Venezuela: Leopoldo López resta in carcere fino al processo

CARACAS. – Il leader oppositore venezuelano Leopoldo López rimarrà nel carcere militare di Ramo Verde in attesa di essere processato per istigazione alla violenza, incendio, danni alla proprietà pubblica e associazione per delinquere. Lo ha annunciato durante la notte scorsa la giudice Adriana López, dopo una udienza che è durata oltre 16 ore e si è estesa per tre giorni. Lopez (43 anni) è stato arrestato lo scorso 18 febbraio e accusato di essere il responsabile degli scontri violenti scoppiati sei giorni prima, a margine di una manifestazione studentesca nel centro di Caracas, nei quali sono morte tre persone. Se fosse ritenuto colpevole dei delitti per i quali è stato imputato rischierebbe una pena di oltre 10 anni di prigione. Maria Corina Machado -l’ex deputata antichavista che sarà interrogata dalla Giustizia lunedì prossimo, dopo che il governo l’ha accusata di preparare un colpo di Stato e perfino l’uccisione del presidente Nicolás Maduro- ha scritto su Twitter che la decisione del magistrato riguardo a López “è una radiografia esatta dello stato della giustizia in Venezuela: arbitrarietà, censura e sottomissione al potere”.

Condividi: