Venezuela-Colombia: 393 milioni di dollari in contrabbando

CARACAS -. Una cifra enorme, significativa. Illustra quanto sia difficile e complesso controllare la chilometrica frontiera che divide il Venezuela dalla Colombia e la malavita organizzata. Durante il “summit” bilaterale tra il presidente Maduro e il suo omologo colombiano, Juan Manuel Santos, il tema principale oggeto di dibattito è stato, come previsto, il contrabbando dal Venezuela alla Colombia.

– A febbraio abbiamo deciso un piano d’azione – ha detto il presidente Santos -. E’ stato già disegnato e, nel caso della Colombia, ha permesso di sequestrare beni per un valore complessivo di 738 milioni di pesos, l’equivalente a 393 milioni di dollari.

L’Hotel Hilton di Cartagena, per l’occasione blindato, è stato il luogo scelto per l’incontro tra i due capi di Stato. E’ stato, quello appena conclusosi, il quarto incontro tra Santos e Maduro, da quando i due presidenti si sono impegnati ad un maggior dialogo.

Il contrabbando nella frontiera, favorito da un controllo dei prezzi che incoraggia la malavita organizzata, colpisce soprattutto il Venezuela che, oggi, soffre di grossi problemi di approvviggionamento.

Condividi: