Dopo un mese di guerra, accordo tra israeliani e palestinesi

Pubblicato il 04 agosto 2014 da redazione

TEL AVIV. – Dopo 28 giorni di guerra arriva un accordo tra israeliani e palestinesi: una tregua di 72 ore da domani mattina, proposta dall’Egitto, per negoziare un’intesa più solida. Lo spiraglio si era aperto al Cairo con la notizia della possibilità di un cessate il fuoco di 72 ore avanzato dalle fazioni palestinesi, Hamas e Jihad islamica comprese, su mediazione egiziana. Uno spiraglio che si è concretizzato poi quando da Israele è rimbalzato anche l’ok del gabinetto del governo Netanyahu che, secondo quanto anticipato dal sito di Hareetz citando fonti ufficiali israeliane, ha annunciato anche il via libera, senza precondizioni, di Israele. La mossa – arrivata nella stessa giornata in cui a Gerusalemme si sono verificati due “atti terroristici” con morti e feriti – dovrebbe ora portare al passo successivo, quello dei negoziati, visto che tra le condizioni poste c’è la richiesta che lo stato ebraico torni al tavolo negoziale al Cairo: una strada abbandonata la scorsa settimana dal governo di Benyamin Netanyahu. Per ora comunque la guerra si ferma. Per almeno tre giorni, dopo la ripresa dei raid avvenuta alla fine della fragilissima tregua umanitaria di 7 ore che era stata dichiarata unilateralmente da Israele, con l’eccezione di alcune zone di Gaza. Poco dopo le 17 locali, il portavoce militare israeliano ha annunciato la ripresa degli attacchi sulle ”strutture terroristiche” di Hamas nella Striscia. Mentre in mattinata, fonti di stampa palestinesi hanno segnalato una violazione della tregua da parte israeliana con un attacco al campo profughi palestinese Shati, a nord di Gaza, nel quale è rimasta uccisa una bambina di 8 anni e decine di palestinesi sono rimasti feriti. A indicare il possibile cessate il fuoco di 72 ore è stata l’agenzia egiziana Mena, secondo la quale ”responsabili palestinesi hanno annunciato” che una “tregua umanitaria” entrerà in vigore alle 8 per durare 72 ore. Le fonti hanno precisato che la tregua sarebbe stata annunciata ufficialmente “questa sera a patto che i negoziati comincino durante tale periodo di calma”. Lo scopo del cessate il fuoco – hanno precisato le fonti – è infatti quello di giungere ad un tregua “permanente sotto il patronato dell’Egitto nel quadro dell’iniziativa egiziana” e delle “richieste presentate dalla delegazione palestinese all’Egitto per la cessazione delle ostilità”. Un quadro nel quale si deve però inserire Israele con una delegazione che tratti al Cairo. Un ministro del Gabinetto di sicurezza israeliano – citato in forma anonima da Ynet – ha detto che le notizie dal Cairo ”suonano bene”. ”Se il loro cessate il fuoco – ha aggiunto – è senza condizioni e senza impegni precedenti da parte di Israele, mostra che vogliono mettere fine al combattimento”. Ynet ha aggiunto anche che con il cessate il fuoco, ci potrebbe essere una riunione speciale del gabinetto per decidere di mandare una delegazione al Cairo. Nel frattempo in serata, un portavoce militare ha detto a Canale 2 che la distruzione dei tunnel sarebbe stata completata (31 quelli individuati), ma la missione a Gaza non sarebbe ancora finita. I razzi caduti su Israele, secondo il portavoce militare, sono 63, più altri 5 intercettati dall’Iron Dome. E la situazione a Gaza resta gravissima e la tregua ha portato solo un lieve sollievo: i morti hanno superato il numero di 1.800 con oltre 9 mila feriti e circa 285 mila sfollati solo nei rifugi dell’agenzia Onu, Unrwa, per i profughi. La titolare della Farnesina Federica Mogherini ha definito ”inaccettabile quello che sta succedendo in queste ore a Gaza”, mentre il viceministro degli esteri Lapo Pistelli arriverà da Brindisi con un volo umanitario che porterà aiuti della Cooperazione italiana alla popolazione della Striscia. La tensione è palpabile in tutta Israele: due attentati hanno riportato a Gerusalemme l’incubo terrorismo. Nel primo – un trattore contro un autobus – un civile israeliano e uno degli attentatori palestinesi sono rimasti uccisi; nel secondo, un soldato israeliano è stato ferito in modo grave da colpi di arma da fuoco mentre sostava su un marciapiede. E anche a Tel Aviv è scattato l’allarme per un presunto attentato nel porto della città. (Massimo Lomonaco/Ansa)

Ultima ora

09:52Riciclaggio e frodi, Dia sequestra beni per 20 mln euro

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Dalle prime ore di questa mattina, la Sezione operativa Dia di Bologna, coadiuvata dai Centri operativi di Bari, Firenze e Napoli, dalle Sezioni operative di Lecce e Salerno e dai Nuclei di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Ravenna e Foggia, sta dando esecuzione, nelle province di Ravenna, Foggia e Taranto, a 7 provvedimenti di cattura e contestuali decreti di sequestro per un patrimonio complessivo di 20 milioni di euro, emessi dal gip di Ravenna, nonché a numerosi decreti di perquisizione disposti dalla Procura di Ravenna. L'operazione, denominata 'Malavigna', ha permesso di ricostruire l'operato di un sodalizio criminale, specializzato nel riciclaggio di ingenti capitali di provenienza illecita e nelle frodi fiscali perpetrate mediante l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, capeggiato da un imprenditore ravennate e da pregiudicati contigui alla criminalità organizzata operante nella provincia di Foggia.

09:34Ex calciatore ucciso: fermati un uomo e una donna

(ANSA) - MILANO, 15 DIC - Due persone, un uomo e una donna, sono state sottoposte a fermo per l'omicidio e la soppressione del cadavere di Andrea La Rosa, 35enne milanese ex calciatore di serie C e neo direttore sportivo del Brugherio calcio (Monza), scomparso il 14 novembre scorso. I due sono stati interrogati a lungo dai carabinieri dopo che nel bagagliaio dell'auto di cui la donna era alla guida era stato rinvenuto, ieri, il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa. La vettura era stata notata dai militari lungo la Milano-Meda, all'altezza del Comune di Varedo. L'auto era ferma, la donna stava tentando di liberarsi del cadavere.(ANSA).

09:00Molestie: Usa, Dustin Hoffman accusato da altre due donne

(ANSA) - NEW YORK, 15 DIC - Dustin Hoffman sempre piu' nella bufera, con nuove accuse di molestie sessuali rivolte da diverse donne. Una di queste racconta di essere stata abusata quando aveva solo 16 anni in un hotel di New York. Cori Thomas, questo il nome della ragazza, era allora una compagna di classe della sorella dell'attore che invito' le due ragazze nella sua stanza d'albergo per una cena. Quando la sorella di Hoffman ando' via - racconta Thomas - l'attore si ando' a fare una doccia e ritorno' con indosso solo un asciugamano che all'improvviso si tolse facendosi vede nudo. Hoffman chiese poi alla ragazza di massaggiargli i piedi. Un'altra donna, Melissa Kester, racconta invece come l'attore prese la sua mano e la infilo' nei suoi pantaloni mentre erano nello studio di registrazione. Hoffman, 80 anni, vincitore del premio Oscar, e' stato gia' accusato di molestie nelle settimane scorse dall'attrice Anna Graham Hunter che all'epoca dei fati, nel 1985, aveva 17 anni.

08:55Casa Bianca, Trump ha parlato al telefono con Putin

(ANSA) - NEW YORK, 14 DIC - Il presidente americano Donald Trump ha parlato al telefono nelle ultime ore col presidente russo Vladimir Putin. Lo rende noto la Casa Bianca, che per il momento non informa sui contenuti del colloquio telefonico.

00:48Calcio: 4-1 al Cittadella, Lazio nei quarti di Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Lazio ha battuto il Cittadella 4-1 negli ottavi di Coppa Italia. Nei quarti i biancocelesti affronteranno la Fiorentina, il 26 dicembre alla stadio Olimpico. Incontro indirizzato a favore dei padroni di casa già nel primo tempo grazie alle reti di Immobile (11'), Felipe Anderson (24', con il brasiliano a segno dopo 221 giorni) e l'autorete di Camigliano (36'). Il Cittadella però non si è rassegnato ed al 41' ha accorciato le distanze con una gran punizione da 25 metri di Bartolomei. Nella ripresa, piuttosto povera di emozioni, ha chiuso i conti ancora Immobile, al 42', superando Paleari con un preciso pallonetto.

23:45Raiola, Mirabelli usa Donnarumma per attaccare me

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Mirabelli ha un problema personale contro di me e usa Donnarumma per attaccarmi. Gli fanno comodo queste polemiche perché tolgono l'attenzione dal vero problema del Milan: il suo progetto tecnico". Così Mino Raiola in una nota a Gazzetta.it, ricordando che il portiere aveva "offerte che nessuno avrebbe mai rifiutato. Ma Gigio e la sua famiglia hanno fatto una scelta col cuore. E l'ho rispettata. Oggi mi interessa solo che Gigio venga lasciato tranquillo, solo così potrà fare il suo meglio. Dovrebbe essere anche la priorità del ds del Milan".

22:51Donnarumma, mai detto di aver subito violenza morale

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - "Non ho mai detto né scritto di aver subito violenza morale quando ho firmato il contratto". E' quanto afferma Gianluigi Donnarumma su Instagram, all'indomani della contestazione subita dai tifosi del Milan a San Siro. "E' stata una brutta serata e non me l'aspettavo! Nonostante tutto guardo avanti e testa alla prossima partita... forza Milan!", ha scritto a corredo di una foto che lo ritrae in mezzo al campo mentre saluta il pubblico, con Rino Gattuso che gli batte una mano sul petto.

Archivio Ultima ora