Usa: “Disneyland dei disastri” per addestrare corpi speciali

WASHINGTON. – Si chiama ‘Disneyland Disaster’: e’ una vasta zona nel cuore della Georgia dove reparti scelti di marines e squadre speciali delle Forze Armate e dell’anti-terrorismo Usa si addestrano, anche in questi giorni di caldo feroce, a possibili devastanti attacchi terroristici. Attentati che prendono di mira grandi metropoli, lasciando migliaia di persone a terra, contaminate da agenti chimici o biologici, ferite o morte. Proprio come in un grande Luna Park di marca Disney, il centro – chiamato Guardian Center, contiene una vera e propria citta’ finta in miniatura, con tanto di grattaceli, piu’ di 60 palazzi di tutte le dimensioni, piazze, strade a quattro corsie. Il “parco giochi dei disastri” sorge dove una volta c’era una fabbrica di missili, su più di 830 acri di terreno. Gli addestramenti sono guidati dal colonnello Stephen Radifer, che comanda un battaglione di circa 200 uomini della ‘Chemical Biological Incident Response Team”: l’ultima simulazione riguardava un attacco terroristico con bomba nucleare di 10 kilotoni in una citta’ simile ad Indianapolis. Le vittime ipotizzate erano 17.000. A rendere straordinariamente utile e credibile questo tipo di preparazione – dicono gli esperti – e’ il fatto che attori veri e propri simulano i cittadini colpiti. Le squadre speciali – per dare un esempio – hanno raggiunto un livello di efficienza tale da riuscire a far decontaminare 250 potenziali vittime l’ora.