Usa: nuovi documenti su Nsa, ok a spionaggio in 193 Paesi

Pubblicato il 30 giugno 2014 da redazione

NEW YORK. – Nessun governo straniero e’ off limits per la National Security Agency il cui “grande orecchio” e’ stato autorizzato nel 2010 a intercettare informazioni in tutte le nazioni della Terra, Italia compresa, con la sola eccezione di quattro potenze: Gran Bretagna, Canada, Australia e Nuova Zelanda. Lo scrive il Washington Post sul siti online. Gli Stati Uniti da tempo hanno un accordo di non spionaggio reciproco con le quattro nazioni conosciute collettivamente con gli Usa come i “Five Eyes”, spiega il giornale, ma un documento top secret del 2010 e altri documenti ottenuti dal Wp indicano che la Nsa ha una autorità più elastica di quanto finora ritenuto, che consente di intercettare attraverso società Usa non solo le comunicazioni dei suoi target all’estero, ma anche qualsiasi comunicazione su questi target. La certificazione, approvata dalla Foreign Intelligence Surveillance Court e inclusa tra i files ottenuti dalla “talpa” Edward Snowden, elenca 193 paesi come legittimi interessi della Nsa e autorizza a spiare, tra gli altri, organismi come la Banca Mondiale, l’Fmi, la Ue, la Bce e la Berd, l’Unione Africana, l’Opec e l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica di Vienna. Tra i target potenziali, “individui che possiedono o possono ricevere e/o comunicare informazioni di intelligence relative a potenze straniere”, una formulazione che secondo il Wp apre alla sorveglianza di professori universitari, giornalisti, analisti di diritti umani. Intervistato oggi dal New York Times, il nuovo capo Nsa Michael Rogers ha detto che l’agenzia, dopo lo scandalo Snowden, ha ricevuto l’ordine di cessare il controllo elettronico di diversi leader mondiali, oltre che della cancelliera tedesca Angela Merkel, il cui cellulare e’ stato tenuto sotto controllo per anni dall’agenzia. “Ci sono degli obiettivi specifici su cui siamo stati istruiti a non raccogliere piu’ niente contro di loro”, ha affermato Rogers, rifiutando di dire quanti: “Probabilmente piu’ di mezza dozzina, ma in ogni modo non centinaia”. Il Wp precisa che la Nsa non spia necessariamente tutti i paesi e le entita’ incluse nella lista, ha tuttavia avuto l’autorizzazione di farlo, un “placet” che a giudizio degli esperti di liberta’ civili apre vaste implicazioni sul fronte del diritto alla privacy: “La certificazione mostra sia lo spettro delle attivita’ del governo sia il ruolo modesto dei tribunali addetti alla sorveglianza”, ha protestato Jameel Jaffer, vice direttore legale della American Civil Liberties Union. Fonti della Nsa per parte loro non hanno voluto commentare o confermare l’autenticità’ del documento. Hanno d’altro canto osservato che “e’ prudente” da parte del governo elencare ogni nazione anche se al momento non sembra porre minaccia agli interessi americani: “Non e’ impossibile immaginare una crisi umanitaria in un paese amico dove le forze armate devono intervenire d’urgenza per evacuare i connazionali”, ha detto un esponente del Pentagono protetto dall’anonimato: “Se il paese non e’ elencato, e’ off limits per l’intelligence”. (Alessandra Baldini/ANSA)

Ultima ora

06:30Cina: vara seconda portaerei, prima ‘made in China’

(ANSA) - PECHINO, 26 APR - La Cina ha varato questa mattina la sua seconda portaerei, la prima 'made in China' e costruita nei cantieri di Dalian, provincia nordorientale del Liaoning. La nuova unità è stata trasferita in acqua alle 9:00 (le 3:00 in Italia) con una cerimonia agli impianti di China Shipbuilding Industry Corp. La portaerei, scrive l'agenzia Nuova Cina, segue la Liaoning, prima unità del suo genere della Marina cinese sviluppata da uno scafo di portaerei di fabbricazione sovietica, comprata dall'Ucraina ed entrata in servizio nel 2012.

06:25Venezuela: ministro Esteri minaccia ritiro da Osa

(ANSA) - CARACAS, 26 APR - Il ministro degli Esteri del Venezuela ha minacciato il ritiro dall' Osa, l' Organizzazione degli Stati americani. Ieri sedici Paesi dell'Osa hanno chiesto la convocazione urgente, per oggi stesso, di una sessione straordinaria del Consiglio permanente dell'organismo, per esaminare la situazione in Venezuela. La ministra degli Esteri venezuelana Delcy Rodriguez ha detto di avere ricevuto istruzioni dal presidente Nicolas Maduro di avviare la procedura per il ritiro di Caracas dall'Osa, ritenuta braccio di Washington, se i ministri degli Esteri dell'area terranno una riunione sulla crisi in atto nel Paese senza dichiarare sostegno al suo governo. Lo scorso 3 aprile il presidente di turno del Consiglio, il boliviano Diego Pary, vicino a Maduro si era rifiutato di convocare una sessione del Consiglio richiesta da 20 paesi, che però si è tenuta lo stesso, e durante la quale è stata approvata una dichiarazione che denunciava una "grave alterazione incostituzionale dell'ordinamento democratico" in Venezuela.

06:16Trudeau, difenderò con vigore il legno canadese

(ANSA) - WASHINGTON, 26 APR - "Il governo del Canada difenderà con vigore gli interessi dell'industria canadese del legno, come abbiamo fatto con successo in tutte le passate dispute con gli Usa". Lo ha detto il primo ministro canadese Justin Trudeau al presidente degli Stati Uniti Donald Trump, durante una conversazione telefonica tra i due leader, dopo l'annuncio dell'amministrazione Usa che intende imporre una tariffa doganale del 20% sull'import del legname canadese. La Casa Bianca ha definito il colloquio telefonico "molto amichevole"."I due leader hanno discusso del settore della produzione di latte in Wisconsin, nello Stato di New York e in altri luoghi. Hanno inoltre discusso del legno che entra negli Stati Uniti. E' stata - afferma una nota della Casa Bianca - una conversazione molto amichevole".

00:12Calcio: Spagna, Atletico Madrid ko con Villareal

(ANSA) - ROMA, 25 APR - Seconda sconfitta dell'anno per l'Atletico Madrid. Nell'anticipo del turno infrasettimanale della Liga, battuta d'arresto per la squadra di Simeone superata in casa 1-0 dal Villareal: decide la rete di Roberto Soriano che entra e gela così il Calderon. Un ko che complica la vita dell'Atletico che resta a quota 68 punti, terzo, ma con il Siviglia lontano solo tre lunghezze e con una gara in meno. Nelle altre gare disputate 1-1 tra Sporting e Espanyol, vittoria per 2-0 del Malaga in casa del Granada.

23:31Calcio: Chelsea vince e va a +7 su Tottenham

(ANSA) - ROMA, 25 APR - Gli applausi alla fine sono tutti per Antonio Conte. Il Chelsea torna a vincere dopo la battuta d'arresto col Manchester e allo Stamford Bridge batte il Southampton 4-2, compiendo così un altro passo verso la conquista del titolo in Premier League. La squadra allenata dall'ex ct azzurro sale infatti a 78 punti, con sette lunghezze di vantaggio sul Tottenham che scende in campo domani in casa del Crystal Palace. Nella serata trionfale dei Blues i riflettori sono per Diego Costa, autore di una doppietta, seguita alle reti di Hazard e Cahill. Di Romeu e Bertrand i gol del Southampton.

21:09Calcio: Baccaglini, lavoriamo in silenzio a futuro Palermo

(ANSA) - PALERMO, 25 APR - "Ci sono avvocati, banchieri e tecnici che stanno lavorando intensamente per finalizzare l'operazione entro i termini stabiliti. Lo fanno nel modo in cui si svolgono gli affari seri: in silenzio e con discrezione. Nel frattempo stiamo lavorando intensamente alla pianificazione del prossimo anno che deve vederci squadra forte, competitiva e all'altezza dei colori societari". E' quanto dice il presidente del Palermo calcio, Paul Baccaglini.

21:09Il paese raccolse 2 mln euro per cure, morto 14enne malato

(ANSA) - NUORO, 25 APR - E' morto questa mattina, nella sua casa di Gavoi (Nuoro), Roberto Sanna, il ragazzo di 14 anni affetto da leucodistrofia metacromatica, una malattia rara per le cui cure, undici anni fa, si era mobilitato il paese e l'intera Sardegna in una campagna di raccolta di fondi che doveva servire per i viaggi della speranza negli Stati Uniti. In quella campagna di solidarietà, da cui nacque il comitato "pro Roberto", furono raccolti oltre due milioni di euro. Molti di più di quelli che sono serviti per finanziare i due viaggi in America per sottoporre Robertino al trapianto di cellule staminali. Purtroppo, però, la sua malattia era già in stato avanzato e il piccolo che allora aveva tre anni, non è stato sottoposto all'intervento. Quei fondi, però, non sono rimasti inutilizzati. Grazie alla generosità del Comitato, presieduto da Dario Sanna, padre di Robertino, i soldi sono stati donati per la cura di altre malattie rare, per l'inserimento di ragazzi svantaggiati e per l'acquisto di apparecchiature mediche. (ANSA).

Archivio Ultima ora