Tennis: a Wimbledon debacle italiana nel giorno di Nadal

LONDRA. – Nel giorno della 700/esima vittoria in carriera di Rafa Nadal, la spedizione italiana finisce decimata, e le uniche gioie arrivano dai successi di Simone Bolelli e Camila Giorgi. Opposto al giapponese Tatsuma Ito, 129 al mondo, il tennista bolognese si impone in poco meno di tre ore (7-5 7-6 3-6 7-6) approdando – unico italiano con Fabio Fognini – al secondo turno. Prossimo avversario di Bolelli è Philipp Kohlschreiber, per eguagliare il terzo turno raggiunto già due volte sui prati londinesi (2008 e 2011). “Sono stato molto fortunato ad essere ripescato come lucky loser perché entrare in tabellone a Wimbledon è oro – il commento di Bolelli -. L’erba è una superficie particolare, si gioca un tennis così insolito che nessuno parte già sconfitto”. Non riesce invece il miracolo a Paolo Lorenzi che davanti a Roger Federer racimola solo cinque game. Impietoso il confronto tra il sette volte re dei Championships e il tennista senese che in 13 apparizioni in prove dello Slam è sempre uscito al primo turno, stabilendo un record. Sul Campo n.1 il campione svizzero – 14 titoli sull’erba in carriera – si impone in un’ora e 33′ al sesto match-point (6-1 6-1 6-3). In campo femminile, in una giornata di sconfitte, si salva la sola Camila Giorgi, che in due set supera la rumena Alexandra Cadantu (6-1 7-6). Deludono invece le altre, a cominciare Karin Knapp: contro la wild card ceca Karolina Pliskova, 98 al mondo, l’altoatesina perde al termine di una maratona di tre set (6-7 6-4 10-8). Saluta Londra anche Sara Errani, favorita 14, che dopo due ore e 51′ si deve arrendere alla francese Caroline Garcia. “Sull’erba tutto diventa imprevedibile, sono molto dispiaciuta per la sconfitta ma qui non esistono vere sorprese”, l’analisi di Sara. Esordio amaro per Roberta Vinci, sorpresa dalla croata Donna Vekic, 87 al mondo (6-4 4-6 6-4). Sconfitta infine Francesca Schiavone, nel derby tra le ex regine del Roland Garros: vittoria per Ana Ivanovic, favorita n.11, in due set (7-6 6-4). Trema in apertura ma poi si impone in quattro set Nadal, all’esordio sul Centre Court: contro lo slovacco Martin Klizan, 51 al mondo, il maiorchino – trionfatore a Wimbledon due volte – ottiene la vittoria n.700 in carriera (4-6 6-3 6-36-3), diventando l’11/esimo giocatore nell’era Open a raggiungere un simile traguardo. Sull’erba Nadal non vince dal secondo turno 2012, quando perse contro Lukas Rosol, suo prossimo avversario. Tra le big del tabellone femminile debutto sul velluto sia per Maria Sharapova che per Serena Williams. La siberiana, vincitrice a Church Road 10 anni fa, concede un solo game alla wild card di casa Samantha Murray (6-1 6-0). Tre sono i game che Anna Tatishvili racimola contro la favorita n.1 Serena Williams (6-1 6-2). (Lorenzo Amuso/ANSA)

Condividi: