Per lo spirito: la musica del barocco italiano conquista Caracas

Pubblicato il 06 giugno 2014 da redazione

CARACAS – Il 31 maggio ed il primo giugno, la chiesa San José del Ávila è stato lo spazio in cui musicisti e coristi si sono riuniti per interpretare un repertorio ricchissimo dedicato al barocco italiano in occasione della Festa della Repubblica.

I concerti sono stati organizzati dall’Ambasciata d’Italia, il Consolato Generale d’Italia, l’Istituto Italiano di Cultura di Caracas e la Fondazione Camerata di Caracas e sono stati diretti dalla bacchetta della Maestra Isabel Palacios. Quest’ultima si è dedicata nel corso della sua carriera a sviluppare il talento di gruppi artistici

Al centro della kermesse, le opere dei celebri compositori italiani legati alla città di Venezia: Claudio Monteverdi, Antonio Caldara e Antonio Vivaldi.

Sommerso nella pace e con un pubblico ipnotizzato dalla bellezza e dall’atmosfera avvolgente dell’edificio ecclesiastico, l’Exultent Caeli di Monteverdi per soli, coro ed orchestra ha dato inizio al repertorio.

In seguito, l’orchestra e la Camerata Barocca hanno interpretato il Beatus Vir, titolo in latino del Salmo 111; usato fino al Concilio Vaticano II come uno dei cinque salmi dei vespri delle solennità e delle domeniche.

Lo Stabat Mater di Antonio Caldara, oppure il “musico di violoncello veneto” come lo ha definito il frontespizio della sua Operaprima nel 1693, è una preghiera sulla Passione di Cristo che ha incantato la platea per le sue melodie dolcissime e commoventi.

Nel programma, il Credo per coro ed orchestra di Vivaldi, aperitivo al brano successivo: il magnifico ed immancabile Gloria in re Maggiore, composto da 12 pezzi. Quest’opera, scritta per orchestra, soli (soprano e contralto) e coro a quattro voci miste (soprani, alti, tenori e bassi), è il più popolare lavoro sacro di Vivaldi (anche se l’artista era conosciuto per aver musicato almeno tre Gloria) ed ha deliziato veramente gli spettatori.

Due serate indimmenticabili conclusesi con il Miserere mei, Deus di Gregorio Allegri,un’opera a cappella  basata sul salmo 51 (50) della Bibbia, composto probabilmente intorno al 1630 durante il pontificato di Urbano VIII, da eseguire a luci spente nella Cappella Sistina durante il mattutino come parte del servizio delle tenebre della Settimana Santa. In quel periodo c’erano soltanto tre coppie autorizzate fuori la Capella Sistina prima del 1770. Il quatordicenne Wolfang Amadeus Mozart è stato l’unico a riprodurlo e trascriverlo a memoria dopo ascoltarlo durante il servizio del Mercoledì Santo, in visita a Roma.

Il pubblico euforico ha acclamato, alla fine del concerto, tutti i cantanti ed i musicisti. La musica del Barocco italiano ha incantato  tutti coloro che hanno avuto la fortuna di essere presenti. (Arianna Pagano/Voce)

 

 

Ultima ora

17:44Torino: nuovo scontro su conti,revisori bocciano Consolidato

(ANSA) - TORINO, 14 DIC - Nuovo scontro tra Comune di Torino e revisori dei conti. L'organo di revisione, presieduto da Herri Fenoglio, ha espresso parere negativo al Bilancio consolidato 2016 perché - si legge nelle motivazioni - non è stato inserito il bilancio di Gtt, l'azienda del trasporto pubblico locale. Dal canto suo l'amministrazione pentastellata tira dritto e intende approvare entro l'anno il Consolidato, osservando che si tratta di un atto ricognitivo che fotografa i conti del 2016 senza alcun potere autorizzatorio. "Non approvare il consuntivo - spiega l'assessore al Bilancio Sergio Rolando - pregiudicherebbe in maniera irreparabile la corretta erogazione del servizio pubblico. Sarebbe un danno perché verrebbero bloccate le assunzioni, gli uffici e, di conseguenza, la Città, penalizzando i servizi e i cittadini". Di qui la decisione di recepire con un emendamento il parere dei revisori e, con un altro emendamento, le deduzioni degli uffici, così da proseguire con l'approvazione. (ANSA).

17:43Traffico rifiuti: ‘I bambini? Che muoiano’

(ANSA) - FIRENZE, 14 DIC - "Ci mancavano anche i bambini che vanno all'ospedale, che muoiano". Così uno degli indagati nell'inchiesta della Dda di Firenze per traffico illecito di rifiuti, che oggi ha portato all'arresto di sei persone, parlando dei rischi di stoccare abusivamente rifiuti pericolosi in una discarica situata vicino a una scuola. "Non mi importa nulla dei bambini che si sentono male - prosegue l'uomo senza sapere di essere intercettato -, io li scaricherei in mezzo alla strada i rifiuti".

17:30Etruria: Boschi, non ho mentito, mai pressioni

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Anche oggi ricevo attacchi dalle opposizioni sulla vicenda Banca Etruria. Confermo per filo e per segno tutto ciò che ho detto in Parlamento due anni fa. Tutto. Chi mi chiede le dimissioni perché avrei mentito in Parlamento deve dirmi in quale punto del resoconto stenografico avrei mentito. Ho incontrato più volte il presidente della Consob in varie sedi come ho incontrato altri rappresentanti istituzionali: mai e poi mai ho fatto pressioni. Mai". Così Maria Elena Boschi su facebook.

17:25Calcio: De Magistris, il Napoli va sempre sostenuto

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non mi inserisco in polemiche che non condivido ed esprimo massimo sostegno e vicinanza alla squadra. Sullo stadio noi facciamo fatti e stiamo realizzando un lavoro che sarà portato a compimento nella sua interezza prima delle Universiadi". Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha così risposto ai cronisti che gli hanno chiesto di commentare le dichiarazioni del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, il quale in una intervista a Il Mattino ha detto di non aspettare più de Magistris sulla questione stadio. Rispetto al momento che vive la squadra, il sindaco ha affermato: "Va sostenuta da tutti nei momenti belli e in quelli difficili. Siamo fra i primi in campionato e abbiamo grandi prospettive".

17:19Berlusconi, da Salvini puntiglio che sarà superato

(ANSA) - BRUXELLES, 14 DIC - "Non è una cosa che non fa trovare un accordo con la Lega e con Fratelli d'Italia, è un puntiglio che sarà presto superato". Lo ha detto Silvio Berlusconi, rispondendo alle critiche arrivate da Matteo Salvini sull'iter della legge Molteni, all'uscita dalla riunione del Ppe.

17:18Cadavere donna vegliato in casa da figlio per una settimana

(ANSA) - GENOVA, 14 DIC - Il cadavere di una anziana donna di 78 anni è stata vegliata per almeno una settimana dal figlio, malato psichiatrico, di 47 anni. Il corpo è stato trovato oggi dai medici del 118 e dai carabinieri in un'abitazione di Borgoratti, quartiere popolare di Genova. I militari non escludono alcuna ipotesi: il cadavere presenta segni sul collo compatibili con uno strozzamento anche se il medico legale Marco Salvi, intervenuto per il primo sopralluogo, avrebbe accertato la presenza di altri segni che potrebbero far pensare che la donna si possa essere ferita in seguito a una caduta. Il magistrato titolare delle indagini ha disposto l'autopsia per accertare le cause del decesso. Sul posto gli investigatori del nucleo operativo e gli esperti della sezione rilievi.

17:11Calcio: Schick ci crede, la Roma è da scudetto

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - "Sono venuto qui perché credo nella strada che ha intrapreso la Roma. Siamo sempre in una posizione di classifica che ci permette di pensare allo scudetto. Possiamo vincerlo già quest'anno". Nonostante i due pareggi consecutivi in trasferta con Genoa e Chievo, Patrik Schick è convinto che la i giallorossi possano puntare al titolo. Il giocatore ceco, intervistato da Sky Sport24, spera di poter dare il proprio contributo: "Sono un attaccate e penso fare gol, quando gioco voglio segnare, questo è il mio obiettivo - sottolinea -. Essere il giocatore più pagato nella storia della Roma non mi pesa, anzi è al 100% una grande motivazione per me, farò tutto il possibile per non deludere nessuno". Schick rivela poi di aver legato in particolar modo con Dzeko nello spogliatoio di Trigoria: "Edin parla molto bene la mia lingua. E penso che anche il feeling in campo vada bene. Potenzialmente forse possiamo formare la coppia di attaccanti più forte della Serie A, ma poi dobbiamo confermarlo sul campo".

Archivio Ultima ora