I talebani attaccano l’aeroporto di Karachi, è strage

Pubblicato il 09 giugno 2014 da redazione

ISLAMABAD. – Con una spettacolare e cruenta operazione durata quasi 12 ore che ha causato almeno 28 morti, i talebani pachistani hanno attaccato ieri sera l’aeroporto internazionale Jinnah di Karachi, sfidando apertamente le forze di sicurezza locali, ma soprattutto ponendo un pesante macigno sulla strada di futuri colloqui di pace con il governo del premier Nawaz Sharif. Secondo l’ufficio stampa dell’esercito pachistano (Isrp) “tutti i 12 terroristi intervenuti sono stati uccisi”, mentre negli ospedali cittadini sono stati registrati i cadaveri di 12 membri delle forze dell’ordine e di quattro dipendenti dell’aeroporto. Oltre ai morti, hanno riferito fonti sanitarie, almeno altre 24 persone sono rimaste ferite. Tutto é cominciato verso le 23, quando un commando del movimento Tehrek-e-Taliban Pakistan (TTP), che ha poi ufficialmente rivendicato l’operazione, é entrato in azione nella zona del vecchio terminal della capitale industriale del Pakistan, aprendosi il cammino verso l’Isphani Hangar (area di manutenzione degli aerei) con l’intervento di almeno due o tre kamikaze che si sono fatti esplodere davanti al cancello che da’ accesso alla zona cargo. I miliziani, molti dei quali indossavano uniformi della Forza di sicurezza aeroportuale (Asf) per creare confusione, si sono divisi in due gruppi, uno dei quali si e’ diretto verso la pista dello scalo con l’obiettivo, “subito sventato” ha assicurato un portavoce dei Rangers pachistani, di sequestrare un aereo su cui stavano imbarcandosi i passeggeri. L’altro gruppo, armato di armi automatiche, lanciarazzi, esplosivi e bombe a mano, ha invece preso posizione in alcuni edifici a quell’ora deserti, riuscendo ad incendiarne uno e a danneggiare gravemente due hangar privati. Fiamme e alte colonne di fumo sono state visibili nella zona per gran parte della notte. Il vecchio terminal non é più molto frequentato ma, hanno ricordato i media, viene tuttavia ancora utilizzato per l’imbarco delle personalità pachistane e straniere. Le prime furiose sparatorie hanno probabilmente causato il maggior numero di vittime non solo fra gli uomini della sicurezza, ma anche fra i dipendenti dell’Authority dell’Aviazione civile (Caa) e della compagnia aerea pachistana Pia, gli unici in servizio notturno. Dopo circa sei ore dall’inizio degli scontri a fuoco, un portavoce dei Rangers pachistani ha annunciato la fine delle ostilita’ e il ritorno alla calma nell’aeroporto. Ma prima dell’alba nuovi scoppi e nuove sparatorie hanno mostrato che alcuni dei militanti del TTP erano ancora nascosti nella struttura aeroportuale. L’esercito e’ quindi nuovamente entrato in azione realizzando un altro rastrellamento che ha portato, verso le 12 locali, ad un secondo annuncio di fine degli scontri e della restituzione dello scalo all’attivita’ civile normale per il pomeriggio, come poi effettivamente avvenuto. Nella sua rivendicazione il portavoce ufficiale del TTP, Shahidullah Shahid ha detto che “abbiamo sferrato questo attacco per vendicarci dell’uccisione di Hakimullah Mehsud (capo del TTP) e dei brutali assassinii dei nostri prigionieri in carcere”. Lo stesso Shahid ha poi precisato che “gli attacchi continueranno fino a quando non vi sarà un accordo di pace reale con il governo”. A più riprese nei mesi scorsi il governo di Islamabad ed il TTP sono sembrati vicini all’avvio di un dialogo, grazie anche ad un cessate-il-fuoco decretato dai talebani per 40 giorni. “Credo che dopo l’incidente all’aeroporto di Karachi – ha detto Waqas Shah, autorevole giornalista della tv Khyber Tv – difficilmente vi sarà una possibilità che il governo negozi ulteriormente con i talebani”. “E non é da escludere – ha concluso – che le forze di sicurezza realizzino presto una operazione anti-talebani nel Waziristan settentrionale”. Preoccupazione é stata espressa anche dal segretario generale dell’Onu Ban Ki-moon che ha chiesto ulteriori sforzi per “combattere il terrorismo e l’estremismo religioso”. (Maurizio Salvi e Tahir Ali/ANSA)

Ultima ora

18:57Champions: Asamoah, per vincerla bisogna battere chiunque

(ANSA) - TORINO, 12 DIC - "Il Tottenham è solido, difende bene e ha battuto squadre forti nel girone". Questo il punto di vista di Asamoah, sul sorteggio di Champions League che ha accoppiato la Juventus contro gli 'Spurs'. "Se vuoi provare a vincere la Champions, devi essere in grado di battere chiunque - sottolinea -. Tutte le squadre sono difficili in Europa".

18:50Spente fiamme in capannone, trovato corpo carbonizzato

(ANSA) - MILANO, 12 DIC - Il cadavere carbonizzato di un uomo è stato trovato, oggi pomeriggio, dai vigili del fuoco, al termine delle operazioni di spegnimento di un incendio divampato in un capannone abbandonato a Baranzate di Bollate, nel Milanese. Al momento non è stato possibile risalire all'identità della vittima, ma i carabinieri, che stanno svolgendo gli accertamenti, ritengono che possa trattarsi di un senzatetto. Il luogo in cui è stato trovato il corpo è un anfratto in cui era stato ricavato un riparo con dei cartoni, una sorta di capanna. Non si esclude nemmeno che le fiamme siano partite proprio da un tentativo maldestro di riscaldarsi accendendo dei materiali infiammabili.

18:43Calcio: Ancelotti in panchina per match solidarietà

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Uefa e Onu hanno annunciato oggi a Ginevra che uniranno le forze per organizzare una partita di solidarietà con il sostegno del Cantone di Ginevra, della città e della Fondazione dello stadio di Ginevra. Il match, che vedrà la partecipazione di due squadre guidate da celebrità del calcio, si giocherà sabato 21 aprile 2018 alle 16. In nome della solidarietà e del riconoscimento dell'importanza dello sport nella società, 'Match for solidarity' è finalizzata a promuovere la pace, i diritti umani e il benessere nel mondo, attraverso gli obiettivi di sviluppo sostenibile stabiliti dalle Nazioni Unite. Il ricavato di questa partita sarà utilizzato per finanziare progetti umanitari e di sviluppo internazionali. Le due squadre, allenate da Carlo Ancelotti e Didier Deschamps, avranno rispettivamente come capitani Luis Figo e Ronaldinho. Gli allenatori e i capitani selezioneranno le proprie squadre nelle prossime settimane. La partita sarà arbitrata da Pierluigi Collina.

18:32Incidenti lavoro, operaio morto a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 12 DIC - Un operaio è deceduto in un incidente sul lavoro, avvenuto in salita Tarsia, nel centro cittadino di Napoli. L'uomo stava lavorando su un terrazzo di uno stabile in Salita Tarsia quando probabilmente ha perso l'equilibrio ed è caduto. La dinamica è in fase di ricostruzione da parte della Polizia di Stato. L'operaio stava ricoprendo il terrazzo con una guaina impermeabile; nella caduta, terminata su un'automobile in sosta, ha trascinato con sé anche la bombola del gas e il cannello bruciatore che stava utilizzando. Forse sul posto c'era anche un collega.

18:25Calcio: Giampaolo, pronti a battaglia in Coppa

(ANSA) - GENOVA, 12 DIC - "Non ci sono partite semplici e gli avversari forti ti stimolano. Ce la giocheremo alla pari". Marco Giampaolo si affida a SampTv per presentare l'ottavo di Coppa Italia contro la Fiorentina di domani. "Alla Coppa ci teniamo anche se - ha spiegato - la formula così concepita è difficile, perché devi vincere fuori casa a Firenze per passare il turno. In ogni caso la rispettiamo come sempre e farò giocare la miglior formazione possibile. Abbiamo recuperato bene rispetto alla partita di sabato alcuni elementi non sono al meglio della condizione. Dovremo farei i conti con alcune assenze. In ogni caso chi scenderà in campo darà battaglia". A Genova sono rimasti Viviano, Quagliarella e Linetty, tutti per motivi fisici "Domattina - aggiunge Giampaolo - farò la valutazione di chi è disponibile. A oggi non ho la minima idea di chi far giocare. La Fiorentina? E' una squadra forte che è cresciuta e arriva a questa sfida dopo i risultati positivi con Lazio e Napoli".

18:23Tetraplegico per tre mesi in autobus a scuola nel milanese

(ANSA) - MILANO, 12 DIC - Tre mesi di tempo perché uno studente tetraplegico di 16 anni, milanese, ottenesse un trasporto adeguato alla scuola che frequenta fuori città, a Corsico. Nel frattempo è stato costretto ad andare sull'autobus accompagnato dalla madre o in auto col padre, perché "il Comune di Milano non ha fornito il mezzo adeguato poiché l'istituto era fuori dal capoluogo lombardo". La denuncia è di Angelo Ciocca, europarlamentare della Lega: "è un episodio davvero spiacevole, sono imbarazzato nel dire che sono dovuto intervenire su un'assenza del Comune chiedendo un intervento della Regione e non mi sembra giusto che un disabile non abbia il trattamento di cui ha diritto". "La Regione nel cuore dell'estate ha trasferito le competenze per i trasporti degli studenti superiori disabili ai Comuni, - ha replicato il Comune -. Purtroppo per la decina di studenti che vanno fuori città il contributo di Regione Lombardia è molto al di sotto del costo del servizio. Quindi il Comune ha avuto bisogno di reperire le risorse".

18:19Serena Grandi a giudizio per fallimento ristorante

(ANSA) - RIMINI, 12 DIC - Serena Grandi è stata rinviata a giudizio per il fallimento, dichiarato nel 2015, della società 'Donna serena srl' che ha gestito il ristorante la 'Locanda di Miranda', nel borgo San Giuliano di Rimini. L'attrice bolognese, 59 anni, all'anagrafe Serena Faggioli, difesa dall'avvocato Christian Guidi, sarà giudicata a partire dal prossimo 12 giugno davanti al Tribunale collegiale. Stando alle accuse, Serena Grandi, in qualità di legale rappresentante della società 'Donna serena' avrebbe distratto parte dei beni strumentali, impiegati presso il ristorante, e sottratto i libri contabili e altra documentazione obbligatoria per legge relativi alla gestione della 'Locanda di Miranda'. La procedura fallimentare della società è ancora in corso davanti al Tribunale fallimentare di Rimini.(ANSA).

Archivio Ultima ora