Paura razzi: voli Usa e Europa disertano Tel Aviv

NEW YORK. – Dall’America all’Europa le principali compagnie aeree temono i razzi. E mentre pesa lo spettro della tragedia ucraina del volo della Malaysia, decidono di interrompere i voli per il Ben Gurion, lo scalo di Tel Aviv. Con modalità diverse ma tutte con la stessa motivazione, il timore che uno di quei razzi che piovono dalla Striscia possano colpire un loro volo. La decisione è partita dall’America con la Delta che per prima, ha fatto sapere di interrompere i collegamenti con la città israeliana. Le autorità americane, più tardi, hanno poi deciso di lasciate a terra tutti gli aerei e i passeggeri delle compagnie a Stelle e strisce diretti in Israele. Uno stop di almeno 24 ore scattato dopo il razzo caduto a meno di due chilometri dallo scalo di Tel Aviv. Molti gli aerei con destino Ben Gurion a terra anche in Europa: Air France ha sospeso tutti i collegamenti fino a nuovo ordine, Lufthansa ha scelto uno stop di almeno 36 ore mentre Alitalia ha fatto sapere di aver cancellato i voli in attesa di vedere l’evoluzione della situazione. Stop anche per la Brussel Airlines mentre British Airways comunica invece che le attività per ora procedono regolarmente: “La sicurezza è la nostra priorità, continuiamo a monitorare da vicino la situazione”. Le compagnie low cost Easyjet e Air Berlin operano nella normalità ma consentono ai passeggeri che hanno prenotato la tratta di cambiare data e destinazione nel caso volessero. Ad annunciare lo stop americano è stata la Federal Administration Aviation (Faa), in una decisione probabilmente presa per precauzione dopo l’incidente della Malaysia Airlines in Ucraina. Il fatto che l’aereo malese volasse in una zona pericolosa, di guerra, ha infatti suscitato molte critiche nei confronti delle autorità che non avevano imposto alcun divieto. La compagnia aerea israeliana El Al è l’unica al mondo dotata di un sistema in grado di rilevare missili. Il divieto della Faa arriva dopo che Delta aveva già deciso autonomamente di sospendere i voli per e da Tel Aviv. Us Airways aveva invece cancellato per sua scelta il volo giornaliero verso Tel Aviv. United Airlines ha sospeso tutte le operazioni per e da Tel Aviv “fino a ulteriori indicazioni”. “La Faa ha immediatamente notificato alla compagnie aeree quando ha saputo di un razzo e le ha informate che stava formalizzando” il divieto ufficiale: “Continueremo a monitorare e valutare la situazione”, afferma la Faa in una nota. Lo stop deciso fa seguito all’invito del Dipartimento di Stato agli americani a non recarsi nell’area e a far slittare qualsiasi viaggio non essenziale in Israele e Gaza.

Condividi: