Roland Garros: Errani fa bis contro Jankovic, è ai quarti

Pubblicato il 02 giugno 2014 da redazione

ROMA. – Per la seconda volta in 17 giorni, Sara Errani espugna la fortezza belgradese e vola ai quarti di finale del Roland Garros, al pari di Rafa Nadal, che, liquidata senza problemi la pratica degli ottavi, ha reso omaggio a re Juan Carlos, nel giorno della sua abdicazione in favore del figlio Felipe. Il 17 maggio, al Foro Italico, la 27enne romagnola, con il numero 11 prima italiana del tennis mondiale, si era imposta su Jelena Jankovic, più vecchia di lei di due anni e quattro gradini più su nel ranking, per 6-3 7-5. Oggi, l’ha superata per 7-6 (5) 6-2, in un match combattuto e appassionante di un’ora e 59′. Il primo set, durato un’ora e 20′, è stato una vera battaglia: portatasi, con una partenza a razzo, sul 4-1, Sara si è fatta rimontare e superare. Sul 6-5 per la serba, al servizio, le ha annulllato un set point ed ha strappato il break, grazie ad una sequenza smorzata-volée-passante di diritto. Una battaglia anche il tie break: in vantaggio 5-2, l’azzurra si è fatta raggiungere, prima di allungare a 7-5. Copione simile nella seconda frazione: arrivata sul 3-0, la Errani ha concesso alla ex numero 1 mondiale due game, poi più nulla. Ora, per Sara, un’avversaria sulla carta più malleabile, e già battuta un mese fa nel match di esordio a Madrid: la tedesca Andrea Petkovic, numero 27 del ranking, che ha superato per 1-6 6-2 7-5 l’olandese Kiki Bertens. Obiettivo, a questo punto, per l’azzurra, onorare il proprio rango e le credenziali parigine: la finale del 2012, in cui fu sconfitta da Maria Sharapova, e la semifinale dell’anno scorso, persa contro Serena Williams. Approdata agevolmente ai quarti anche la romena Simona Halep – con il numero 4 la meglio classificata rimasta in lizza dopo l’ eliminazione della Williams, di Li Na e di Agnieszka Radwanska – che ha battuto per 6-4 6-3 l’americana Sloane Stephens. Tra gli uomini, caduto ieri il n. 4 Federer, non ha avuto problemi il numero 1 del mondo, il mancino Nadal, che ha annientato (6-1 6-2 6-2) il serbo Dusan Lajovic, n. 83. Nei quarti sarà derby spagnolo, una replica della finale dell’anno scorso, vinta da Rafa: Nadal contro David Ferrer, n. 5, che ha superato il sudafricano Kevin Anderson per 6-3 6-3 6-7 (5) 6-1. Il 27enne maiorchino è rimasto “sorpreso” dal gesto di Juan Carlos, che ha definito “una persona formidabile, un grande rappresentante per il nostro Paese mel mondo”. “La Spagna deve ringraziarlo di tutto quello che ha fatto per il nostro Paese durante il suo regno”, ha dichiarato. “Ho avuto la fortuna di incontrarlo più volte, è sempre stato molto gentile con me, mi ha sempre messo a mio agio”, ha sottolineato Rafa, aggiungendo peraltro che il principe Felipe è “la persona perfetta per succedergli” e dicendosi “certo che sarà un ottimo re”.

Ultima ora

17:02Migranti: Ungheria, l’Italia continua a ricattarci

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - ''L'Italia ci ha ricattati e continua a farlo facendo pressione politica su di noi e sul resto dei Paesi dell'Europa centro-orientale''. Lo ha detto il portavoce del governo ungherese, Zoltan Kovacs, a Roma durante un incontro informale con alcuni media italiani, facendo riferimento alla ricollocazione dei migranti legata all'approvazione del bilancio Ue.

16:54Calcio: Juventus, rientrano primi sei nazionali

(ANSA) - TORINO, 27 MAR - Parte domani a Vinovo l''operazione Napoli' della Juventus che andrà al San Paolo per due sfide infuocate in campionato e Coppa Italia. Domani Massimiliano Allegri riavrà i primi sei dei 16 giocatori convocati nelle varie nazionali: Barzagli, che aveva lasciato il raduno azzurro sabato "per motivi personali", Pjanic, non chiamato per l'amichevole della Bosnia in Albania, Higuain, squalificato con l'Argentina, oltre a Dani Alves, Lichtsteiner e Mandzukic.

16:41Attacco Londra: il suv lanciato a 120 km all’ora sui pedoni

(ANSA) - LONDRA, 27 MAR - Lanciato a 76 miglia, circa 122 km all'ora, sui passanti: è la velocità raggiunta dal suv guidato mercoledì scorso da Khalid Masood nel suo attacco terroristico sul Westminster Bridge di Londra. Lo riporta la Bbc, sulla base dei rilevamenti della polizia britannica.

16:41Spari P.Chigi: Giangrande e Fedeli incontrano studenti

(ANSA) - PRATO, 27 MAR - Un incontro sul tema della legalità nella scuola, sull'amore e sui valori che spingono le persone a compiere gesti eroici. Come quello del maresciallo dei carabinieri Giuseppe Giangrande, che ha raccontato la sua storia a circa 140 studenti del liceo pratese "Cicognini-Rodari". Accanto a lui il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli. Il militare circa 4 anni fa rimase vittima di un attentato di uno squilibrato nel giorno dell'insediamento del governo guidato da Enrico Letta. Nel suo discorso il maresciallo ha ripercorso le tappe fondamentali della sua carriera, che sono raccolte nel libro di Roberto Riccardi "Il prezzo della fedeltà" (Mondadori), il cui ricavato delle vendite andrà in beneficenza. All'appuntamento hanno partecipato anche il comandante generale dei carabinieri Tullio Del Sette e la figlia di Giangrande, Martina, a cui il padre ha tributato una lunga e struggente lettera di ringraziamento nel suo libro.

16:38Russia: Navalni, nella sentenza nulla di vero

(ANSA) - MOSCA, 27 MAR - Alexey Navalni si è detto innocente: "Tutto ciò che è scritto" sul dispositivo della sentenza "non è vero", ha affermato, sottolineando che "l'errore principale è che sulla via Tverskaya c'erano solo 4.000 persone" e ribadendo di non aver opposto resistenza alla polizia. Il suo avvocato, Olga Mikhailova, ha dichiarato che la versione dei fatti fornita dalla polizia è completamente inventata. Secondo il giudice che ha letto la sentenza, Navalni viene condannato per aver partecipato a una manifestazione non autorizzata con 4.000 persone, per aver spronato i dimostranti a violare l'ordine pubblico e per essersi rifiutato di andare in un ufficio di polizia spintonando gli agenti.

16:30Berlusconi, prestito a Lele Mora un atto di generosità

(ANSA) - MILANO, 27 MAR - Silvio Berlusconi si è presentato in aula a Palazzo di Giustizia a Milano per il processo per bancarotta a carico dell'ex direttore del Tg4 Emilio Fede. Berlusconi, accompagnato dai suoi legali Nicolò Ghedini e Federico Cecconi e dal suo medico personale, Alberto Zangrillo, è stato ascoltato come teste circa un prestito da circa 2,8 milioni di euro a Lele Mora nel 2010. "E' stato un mio atto di generosità" ha detto il Cavaliere. Secondo l'accusa, Emilio Fede avrebbe trattenuto oltre un milione di euro dei soldi che dovevano servire a salvare la società di Mora. Berlusconi ha risposto a tutte le domande del pm. Ha chiesto di non essere nè ripreso né fotografato durante la sua breve deposizione. Inoltre prima e dopo l'esame non ha rilasciato dichiarazioni ai cronisti. (ANSA).

16:25Sessione Cio 2019, Milano candidata unica

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Milano sarà candidata unica ad ospitare la 132ma Sessione del Cio nel settembre 2019. Lo rende noto il Cio. L'assegnazione ufficiale dell'evento è in programma a Lima il 17 settembre di quest'anno. Il Comitato olimpico internazionale ora nominerà una commissione di valutazione che sarà nel capoluogo lombardo il 23 e 24 maggio prossimi.

Archivio Ultima ora