De Blasio, pizze a Napoli e bagno folla nel Beneventano

SANT’AGATA DEI GOTI (BENEVENTO). – “Non mi aspettavo una giornata così, e neanche una cerimonia così lunga”. Il sindaco di New York, Bill De Blasio commenta così, parlando con alcuni giornalisti americani, l’accoglienza ricevuta nel Paese da cui agli inizi del secolo scorso emigrò il nonno Giovanni. Circa 2 mila persone lo hanno atteso per quasi due ore nella piazza centrale di Sant’ Agata dei Goti. La giunta comunale gli ha conferito la cittadinanza onoraria. “Grazie per la forza che mi avete dato – ha detto il sindaco di New York in un italiano stentato ma comprensibile – Non dimentico che qui c’è gente che ha vegliato aspettando i risultati elettorali”. “Grazie per l’orgoglio e la gioia che ci hai regalato con la tua elezione”, gli ha risposto l’avvocato Roberta Mongillo, figlia di un cugino di secondo grado. Il Comune del Sannio si è stretto intorno a De Blasio con senso di appartenenza identitaria. Lui ha risposto rivendicando con orgoglio le proprie radici. Giunto in mattinata nella cittadina beneventana, De Blasio, con la moglie Chirlane ed i figli Dante e Chiara ha pranzato in casa del sindaco Carmine Valentino. Un menu leggero, perché in mattinata il sindaco di New York aveva mangiato due pizze sul lungomare di Napoli. Una, con forchetta e coltello, in barba alle polemiche che lo avevano accompagnato negli Usa (dove si dice che la pizza va mangiata con le mani), la seconda ‘a libretto’, cioè piegata in quattro. Poi visita al Duomo della cittadina, dove si è commosso a sentire il parroco che gli ha ricordato la storia della sua famiglia. Un antenato di De Blasio era stato canonico di Sant’Agata dei Goti. La chiesa si trova accanto alla casa dei cugini, i Mongillo, dove la famiglia De Blasio si è recata dopo la breve cerimonia in Comune per la cittadinanza onoraria. Il legame con Sant’Agata dei Goti del sindaco di New York sembra saldo. E’ la quarta volta che De Blasio torna nel paese di origine dei nonni ed ha promesso che tornerà ancora. Domani lo attende a Grassano, in provincia di Matera, un altro bagno di folla, ancora alla ricerca delle radici. Da Grassano proveniva la nonna, Maria, anche lei emigrata negli Usa. In serata cena con il sindaco di Napoli. “Sono tifoso degli azzurri – ha detto ai giornalisti prima di lasciare Sant’Agata dei Goti – ed ho avuto un’interessantissima conversazione con il presidente De Laurentiis”.  (dell’inviato Maurizio Dente/ANSA)