Tennis Wimbledon: cade la favorita, Serena Williams eliminata

Pubblicato il 28 giugno 2014 da redazione

LONDRA. – In una giornata spezzettata dai continui scrosci di pioggia fa clamore l’uscita di scena dai Championships della favoritissima Serena Williams, sorpresa dalla carneade Alize Cornet. Una sconfitta, quella della numero uno al mondo, ancor più inattesa dopo un primo set condotto, e vinto, con autorevolezza da Serena. Improvviso quanto prepotente il ritorno della francese che stupisce per potenza e varietà di colpi. Serena si smarrisce senza più trovare le contromisure, arrendendosi contro un’avversaria, n.63 del ranking, che in carriera non aveva mai battuto una top 20 (1-6 6-3 6-4). Incontenibile la gioia della francese a fine match. “Non ci posso ancora credere – le parole a caldo di Alize -. Qualche anno fa nemmeno sapevo giocare sull’erba, adesso ho battuto Serena”. Lunedì la attende la 20enne canadese Eugenie Bouchard, una delle giovani di maggior talento, che in due set ha sconfitto la tedesca Andrea Petkovic (6-3 6-4). Per il secondo anno di fila dunque Serena saluta anticipatamente Wimbledon, con l’aggravante che nel 2014 non ha ancora raggiunto un quarto di finale in una prova dello Slam. Uscita Serena, i favori dei pronostici passano d’ufficio a Maria Sharapova che strapazza la statunitense Alison Riske (6-3 6-0). Dopo un’avvio con qualche tentennamento Masha ritrova profondità e geometrie infilando un’impressionante serie di 11 giochi di fila. “Lei è un’ottima giocatrice da erba, quindi sapevo di dover stare attenta – il commento della russa -. Sono contenta di essere di nuovo nella seconda settimana, dopo quello che è successo l’anno scorso. Mi do un’altra opportunità”. Nessuna sorpresa tra i big. Vince e convince Rafael Nadal che sotto il tetto del Centrale batte in quattro set il russo (naturalizzato kazako) Mikhail Kukushkin (6-7 6-1 6-1 6-1). Davanti ad un Royal Box che ospita diverse leggende sportive britanniche (Bradley Wiggins, Ian Poulter e David Beckham), il maiorchino numero uno al mondo torna a scollinare la prima settimana all’All England Club, per la prima volta dal 2011. Ordinaria amministrazione anche per Roger Federer che in tre set, senza passaggi a vuoto, archivia la pratica Santiago Giraldo (6-3 6-1 6-3). In un’ora e 21 minuti di tennis velocissimo lo svizzero sette volte vincitore di Wimbledon approda agli ottavi concedendo appena due palle break in tutto il match al colombiano. (Lorenzo Amuso/ANSA)

Ultima ora

12:38Calcio: Comune Lecce rinuncia posti stadio,andranno studenti

(ANSA) - LECCE, 23 AGO - Il Comune di Lecce rinuncerà alle tessere stadio destinate a dirigenti e amministratori comunali, destinandole agli alunni delle scuole di base della città. Lo ha deciso il sindaco della capoluogo salentino, Carlo Salvemini. Salvemini ha scritto all'Us Lecce per specificare le nuove modalità di utilizzo delle tessere stadio che, nelle stagioni calcistiche passate, sono state riservate dalla società a membri della Giunta, del Consiglio comunale e a dirigenti di Palazzo Carafa. Nella nota invita si legge che è intenzione dell'amministrazione dare piena attuazione a quanto previsto dalla convenzione tra Us Lecce e Comune che, all'articolo 1, prevede che "i 134 posti rimangono nella disponibilità dell'amministrazione comunale anche ai fini educativi e sociale, onde consentire la fruizione degli spettacoli ai ragazzi e alle fasce più deboli della città". Per questo il sindaco ha chiesto alla società di annullare qualsiasi abbonamento nominativo emesso a favore di amministratori e dirigenti del Comune.

12:31Giappone: pioggia su Tokyo per 21 giorni di fila, è record

(ANSA) - TOKYO, 23 AGO - Chi troppo e chi troppo poco. Si è interrotta solo oggi a Tokyo la sequenza di 21 giorni consecutivi di precipitazioni: è stata la progressione più lunga dall'estate del 1977, quando piovve per 22 giorni. "La stagione estiva è tornata", titolano i giornali della capitale giapponese, ricordando che da oggi la colonnina del mercurio raggiungerà nuovamente i 35 gradi a causa di un fronte di alta pressione proveniente dall'oceano Pacifico su tutta la regione del Kanto. Dal primo giorno del mese fino al 21 agosto un totale di 131,5 millimetri di pioggia si sono abbattuti sulla capitale nipponica, equivalenti al 122% della media stagionale.

