Egitto: pesanti condanne ai giornalisti di al Jazira

Pubblicato il 23 giugno 2014 da redazione

IL CAIRO. – Tra sette e dieci anni di carcere E’ la dura sentenza pronunciata dalla Corte di assise del Cairo contro 18 tra giornalisti e operatori di al Jazira con l’accusa di disinformazione e appoggio ai Fratelli musulmani, Confraternita dichiarata “terrorista” in Egitto. Tre di loro, tra cui Peter Greste, pluripremiato reporter australiano che ha lavorato anche per Cnn, Bbc e Reuters, erano nella gabbia degli imputati, gli altri sono contumaci. Immediata la reazione di condanna alla sentenza da parte di Onu e Stati Uniti e la convocazione degli ambasciatori egiziani in Australia, Gran Bretagna e Olanda, paesi da cui provengono i quattro giornalisti stranieri del gruppo. Greste è stato condannato a sette anni, così come il capo dell’Ufficio di corrispondenza di Al Jazira l’egiziano-canadese Mohamed Fadel Fahmy, mentre il terzo imputato presente in aula, il producer egiziano Baher Mohamed, è stato condannato a dieci anni. I contumaci (tra cui due giornalisti britannici e una olandese) sono stati condannati tutti a dieci anni. La procura peraltro aveva chiesto il massimo della pena che, a seconda dei calcoli sui reati ascritti, spaziava da 15 a 45 anni. L’avvocato degli imputati ha annunciato ricorso in Cassazione. Gli imputati sono accusati di aver fabbricato informazioni per nuocere all’Egitto facendolo apparire sull’orlo della guerra civile e di aver fornito soldi e armi ai Fratelli musulmani, dichiarati organizzazione terroristica peraltro solo quattro giorni prima dell’arresto di Greste, avvenuto a fine dicembre. Prendendo di mira anche le condanne a morte di massa di Fratelli musulmani, il segretario generale dell’Onu, Ban Ki-moon, si è detto “profondamente preoccupato” per queste ultime sentenze che “non sembrano soddisfare gli standard minimi dell’equità processuale e possono compromettere” le prospettive di statabilità del paese. Di condanne “raggelanti e draconiane” ha parlato il segretario di Stato John Kerry definendole un “fastidioso arretramento per la transizione egiziana”, fase di cui aveva discusso appena domenica al Cairo con il neo-presidente Abdel Fattah al-Sisi. Il capo della diplomazia americana ha chiesto a Sisi di “rivedere tutte le sentenze politiche” degli ultimi anni valutando tutti i “rimedi” tra cui quello della “grazia” (un appello esplicitato poi da un portavoce della Casa Bianca). Dal canto suo Londra ha lamentato nel processo “vizi procedurali inaccettabili” e, attraverso il ministro degli Affari esteri William Hague, ha ricordato che “la libertà di stampa è un pilastro di una società stabile”: un concetto ribadito anche da Kerry nella sua visita al Cairo. Al Jazira ha parlato di “sentenza ingiusta” basata su accuse che “non possono giustificare nemmeno un giorno di prigione”. L’Egitto, annunciando che i propri ambasciatori spiegheranno la sentenza nelle rispettive capitali, ha indirettamente risposto ricordando il principio di non-ingerenza negli affari interni e l’ “indipendenza” della propria magistratura. Al Jazira è basata in Qatar, paese in attrito geo-politico con l’Egitto dopo la destituzione del presidente Mohamed Morsi, un leader della Confraternita islamica. La tv è accusata dalle autorità egiziane di sostenere in modo fazioso i Fratelli musulmani e per questo i suoi due uffici di corrispondenza del Cairo erano stati chiusi tra luglio e agosto, dopo la deposizione di Morsi da parte dei militari guidati da Sisi e la sanguinosa repressione dei – peraltro armati – raduni di protesta pro-Fratellanza. La via della grazia per l’australiano Greste, per il producer Mohamed e e per Mohamed Fadel Fahmi, è stata chiesta anche da una petizione dei corrispondenti stranieri in Egitto.  (Rodolfo Calò/Ansa)

Ultima ora

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

01:07Calcio: Letta, fossi in curva fischierei Donnarumma

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Mi spiace dirlo, ma fossi in Curva a #SanSiro, stasera #Donnarumma lo fischierei". E' il tweet con cui Enrico Letta, tifoso del Milan ed ex presidente del Consiglio, interviene sulla vicenda Donnarumma. Il portiere dei rossoneri, dopo che nei giorni scorsi il suo procuratore Mino Raiola ha chiesto di annullare il contratto appena rinnovato con il club, è stato fischiato e insultato dai tifosi stasera a San Siro, prima della partita di Coppa Italia vinta sul Verona.

00:27Calcio: Premier, Manchester City vittoria con il record

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Tutto invariato al vertice della Premier League, dopo le partite del turno infrasettimanale, valide per la 17/a giornata. Vincono i due Manchester, che restano separati di 11 punti in classifica: il City leader s'impone sul campo dei gallesi dello Swansea per 4-0 (15/a vittoria di fila e record), con doppietta di David Silva, reti di De Bruyne e Aguero, in campo da titolare. E' la 15/a vittoria di fila per la squadra di Guardiola, un record per il campionato. Il City non ha faatto bottino pieno l'ultima volta il 21 agosto. Lo United si è imposto per 1-0 in casa contro il Bournemouth, grazie a un gol di Romelu Lulaku, servito da Juan Mata. al 25'. Successo anche per Antonio Conte e il Chelsea sul campo dell'Huddersfield per 3-1. Di Bakayoko, Willian e Pedrito le reti. Senza gol, infine, uno dei tanti derby di Londra, quello fra West Ham United e Arsenal.

00:16Calcio: Germania, Bayern di misura e ora a +9 sullo Schalke

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Basta un gol del polacco Robert Lewandowski, al quarto d'ora della ripresa, per regalare la vittoria al Bayern Monaco, nella 16/a giornata della Bundesliga. Opposti al Colonia, i bavaresi si sono imposti per 1-0 e adesso hanno un vantaggio di 9 punti sullo Schalke 04, che ha dovuto faticare contro l'Augusta, piegata per 3-2. Di Di Santo al 44' l'1-0, Burgstaller firma il raddoppio al 47', poi arriva la riscossa ospite: al 19' della ripresa Caiuby accorcia le distanze, Gregoritsch pareggia. A 7' dal 90' Caligiuri fa esplodere l'AufSchalke Arena, regalando 3 punti ai 'suoi'. Adesso in classifica Bayern 38 punti, Schalke 29, il Lipsia è a quota 28, dopo essere stato fermato sul pareggio in trasferta dal Wolfsburg (di Verhaegh il vantaggio dei padroni di casa, di Halstenberg il pari ospite). (ANSA).

00:05Calcio: ottavi Coppa Italia, Milan batte Verona 3-0

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Milan batte il Verona 3-0 e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia, dove troverà i 'cugini' dell'Inter, che ieri sera hanno superato ai rigori il Pordenone. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati al 22' da Suso, al 30' da Romagnoli e, nella ripresa, al 10' da Cutrone. Fischi e contestazione a Donnarumma prima dell'inizio del confronto.

Archivio Ultima ora