Biglietti aerei al tasso di cambio del “Sicad II”

CARACAS – Una luce alla fine del tunnel. Forse. Il governo, e alcune compagnie aeree, avrebbero raggiunto un accordo per ricucire lo strappo. Lo ha annunciato l’Associazione Venezolana di Linee Aeree. Stando alla Alav, le compagnie aeree sarebbero state autorizzate a vendere dal primo luglio i biglietti ad un prezzo equivalente al tasso di cambio stabilito nel “Sicad II”, che per il momento si aggira attorno ai 49/50 bolìvares il dollaro.

Il governo, inoltre, avrebbe stabilito un cronogramma  per il pagamento del debito accumulato con le linee aeree internazionali, debito che si aggira attorno ai 4 miliardi di dollari.

Le linee aeree che, per il momento,  avrebbero accettato l’accordo sarebbero: Avianca, Lacsa-Taca, AeroMéxico, Insel Air, Tame Ecuador e Aruba Airlines.