navarro

Arianna Pagano

 

Ultima ora

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

01:07Calcio: Letta, fossi in curva fischierei Donnarumma

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Mi spiace dirlo, ma fossi in Curva a #SanSiro, stasera #Donnarumma lo fischierei". E' il tweet con cui Enrico Letta, tifoso del Milan ed ex presidente del Consiglio, interviene sulla vicenda Donnarumma. Il portiere dei rossoneri, dopo che nei giorni scorsi il suo procuratore Mino Raiola ha chiesto di annullare il contratto appena rinnovato con il club, è stato fischiato e insultato dai tifosi stasera a San Siro, prima della partita di Coppa Italia vinta sul Verona.

00:27Calcio: Premier, Manchester City vittoria con il record

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Tutto invariato al vertice della Premier League, dopo le partite del turno infrasettimanale, valide per la 17/a giornata. Vincono i due Manchester, che restano separati di 11 punti in classifica: il City leader s'impone sul campo dei gallesi dello Swansea per 4-0 (15/a vittoria di fila e record), con doppietta di David Silva, reti di De Bruyne e Aguero, in campo da titolare. E' la 15/a vittoria di fila per la squadra di Guardiola, un record per il campionato. Il City non ha faatto bottino pieno l'ultima volta il 21 agosto. Lo United si è imposto per 1-0 in casa contro il Bournemouth, grazie a un gol di Romelu Lulaku, servito da Juan Mata. al 25'. Successo anche per Antonio Conte e il Chelsea sul campo dell'Huddersfield per 3-1. Di Bakayoko, Willian e Pedrito le reti. Senza gol, infine, uno dei tanti derby di Londra, quello fra West Ham United e Arsenal.

00:16Calcio: Germania, Bayern di misura e ora a +9 sullo Schalke

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Basta un gol del polacco Robert Lewandowski, al quarto d'ora della ripresa, per regalare la vittoria al Bayern Monaco, nella 16/a giornata della Bundesliga. Opposti al Colonia, i bavaresi si sono imposti per 1-0 e adesso hanno un vantaggio di 9 punti sullo Schalke 04, che ha dovuto faticare contro l'Augusta, piegata per 3-2. Di Di Santo al 44' l'1-0, Burgstaller firma il raddoppio al 47', poi arriva la riscossa ospite: al 19' della ripresa Caiuby accorcia le distanze, Gregoritsch pareggia. A 7' dal 90' Caligiuri fa esplodere l'AufSchalke Arena, regalando 3 punti ai 'suoi'. Adesso in classifica Bayern 38 punti, Schalke 29, il Lipsia è a quota 28, dopo essere stato fermato sul pareggio in trasferta dal Wolfsburg (di Verhaegh il vantaggio dei padroni di casa, di Halstenberg il pari ospite). (ANSA).

00:05Calcio: ottavi Coppa Italia, Milan batte Verona 3-0

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Milan batte il Verona 3-0 e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia, dove troverà i 'cugini' dell'Inter, che ieri sera hanno superato ai rigori il Pordenone. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati al 22' da Suso, al 30' da Romagnoli e, nella ripresa, al 10' da Cutrone. Fischi e contestazione a Donnarumma prima dell'inizio del confronto.

22:51Calcio: incidenti al derby Belgrado, decine di feriti

(ANSA) - BELGRADO, 13 DIC - Gravi incidenti, con almeno una dozzina di feriti di cui uno in pericolo di vita, sono avvenuti a Belgrado durante il derby di campionato serbo tra le tifoserie rivali del Partizan e della Stella Rossa. Gli incidenti sarebbero stati causati da un 'invasione' dei sostenitori della Stella Rossa nella porzione di stadio occupata da quelli della squadra di casa, che non hanno esitato a reagire. La polizia, che nonostante l'ampio dispiegamento non era riuscita ad evitare il contatto, è intervenuta in forze e dopo dieci minuti, senza risparmiare le manganellate, è arrivata a separare i due gruppi e ad arrestare alcuni responsabili dei tafferugli. L'incontro si è comunque svolto regolarmente e si è concluso col punteggio di 1-1, lasciando la Stella Rossa prima in classifica prima della pausa invernale (si riprenderà a metà febbraio) con nove punti di vantaggio sul Partizan.

Archivio Ultima ora