Ucraina: prove dialogo Poroshenko-Mosca, il ma blitz ad est continua

Pubblicato il 26 maggio 2014 da redazione

KIEV – Mosca e Kiev si tendono cautamente la mano dopo il trionfo del trasformista oligarca Petro Poroshenko alle presidenziali in Ucraina, ma a oriente il sangue continua a scorrere e ieri si è combattuto persino per le strade di Donetsk per il controllo dell’aeroporto di questa metropoli di circa un milione di abitanti che è anche il centro dell’omonima regione separatista, vero e proprio cuore minerario e industriale dell’Ucraina.

La patata bollente dell’est è adesso in mano a Petro Poroshenko, ormai ufficialmente presidente in pectore dopo che la commissione elettorale centrale ha annunciato la sua vittoria già al primo turno con il 54% dei voti senza neanche bisogno di ballottaggio. Nonostante nelle zone di Donetsk e Lugansk non si è votato perché i separatisti armati hanno impedito l’apertura dei seggi, l’Osce ha definito le elezioni “ampiamente conformi alle norme democratiche” e ha dichiarato che il risultato elettorale “offre al nuovo presidente la legittimità per stabilire immediatamente un dialogo con tutti i cittadini delle regioni dell’est” aprendo a un maggiore decentramento del potere.

Da parte sua il pragmatico ‘re del cioccolato’ si è subito detto disposto al dialogo con Mosca – che il governo filo-occidentale di Kiev accusa di sostenere e armare i separatisti -, ma con i ribelli sembra deciso a usare il pugno di ferro e ha già annunciato che l’operazione militare nelle regioni di Donetsk e Lugansk proseguirà per impedire che “i terroristi” – come la nuova leadership di Kiev chiama gli insorti – trasformino l’est dell’Ucraina in una nuova “Somalia”. }

Anche dalla Russia arriva intanto una timida ma importante apertura. Ieri mattina il ministro degli Esteri russo, Serghiei Lavrov, ha ribadito quanto detto nei giorni scorsi dal suo ‘capo’ Vladimir Putin: e cioè che Mosca “rispetterà la scelta del popolo ucraino”. Ma Lavrov – pur guardandosi bene dal chiamare “presidente” il miliardario filo-occidentale – ha anche dichiarato che le autorità russe sono “pronte al dialogo” con Poroshenko per “trovare delle soluzioni ai problemi che esistono in questo momento tra Russia e Ucraina”.

Fari puntati sul nuovo presidente insomma per risolvere la crisi che insanguina la repubblica ex sovietica, e ieri il segretario di Stato Usa, John Kerry, ha sottolineato che gli Stati Uniti sosterranno Poroshenko nei suoi sforzi per costruire una Ucraina “unita”. La ricerca di un compromesso tra Kiev e i separatisti dell’est appare comunque ancora molto lontana: Denis Pushilin, il leader dell’autoproclamata repubblica popolare di Donetsk, ha annunciato di essere disposto al dialogo con Poroshenko “ma solo con la partecipazione di mediatori”, poi però ha precisato che questo dialogo è possibile solo su due punti: lo scambio degli “ostaggi” e il ritiro delle truppe ucraine.

Le violenze quindi continuano. Nella notte un commando di filorussi ha assaltato l’aeroporto di Donetsk e ne ha preso in parte il controllo. La risposta delle truppe di Kiev è arrivata nel primo pomeriggio con un contrattacco sferrato aprendo il fuoco anche con tre elicotteri e due caccia, e i combattimenti si sono presto estesi anche alla stazione ferroviaria, dove almeno una persona è morta. Secondo alcuni media locali, si tratterebbe di un parcheggiatore colpito da un proiettile vagante, ma i filorussi parlano di due vittime. Gli scontri però proseguono senza sosta anche in altre zone dell’Ucraina orientale, e almeno due miliziani filorussi hanno perso la vita nei pressi di Sloviansk, la roccaforte dei separatisti dove due giorni fa è stato ucciso il fotoreporter italiano Andrea Rocchelli. A Kiev, invece, il futuro sindaco ed ex pugile Vitali Klitschko – il ‘dottor Pugno di ferro’ che è anche il principale alleato politico di Poroshenko – vuole far “gradualmente tornare la città a una vita normale” e ha annunciato che le barricate di piazza Maidan “hanno adempiuto la loro missione e devono essere smantellate”. Resta da vedere se i cosacchi, i paramilitari nazionalisti di Settore Destro e le forze di autodifesa saranno d’accordo.

 

Ultima ora

23:51Calcio: Pjaca si infortuna con la nazionale croata

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Infortunio per Marko Pjaca durante il secondo tempo dell'amichevole tra Estonia e Croazia. Il giocatore della Juventus è uscito in barella, in lacrime, a causa di un problema ad un ginocchio che, al 20', ha subito una brutta torsione. Pjaca è rimasto a terra portandosi le mani al volto, visibilmente sofferente. Ora si attende l'esito degli esami, ma sono state pessimiste le prime parole del Ct della Croazia, Ante Cacic, nel dopo partita: "L'infortunio sembra qualcosa di serio". La partita è terminata con la vittoria per 3-0 dell'Estonia.

