Padoan assicura Usa: riforme, salto qualità per crescere

WASHINGTON. – Il ministro dell’economia, Pier Carlo Padoan, rassicura gli Stati Uniti sulla determinazione con cui il governo Renzi sta lavorando al rafforzamento della ripresa in Italia e alla modernizzazione del Paese. “Abbiamo messo in campo una massa critica di riforme che sono in corso di attuazione e che secondo noi dovrebbero produrre un salto di qualità sul terreno della crescita”, ha detto nella prima delle tre giornate di missione negli Usa, incontrando a Washington un gruppo di investitori e il segretario al tesoro, Jacob Lew. A quest’ultimo ha anche illustrato le priorità del semestre di presidenza italiano dell’Unione europea, in cui gran parte dell’attenzione – ha confermato – sarà incentrata sui temi della crescita e dell’occupazione. Temi molto cari anche all’amministrazione Obama. Come la questione della crisi ucraina, che i due ministri finanziari hanno affrontato tra i vari argomenti in agenda. Padoan ha insistito sul fatto che il governo italiano si sta muovendo su diversi fronti: non solo le riforme strutturali, ma anche il rinnovamento delle istituzioni e la spending review per garantire che il cammino verso il risanamento dei conti pubblici non si fermi. “Le riforme istituzionali in Italia – ha affermato il ministro durante i suoi colloqui – sono fondamentali per dare certezze agli investitori. Anche la spending review – ha proseguito – consentirà di reperire risorse per il taglio delle tasse e rendere più efficiente la spesa a tutti i livelli, nazionale, regionale e locale”. In particolare, Padoan ha avuto incontri ‘one to one’ con i vertici di Tudor Investment Corporation e di Carlyle group , oltre ad una colazione di lavoro con altri rappresentanti della comunità finanziaria. Padoan ha informato i suoi interlocutori sui programmi del governo per spingere la crescita ed ha sottolineato a questo scopo l’importanza delle riforme avviate e di quelle in cantiere e gli sforzi per la loro implementazione. Tra le riforme citate, anche quella del fisco attraverso la legge delega, quella della pubblica amministrazione, il Job Act e la riforma della giustizia civile. Il Ministro ha quindi fatto riferimento all’ambizioso piano di privatizzazioni del governo che, oltre a rafforzare e rendere piu’ competitive le aziende interessate, contribuirà alla riduzione del debito pubblico. Prossima tappa della missione americana è New York, dove Padoan avrà una due giorni di incontri, a partire da quelli con esponenti di Wall Street. In programma anche una tavola rotonda al Council on Foreign Relations. (ANSA).
CAP-CU/

Condividi: