Padoan, riforme forti per Italia a bassa crescita-alto debito

BRUXELLES. – Partendo dal fatto che “l’Italia è un Paese a bassa crescita ad alto debito”, la strategia del governo “ha combinato una forte agenda di riforme con misure a breve termine, preservando la stabilità finanziaria che è importantissimo”: così il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan agli eurodeputati della commissione affari economici del Parlamento Ue, spiegando l’azione del governo in materia economica. Per Padoan bisogna capire che “le riforme hanno effetti positivi nel lungo termine ma negativi nel breve”.  “La Ue è stata in grado di creare un modo per affrontare la crisi, quei Paesi che hanno avuto aiuti ora stanno tornando sui mercati ed è una buona notizia, ma è possibile ora considerare come può essere migliorato l’apparato di risposta alla crisi”. Padoan si è detto “fiducioso che possa esserci una fase di riconsiderazione della struttura, partendo dalle lezioni della crisi”. Le riforme sono “determinanti” e bisogna “rafforzare gli incentivi a realizzarle”. Per Padoan “non si tratta di cambiare le regole”, ma è “necessario che le regole siano applicate e interpretate al meglio”.

Condividi: