Una nuova tassa per passaporto e pratiche di cittadinza dal 7 luglio

ROMA. – Entreranno in vigore il 7 luglio – 15 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale avvenuta il 23 giugno – le novità introdotte dal decreto-legge 66 (Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale), convertito dalla legge 89/2014. Tra le norme del decreto anche quelle che introducono il contributo amministrativo per il rilascio del passaporto e i diritti per la trattazione di pratiche di riconoscimento cittadinanza.

Il decreto, come noto, prevede l’introduzione dei “Diritti da riscuotere per il trattamento della domanda di riconoscimento della cittadinanza italiana di persona maggiorenne” pari a 300 euro. Ma anche l’introduzione di un contributo amministrativo di 73,50 euro per il rilascio del solo passaporto ordinario, incluso il rilascio a favore di minori, oltre al costo del libretto (pari a 42,50 euro). Questo contributo è dovuto in occasione del rilascio del libretto e va corrisposto entro e non oltre la consegna all’interessato.

Il decreto prevede, inoltre, l’abolizione della tassa di rilascio per tutti i passaporti (compresi quindi quello temporaneo e quello collettivo, che restano assoggettati al solo costo del libretto) e di quella annuale del passaporto ordinario.

Condividi: