Tempesta di razzi da Gaza, Israele estenderà raid

Pubblicato il 07 luglio 2014 da redazione

TEL AVIV. – La tensione in Israele e’ oramai altissima: la zona sud del Paese e’ sotto una pioggia di razzi e la risposta da dare ad Hamas ha diviso il governo. In serata una vera e propria salva di decine e decine di ogive si è riversata sul Paese, e per la prima volta nella zona centrale, e poco dopo è arrivata anche la rivendicazione delle Brigate Azzedin al-Qassam, braccio armato di Hamas, che ha definito la pioggia di lanci una “risposta all’aggressione sionista”. Il Consiglio di difesa israeliano ha deciso un graduale incremento dei raid aerei su Gaza finche’ prosegue il lancio di razzi e il richiamo di 1.500 riservisti, pur escludendo al momento un’operazione terrestre nella Striscia. Prima delle ultime scelte, tuttavia, il ministro degli Esteri Avigdor Lieberman, leader del partito di destra nazionalista ‘Israel Beitenu’, ha annunciato la rottura del patto elettorale con il Likud del premier Benyiamin Netanyahu. Restera’ al governo, ma in una conferenza stampa Lieberman ha parlato di ”divergenze di opinioni profonde”. E sono in molti a giurare che l’attuale maggioranza potrebbe avere il tempo contato. Anche perché Lieberman non e’ il solo a non condividere la linea, ritenuta morbida, di Netanayhu nei confronti della Striscia. Lo stesso ha detto nei giorni scorsi Naftali Bennett, ministro dell’economia e leader di ‘Focolare ebraico’, vicino ai coloni. Da Gaza – su cui Israele ha intensificato i raid aerei anche con l’uso di droni e dove oggi si contano 9 miliziani di Hamas uccisi (di cui sette in un tunnel sotterraneo e su cui ci sono ricostruzioni diverse riguardo alle responsabilita’) – la fazione islamica ha detto che ”La Resistenza è pronta a tutto”. Se Israele vuole ripristinare le tregua (‘hudna’) ai bordi tra Gaza e Israele – ha riferito una fonte all’ANSA – deve liberare ”gli 800 palestinesi arrestati in Cisgiordania” a seguito del rapimento dei tre ragazzi ebrei. Secondo fonti israeliane, la loro cifra sarebbe invece di 400-500 e fra questi sono inclusi 50 membri di Hamas rilasciati due anni fa, nel contesto di uno scambio di prigionieri fra Israele e la fazione islamica. L’Egitto – che fino a pochi giorni fa avrebbe tentato una mediazione fra le parti – oggi, per bocca del ministero degli Esteri, ha condannato i raid di Israele su Gaza e ha chiesto un stop degli “attacchi vendicativi” e della “punizione collettiva”. Il problema segnalato da molti osservatori e rafforzato da fonti locali nella Striscia e’ chi effettivamente ha il comando a Gaza visto il vuoto politico dato dalle dimissioni di Ismail Haniyeh e il silenzio mantenuto dal ‘governo di riconciliazione nazionale’ di Rami Hamdallah che in teoria dovrebbe avere la giurisdizione su Gaza. Per questo osservatori locali ipotizzano che gli ordini di attacco al Sud di Israele siano stati impartiti da una istituzione ‘sfuggente’ di Hamas: il Majlis a-Shura, un’assemblea di indirizzamento politico-ideologico composta in parte da personalita’ pubbliche di Hamas e in parte da esponenti in clandestinita’. Non a caso l’esercito ha dato istruzioni ai residenti delle comunita’ vicino a Gaza di essere sempre a 15 secondi di tempo dai rifugi. Per gli abitanti delle aree che sono a 40 chilometri dalla Strscia, comprese le citta’ di Ashkelon e Beersheva, l’ordine e’ di annullare tutte le manifestazioni con tante persone. Inoltre saranno aperte solo le scuole che hanno aree protette. Secondo una fonte ufficiale, quella di queste giorni e’ la peggiore crisi vissuta recentemente da Israele, in cui si sommano lo scontro con Gaza e la vicenda del ragazzo palestinese arso vivo a Gerusalemme, per la quale oggi hanno ammesso le prime responsabilita’ tre dei sei ebrei sospettati dell’omicidio. Ma anche la caccia agli assassini dei tre ragazzi ebrei uccisi ad Hebron in Cisgiordania. E non ultima l’ondata di incidenti che si sono verificati oltre che a Gerusalemme anche in altre citta’ arabe di Israele. Oggi Netanyahu – e anche Peres – ha telefonato al padre del ragazzo palestinese per testimonargli “lo shock dei cittadini israeliani e suo”. ”Un assassinio – ha detto – spregevole e inaccettabile per ogni persona”.  (Massimo Lomonaco/ANSA)

Ultima ora

01:37Pallavolo: 3-0 a Civitanova,Zenit Kazan vince Mondiale club

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - I russi dello Zenit Kazan hanno vinto il Mondiale per club di pallavolo battendo in finale a Cracovia la Lube Civitanova per 3-0 (27-25, 25-22, 25-22). Sfuma quindi il sogno della squadra marchigiana di salire sul tetto del mondo.

01:34Pallavolo: Superlega, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Risultati della 12/a giornata della Superlega di pallavolo: Lube Civitanova - Wixo Piacenza 3-2 (giocata il 16/11) Sir Safety Perugia - Azimut Modena 0-3 Calzedonia Verona - Callipo Vibo V. 3-0 (ieri) Gi Group Monza - Bunge Ravenna 3-1 Kioene Padova - Taiwan Ex. Latina 3-0 Biosi' Indexa Sora - Diatec Trentino 1-3 (giocata il 13/12) Revivre Milano - BCC Castellana Grotte 3-0 - Classifica: Civitanova 31; Perugia e Modena 30; Verona 24; Padova e Ravenna 20; Piacenza e Trentino 19; Milano 18; Monza e Latina 12; Vibo Valentia 9; Castellana 5; Sora 3.

01:14Calcio: Inzaghi, la Lazio ha dimostrato che non molla mai

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Abbiamo dato una bella risposta su un campo difficile, sapevamo che avremmo sofferto. Siamo andati sotto di due gol e per molti sarebbero stati colpi decisivi, invece non ci siamo disuniti e siamo riusciti a pareggiare. Poi abbiamo commesso un errore sul rigore, ma siamo riusciti ancora a pareggiare: penso che non si sia annoiato nessuno". Così il tecnico della Lazio Simone Inzaghi al termine di Atalanta-Lazio. "Non sono due punti persi rispetto alle prime - dice ancora il tecnico -. L'Atalanta è la squadra che mi ha impressionato di più per ritmo e qualità dei giocatori. Infatti è arrivata quarta nella scorsa stagione e prima nel girone in Europa League. Segnare 3 gol qui non è facile, abbiamo dimostrato di non mollare mai e vogliamo restare attaccati al treno delle prime qualsiasi cosa succeda". Un commento sull'espulsione: "Non ho detto una parola - spiega -, ma Irrati mi ha mandato via. Mi dispiace perché non ho mai protestato per tutta la gara, forse Irrati era un po' prevenuto, al ritorno starò attento".

01:04Calcio: Messi rigore parato, ma Barcellona serve il poker

(ANSA) - BARCELLONA, 17 DIC - In attesa di giocare l'attesissimo 'Clasico' di sabato prossimo (ore 13) al Santiago Bernabeu, il Barcellona ne fa quattro al Deportivo La Coruna nel posticipo serale della Liga. Luis Suarez e Paulinho, con una doppietta a testa, sono i protagonisti del 4-0 finale, ma di questa partita rimane anche l'immagine di Lionel Messi che si è fatto parare un rigore da Ruben Martinez, portiere della squadra galiziana. Con i tre punti di questa sera il Barcellona è primo in classifica con 6 punti di vantaggio sull'Atletico Madrid, che ha scavalcato il Valencia (sconfitto dall'Eibar) e ora è secondo. Il Real Madrid, impegnato ieri nella finale del Mondiale per club contro il Gremio, ha undici punti di ritardo dagli arcirivali.

00:55Calcio: Gasperini, da questa sfida Atalanta esce più forte

(ANSA) - BERGAMO, 17 DIC - "Sono comunque soddisfatto, la Lazio ha delle risorse importanti. Non siamo riusciti a chiuderla in molti momenti, ma abbiamo fatto una partita importante e usciamo più forti da questa sfida. Abbiamo giocato nel modo in cui mi piace". L'allenatore dell'Atalanta Gian Piero Gasperini è soddisfatto del pareggio della sua squadra nonostante si sia fatta raggiungere per due volte dalla Lazio. "Abbiamo avuto delle difficoltà solo nel finale del primo tempo - dice ancora Gasperini -, poi il loro primo gol ha dato grande fiducia alla Lazio che ha dei giocatori molto abili e veloci. A fine gara c'era molta delusione nello spogliatoio perché se avessimo vinto avremmo fatto un bel salto in classifica. Ma questo campionato è molto equilibrato, abbiamo affrontato una squadra molto forte e abbiamo capito che possiamo fare bene, e mi sento più forte dopo questa gara. Preoccupato per l'astinenza da gol di Gomez e Petagna? No perché abbiamo fatto tre gol e abbiamo avuto moltissime occasioni. Peccato non aver chiuso la gara".

00:54Basket: serie A, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Risultati dell'11/a giornata del campionato di serie A di basket: Grissin Bon Reggio Emilia - Openjobmetis Varese 76-66 (ieri) Betaland Capo d'Orlando - Happy Casa Brindisi 67-66 (ieri) Banco di Sardegna Sassari - The Flexx Pistoia 88-81 (ieri) Segafredo Virtus Bologna - Fiat Torino 84-76 EA7 Emporio Armani Milano - Red October Cantù 93-77 Dolomiti Energia Trentino - Vanoli Cremona 90-79 VL Pesaro - Sidigas Avellino 78-83 Germani Brescia - Umana Reyer Venezia 90-71 - Classifica: Brescia 20; Avellino e Milano 16; Venezia, Torino e Sassari 14; Cantù, Capo d'Orlando, Trentino e Bologna 10; Reggio Emilia, Varese, Cremona e Pistoia 8; Pesaro 6; Brindisi 4.

00:36Calcio: Atalanta-Lazio 3-3

(ANSA) - BERGAMO, 17 dic - Posticipo spettacolare quello fra Atalanta e Lazio. Il match finisce 3-3, con i bergamaschi avanti di due gol già al 26' con Caldara e Ilicic (bellissima rete). Poi però i padroni di casa si fanno raggiungere dai biancocelesti, trascinati da Luis Alberto e Milinkovic Savic, quest'ultimo autore della doppietta per il 2-2 (berisha non sembra impeccabile). Nella ripresa Ilicic riporta avanti la Dea trasformando un rigore concesso per fallo di Bastos su Gomez. L'arbitro Irrati annulla con l'ausilio del Var un gol a Caldara, poi la Lazio pareggia ancora con una rete di Luis Alberto, oggi il suo uomo migliore.

Archivio Ultima ora