Novantatrè anni festeggiati con tanto cuore

CARACAS.- Il nostro Centro Italiano Venezolano ha ospitato sere fa, una simpatica manifestazione d’affetto e riconoscenza, indirizzata alla cara connazionale Elvira Santagata, che ha compiuto la magnifica età di novantatrè primavere.

A presentare la riunione, la dott.ssa Teresina Giustiniano che ha rivolto frasi gentili alla festeggiata. Tra le autorità presenti all’evento, la dott.ssa Giannina Susi, in rappresentanza del Vice Console d’Italia, dott.ssa Jessica Cupellini.

Particolari, i ringraziamenti espressi dalla Giustiniano al Sindaco di Cassano all´Ionio, il quale, premurosamente, entusiasmato dall’idea, ha inviato una “Pergamena d’Onore” alla concittadina, consegnatale, appunto, nel corso della serata.

Inutile sottolineare, con quanta emozione è stato accompagnato l’evento. Si è trattato della “cara antica vecchia Italia” che ha varcato l’Oceano non dimenticando mai il luogo dove, per esigenze di vita, ha dovuto lasciare il cuore.

Erano presenti alla riunione, i rappresenanti delle nostre Associazioni, tra le quali, quella Abruzzese e Molisana che ha contribuito con la significaiva pergamena che sarà inviata a Papa Francesco; l’Associazione del Marchigiani che ha regalato alla cara “Nonnina” una stampa riproducente l’immagine della Madonna di Loreto. E poi, le Associazioni rappresentanti i connazionali: Laziali, Toscani, Friulani, Campani e la Fondazione “Maclaus”… Ciascuno, vicino, affettuosamente, alla stupenda “festeggiata”: i Toscani con un bel mazzo di fiori,  i Laziali con un distintivo, ed il dott. Alfredo D’Ambrosio in rappresentanza di Cavenit, che ha contribuito alla realizzazione dell’evento, aiutando inoltre ad editare il libro che sarà inviato al Papa.

Cordiali inoltre, i ringraziamenti espressi alle  gentili Signore che formano parte del Comitato Dame del nostro Centro Italiano Venezuelano: Vera, Miranda, Maria, Claudia, Bianca, Lidia, Anna…

Infine, sincere le epressioni d’amicizia e simpatia, verso i familiari della nonnina Elvira, che hanno offerto un brindisi, a conclusione della emotiva cerimonia.

Nonna Elvira, è arrivata in Venezuela sulla nave “Carla C”,  il 6  marzo del 1959, insieme ai suoi tre figli Maria, Filomena e Salvatore,  “richiamata” (così si diceva una volta) da suo marito che era già da qualche anno in Venezuela. Ha iniziato a lavorare da sarta  per tirare su la familia assieme al proprio coniuge.Ha trascorso  a Caracas tutta la sua vita; qualche volta è riuscita a rientrare nel suo amato paese: Cassano all´Ionio ma è sempre ritornata.Qui, sono nati i suoi 6 nipoti e 8 pronipoti! Ha adottato con amore   il Venezuela,  sua seconda patria.

Cassano, oltre ad essere il paese dove è nata la nostra nonna, è anche uno dei  luoghi emblematici che ha scelto il Papa per portare questo prossimo  21 giugno, il suo messaggio di Pace. È stata quindi, colta l´occasione, per preparare una pergamena nella quale si chiede a Francesco una “speciale benedizione” per Venezuela inviandogli, inoltre, il libro “Mio Padre el Inmigrante” di Vicente Gerbasi, donato per l’occasione particolare, dalla Famiglia Gerbasi. (frb)

 

Condividi: