Americani tradiscono McDonald’s, tira l’hamburger di qualità

NEW YORK. – Gli americani sono di gusti sempre più difficili in fatto di cibo, e molte delle principali catene di fast food faticano a trovare la ricetta giusta per conquistare la fedeltà dei propri clienti. A farne di più le spese sembra essere McDonald’s. Una ricerca di Consumer Reports infatti rivela come il gigante degli hamburger, una volta senza rivali, sia finito dietro altre venti aziende nel gradimento dei consumatori americani. Consumatori sempre più alla ricerca della qualità del cibo, ma anche del servizio. Così catene più piccole, e spesso sconosciute all’estero, come Jack in the Box e Wendy’s sono diventate tra le più gettonate dagli amanti di hamburger, hot dog e patatine fritte. Del resto – si spiega nel rapporto – negli Stati Uniti si spende sempre di più per andare a cena fuori, complessivamente intorno ai 680 miliardi di dollari all’anno. Segno che gli americani non si accontentano più del classico fast food, ma cercano anche una maggiore varietà di quella che trovano nei ristoranti delle multinazionali dell’hamburger. Non solo McDonald’s, ma anche Burger King e KFC. “Ormai è sempre più la qualità, e non solo il prezzo basso, ad essere un fattore decisivo per molti americani”, ha spiegato Tod Marks, uno degli autori della ricerca di Consumer Reports. La cui classifica vede in testa i fast food delle catene The Habit Burger Grill, In-N-out Burger e Five Guys.