23:35Calcio: Bonucci, in Spagna difficile ma non battuti

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Sono contento perché sta nascendo un bel gruppo con i giovani che stanno portando entusiasmo e spensieratezza, alle quali si aggiunge l'esperienza dei 'vecchi'". Leonardo Bonucci, autore del gol vittoria contro l'Olanda, vede una crescita dell'Italia ed - ai microfoni di Raiuno - afferma "tutto è utile per la crescita della squadra. Ci credevamo ed ora bisogna acquisire personalità". Il 2 settembre in Spagna l'Italia si giocherà la qualificazione al Mondiale in Russia: "Sarà difficile - afferma il difensore bianconero - ma non partiamo certo battuti". Ultima battuta sul caso Barzagli: "Ha già risposto il mister, lui si è sempre comportato da grande professionista".

23:32Calcio: Ventura “se andremo in Russia saremo sorpresa”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Stiamo cercando di esportare un'immagine e di costruirci una certa mentalità. Contava il risultato, ma la duplice posta in palio era quella e credo che l'abbiamo centrata". Così il ct dell'Italia, Gian Piero Ventura, dopo la vittoria sull'Olanda ad Amsterdam. "Sarebbe bello andare in Russia, ma ci si va solo attraverso il lavoro e un gruppo che sta nascendo. Sono convinto che lì saremo la sorpresa del Mondiale", ha aggiunto il tecnico ai microfoni Rai. "Verratti? ha fatto una partita di spessore".

23:31Calcio: l’Italia vince 2-1 in Olanda

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Successo per 2-1 dell'Italia nell'amichevole contro l'Olanda giocata ad Amsterdam. La formazione schierata dal Ct Ventura, con ben quattro esordienti (compreso il 18enne Donnarumma tra i pali), si è ben comportata, soprattutto nel primo tempo, nel quale si sono concentrate tutte le reti. L'inizio è sfortunato con l'autorete di Romagnoli al 10'. Ma appena un minuto dopo arriva il pareggio grazie al diagonale di Eder, bravo a sfruttare un errore di rinvio degli avversari. Ed al 32' Bonucci realizza il gol vittoria, ribadendo in rete una deviazione del portiere olandese su un colpo di testa di Parolo. Nella ripresa tante sostituzioni ed un paio di interventi importanti del giovane portiere del Milan che ha 'blindato' il risultato fino al fischio finale.

21:35Sisma: Sala, ghisa che ridono non degni divisa Milano

(ANSA) - MILANO, 28 MAR - "Ho visto in rete un video di pessimo gusto dei vigili milanesi di stanza nei luoghi del sisma. Ho chiesto al comandante della Polizia locale Antonio Barbato di prendere al più presto i giusti provvedimenti". Lo ha scritto sulla sua pagina Facebook il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, commentando un video girato da alcuni agenti della Polizia locale ad Amatrice, in cui ridono ed escono dalle macerie di alcune case come degli zombie. Il video è stato diffuso su alcuni siti di quotidiani online. "Non sono questi i ghisa che noi conosciamo e per questo ritengo che vederli indossare la divisa del nostro corpo di Polizia Locale sia un'offesa per tutti noi milanesi", ha concluso. (ANSA).

21:27Poletti: presidente calcio a 5 “giocate e mandate curricula”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Purtroppo devo smentire il Ministro Poletti che ha detto ai giovani che per trovare lavoro è meglio 'giocare a calcetto che inviare il proprio curriculum vitae'. Se fosse vero in Italia non esisterebbe la disoccupazione". Sulla polemica del giorno in ambito lavoro, interviene anche il presidente della Divisione Calcio a 5 della Figc-Lega Dilettanti, Andrea Montemurro. "Il calcio a 5 - dice all'Ansa - e quindi non non il 'calcetto', come lo stesso ministro Poletti lo ha erroneamente definito, è lo sport di squadra più praticato in Italia, diffusissimo tra giovani, donne e adulti, conta oltre centomila iscritti e milioni di praticanti amatoriali. Ai giovani dico: se giocate a Futsal, a 'calcetto', sono assicurati il divertimento, lo spettacolo, la grande tecnica e uno sport sano, purtroppo non anche il lavoro. Quindi - conclude il dirigente - giocate a Futsal e mandate curricula".

21:24Neonata morta in ospedale Catanzaro, indagati otto medici

(ANSA) - CATANZARO, 28 MAR - La Procura della Repubblica di Catanzaro ha emesso otto informazioni di garanzia nei confronti di altrettanti medici in servizio nel reparto di ginecologia dell'ospedale cittadino nell'ambito di un'inchiesta avviata sulla morte di una neonata. L'inchiesta della Procura é stata avviata sulla base della denuncia presentata dai genitori della neonata. I carabinieri, su delega della Procura, hanno sequestrato la salma, il cordone ombelicale, la placenta e le cartelle cliniche di madre e figlia. Domani sul corpo della neonata verrà effettuata l'autopsia. L'ipotesi di reato a carico dei sanitari è quella di omicidio colposo. L'autopsia servirà ad accertare le cause del decesso contribuendo a chiarire se la morte della neonata sia riconducibile a responsabilità del personale medico. (ANSA).

Archivio Ultima ora