Tennis Wimbledon: addio Fognini, ligure spreca e poi si arrende

LONDRA. – Niente ottavi di finale per Fabio Fognini che si arrende al quinto set contro Kev Anderson uscendo dai Championships con il rammarico dell’occasione perduta. Perché contro il sudafricano, favorito n.18, il tennista ligure per lunghi tratti comanda il gioco, dall’alto di un tennis superiore a quello del suo avversario almeno fino al black-out nella quarta frazione. Avanti due set ad uno, sul punteggio di 1-1, Fognini ha due palle-break per il break. Ma qui Anderson sfrutta al meglio i suoi quasi due metri d&rsquoaltezza e col servizio sventa il pericolo. L’italiano subisce il contraccolpo mentale, e soprattutto un parziale di 11 game a due che consegnano il match ad Anderson dopo due ore e 45′ (4-6 6-4 2-6 6-2 6-1). Sfuma così la possibilità per Fognini di diventare il quinto italiano dell&rsquoera Open a raggiungere gli ottavi a Wimbledon. “Ovviamente sono dispiaciuto per la sconfitta ma anche soddisfatto perché a livello tennistico ho giocato meglio rispetto ai primi due turni – il commento di Fognini -. Nei momenti decisivi lui è stato un po’ più fortunato mentre io nella difficoltà ho perso il mio schema di gioco. Ma resto comunque contento, il bilancio di questo torneo è positivo e soprattutto riparto con fiducia perché oggi finalmente ho giocato bene, comandando spesso lo scambio”. Della spedizione italiana, che contava 11 azzurri nei due tabelloni lunedì scorso, resta il solo Simone Bolelli, in campo domani contro il giapponese Kei Nishikori per l’ingresso agli ottavi di finale. Traguardo già centrato da Novak Djokovic che per l&rsquoottava volta di fila supera il francese Gilles Simon (6-4 6-2 6-4). Ma se il match contro il francese non ha regalato particolari sussulti, è stata una brutta caduta di Nole nel terzo set a far temere il peggio. Fortunatamente nulla di grave, l’intervento del fisioterapista ha consentito la prosecuzione del match. “Ho sentito un dolore molto intenso” il racconto di Djokovic – Fortunatamente non mi sono fatto male all’ articolazione, nessun danno serio, solo un forte indolenzimento&rdquo. Lunedì il favorito n.1 se la vedrà con Jo-Wilfried Tsonga, autorevole contro il qualificato taiwanese Jimmy Wang (6-2 6-2 7-5). Vince in tre set anche Andy Murray che contro lo spagnolo Roberto Bautista Agut, reduce dalla vittoria nel torneo di &lsquos-Hertogenbosch, ottiene la 16/esima vittoria consecutiva sui prati di Church Road (6-2 6-3 6-2). Negli ottavi, raggiunti per l&rsquoottava volta negli ultimi nove anni (ha marcato visita nel 2007), lo scozzese affronterà Anderson. Il tabellone femminile perde la favorita n.2, la cinese Li Na, sorpresa dalla ceca Barbora Zahlavova Strycova con un duplice 7-6. Saluta Londra anche Venus Williams, che cede in tre set a Petra Kvitova (7-5 6-7 7-5). (Lorenzo Amuso/ANSA)

Condividi: