Roland Garros: Errani fa bis contro Jankovic, è ai quarti

ROMA. – Per la seconda volta in 17 giorni, Sara Errani espugna la fortezza belgradese e vola ai quarti di finale del Roland Garros, al pari di Rafa Nadal, che, liquidata senza problemi la pratica degli ottavi, ha reso omaggio a re Juan Carlos, nel giorno della sua abdicazione in favore del figlio Felipe. Il 17 maggio, al Foro Italico, la 27enne romagnola, con il numero 11 prima italiana del tennis mondiale, si era imposta su Jelena Jankovic, più vecchia di lei di due anni e quattro gradini più su nel ranking, per 6-3 7-5. Oggi, l’ha superata per 7-6 (5) 6-2, in un match combattuto e appassionante di un’ora e 59′. Il primo set, durato un’ora e 20′, è stato una vera battaglia: portatasi, con una partenza a razzo, sul 4-1, Sara si è fatta rimontare e superare. Sul 6-5 per la serba, al servizio, le ha annulllato un set point ed ha strappato il break, grazie ad una sequenza smorzata-volée-passante di diritto. Una battaglia anche il tie break: in vantaggio 5-2, l’azzurra si è fatta raggiungere, prima di allungare a 7-5. Copione simile nella seconda frazione: arrivata sul 3-0, la Errani ha concesso alla ex numero 1 mondiale due game, poi più nulla. Ora, per Sara, un’avversaria sulla carta più malleabile, e già battuta un mese fa nel match di esordio a Madrid: la tedesca Andrea Petkovic, numero 27 del ranking, che ha superato per 1-6 6-2 7-5 l’olandese Kiki Bertens. Obiettivo, a questo punto, per l’azzurra, onorare il proprio rango e le credenziali parigine: la finale del 2012, in cui fu sconfitta da Maria Sharapova, e la semifinale dell’anno scorso, persa contro Serena Williams. Approdata agevolmente ai quarti anche la romena Simona Halep – con il numero 4 la meglio classificata rimasta in lizza dopo l’ eliminazione della Williams, di Li Na e di Agnieszka Radwanska – che ha battuto per 6-4 6-3 l’americana Sloane Stephens. Tra gli uomini, caduto ieri il n. 4 Federer, non ha avuto problemi il numero 1 del mondo, il mancino Nadal, che ha annientato (6-1 6-2 6-2) il serbo Dusan Lajovic, n. 83. Nei quarti sarà derby spagnolo, una replica della finale dell’anno scorso, vinta da Rafa: Nadal contro David Ferrer, n. 5, che ha superato il sudafricano Kevin Anderson per 6-3 6-3 6-7 (5) 6-1. Il 27enne maiorchino è rimasto “sorpreso” dal gesto di Juan Carlos, che ha definito “una persona formidabile, un grande rappresentante per il nostro Paese mel mondo”. “La Spagna deve ringraziarlo di tutto quello che ha fatto per il nostro Paese durante il suo regno”, ha dichiarato. “Ho avuto la fortuna di incontrarlo più volte, è sempre stato molto gentile con me, mi ha sempre messo a mio agio”, ha sottolineato Rafa, aggiungendo peraltro che il principe Felipe è “la persona perfetta per succedergli” e dicendosi “certo che sarà un ottimo re”.

Condividi: