Arte: Washington, scoperto un Picasso sotto un Picasso

NEW YORK. – Un Picasso sotto un Picasso: usando tecniche di esame all’infrarosso, un dipinto di un uomo col cravattino e’ emerso sotto uno dei primi capolavori dell’artista spagnolo, ”The Blue Room”, conservato alla Phillips Collection, un museo-gioiello di Washington. E adesso che il ritratto maschile con la mano appoggiata sul volto e’ venuto in luce, la corsa per i restauratori e i curatori del museo è a stabilirne la storia e l’identità. L’immagine sottostante al quadro dipinto da Picasso nel 1901, all’inizio del Periodo Blu, e’ emersa per la prima volta nel 2008 ma solo adesso il museo ne ha annunciato la scoperta. Negli ultimi cinque anni esperti della Phillips, della Cornell University e del Winterthur Museum in Delaware hanno migliorato la risoluzione del dipinto misterioso sottostante: “E’ uno di quei momenti in cui capisci che stai lavorando a qualcosa di speciale”, ha detto Patricia Favero, restauratrice al museo di Washington: “La seconda reazione e’ un punto interrogativo: chi e’ quest’uomo misterioso, perché Picasso lo ha dipinto?”. Tante ipotesi, con la sola certezza che non e’ un autoritratto dell’artista. Una possibilità presa in considerazione dagli storici dell’arte e’ che l’uomo del mistero sia Ambroise Vollard, il mercante e gallerista che ospitò nel 1901 la prima mostra di Picasso. Ma e’ solo una illazione perche’ non ci sono documenti o indicazioni lasciate sulla tela che si tratti proprio di lui. Per agevolare il lavoro di identificazione Favero e altri esperti hanno scannerizzato il quadro con strumenti di tecnologia multispettrale e fluorescenza a raggi x per identificare e mappare i colori usati: questo consentirà di ricreare una immagine digitale molto vicina per approssimazione a quella dipinta effettivamente da Picasso in tempo per una mostra in programma nel 2017 nella capitale americana. In questi giorni The Blue Room è in prestito in Corea del Sud e resterà lontano da Washington fino all’inizio del 2015. Dipinti nascosti sono stati scoperti sotto altri quadri di Picasso. Una analisi tecnica di “La Vie” al Cleveland Museum of Art ha rivelato che l’artista rimaneggio’ significativamente la composizione, mentre i restauratori hanno trovato il ritratto di un uomo coi baffi sotto “Donna che Stira” conservata al museo Guggenheim di Manhattan. (di Alessandra Baldini/ANSA)