12:26Migranti: occupano carrozze treno merci a Ventimiglia

(ANSA) - VENTIMIGLIA (IMPERIA), 24 AGO - Diversi migranti hanno danneggiato e occupato, la scorsa notte, alcune carrozze di un convoglio merci in sosta al binario 22 del Parco Roja, di Ventimiglia, nel tentativo di espatriare abusivamente in Francia. Il personale ferroviario si è accorto intorno alle 5 dell'occupazione, quando il treno avrebbe dovuto partire e, a quel punto, è stata allertata la polizia. Il personale della stazione ha sganciato le carrozze danneggiate (quest'ultime adibite al trasporto misto), mentre gli agenti hanno fatto scendere gli stranieri dal treno, molti dei quali hanno cercato di restare a bordo delle carrozze. Il convoglio è comunque riuscito a partire per la Francia. Analogo episodio era accaduto anche nei giorni scorsi, quando una donna, in servizio come "formatrice" di treni merci, era stata insultata da un gruppo di stranieri. Quest'ultima era scappata rifugiandosi in un ufficio. La recrudescenza di questi episodi è dovuta al fatto che il centro di accoglienza del Parco Roja sorge in un'area delle ferrovie, all'interno della quale fanno scalo i treni merci da e per la Francia. Ai migranti basta scavalcare una rete o passare attraverso una fenditura, per raggiungere i convogli. (ANSA).

12:13Yemen: tv, 35 uccisi in raid coalizione saudita

(ANSA) - BEIRUT, 23 AGO - Almeno 35 persone sono state uccise in un raid aereo della coalizione araba a guida saudita in Yemen, vicino alla capitale Sanaa. Lo riferisce la televisione panaraba Al Jazira, aggiungendo che secondo le prime notizie la maggior parte delle vittime sarebbero civili. Apparentemente il bombardamento aveva come obiettivo un campo militare dei ribelli sciiti Houthi vicino alla capitale.

12:08Marina Usa rimuoverà comandante 7/a Flotta dopo collisione

(ANSA) - WASHINGTON, 23 AGO - La marina militare americana intende rimuovere l'ammiraglio a capo della Settima flotta di base in Giappone dopo quattro episodi quest'anno - tra cui l'ultima collisione di una nave Usa con una petroliera - che hanno imbarazzato Washington e in cui militari hanno perso la vita. Lo scrive il Washington Post citando fonti ufficiali Usa. La comunicazione ufficiale per il vice ammiraglio Joseph P. Aucoin arriverà mercoledì, stando alle stesse fonti.

11:51Isis: capo Pentagono Mattis in Turchia, vedrà Erdogan

(ANSA) - ANKARA, 23 AGO - Il segretario alla Difesa Usa, James Mattis, sarà oggi in Turchia per colloqui centrati sulla lotta all'Isis. Il capo del Pentagono, in arrivo da Baghdad, vedrà il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, nel suo palazzo di Ankara. In agenda c'è anche il referendum del 25 settembre prossimo sull'indipendenza del Kurdistan iracheno, criticato sia dalla Turchia che dagli Stati Uniti. Sempre oggi, il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, sarà in visita in Iraq, dove incontrerà a Baghdad il premier, Haider al Abadi, prima di recarsi a Erbil per un faccia a faccia con il presidente della regione autonoma del Kurdistan iracheno, Masoud Barzani.

11:41Usa: Charlottesville decide di coprire statue confederati

(ANSA) - CHARLOTTESVILLE (USA), 23 AGO - Il Consiglio comunale di Charlottesville, in Virginia, ha votato un provvedimento per coprire con teli neri le statue di due personaggi confederati, sull'onda di una protesta che è arrivata fin dentro all'assemblea, sul modo in cui il comune ha reagito alla manifestazione dell'estrema destra suprematista e agli scontri che ne sono seguiti. Una protesta che ha obbligato il Consiglio ha cambiare il suo ordine del giorno. I drappi neri intendono essere anche un segno di lutto per la morte della manifestante antifascista Heather Heyer, travolta dall'auto di un giovane simpatizzante neonazista. I manifestanti di estrema destra si erano riuniti nella cittadina della Virginia per l'iniziativa 'Unite the Right' (Uniamo la destra) con il pretesto di opporsi all'ipotizzata rimozione delle statue dei confederati, fra cui quella del generale Robert E. Lee.

Archivio Ultima ora