Venezuela: ministro Giordani cacciato critica Maduro, manca leadership

CARACAS. – In Venezuela Jorge Giordani, l’ex ministro della Pianificazione considerato il padre del modello economico chavista, ha criticato in termini molto duri la gestione del presidente, Nicolás Maduro, in una lettera aperta diffusa poche ore dopo l’annuncio della sua estromissione dal governo. “Risulta doloroso e allarmante vedere una presidenza che non trasmette leadership e che sembra voler affermarsi attraverso una semplice ripetizione, senza la dovuta coerenza, delle affermazioni che formulava il Comandante Chavez”, si legge nel testo, intitolato “Testimonianza e responsabilità davanti alla storia”, diffusi su siti chavisti ma la cui autenticità non è stata però confermata da Giordani. L’ex ministro critica la politica economica di Maduro, accusandolo di “concedere ingenti risorse a chiunque gliele chieda, senza un programma fiscale inquadrato in una pianificazione socialista” e di aver provocato “una chiara sensazione di un vuoto di potere nella Presidenza e di concentrazione in altri centri di potere”. “Lo stesso succede con le sfide politiche interne, dove l’attuale sforzo dispersivo e dispendioso delle risorse non sembra essere il modo migliore per affrontare una opposizione sempre più articolata”, aggiunge Giordani, che conclude il suo teste citando José Saramago: “Più divento vecchio e più divento libero, più divento libero e più divento radicale”.

Condividi: