Exigen a la AN a debatir posible aumento de la gasolina

Pubblicato il 04 agosto 2014 da redazione

CARACAS- Tomás Guanipa, diputado a la AN y dirigente del partido Primero Justicia, invitó este lunes a la Asamblea Nacional a abrir un debate sobre la propuesta del aumento del precio de la gasolina, presentada recientemente por el presidente de la República, Nicolás Maduro.
A juicio de Guanipa, existe una contradicción en el Gobierno: “Mientras Chávez y Ramírez decían que no habría aumento de la gasolina, Maduro lo plantea”.
En rueda de prensa, el parlamentario consideró que los ministros relacionados con el área económica deben ser interpelados para que le expliquen al país las verdaderas razones de la “crisis económica” y el porqué es necesario el referido aumento.
“Antes de aumentar la gasolina tienen que dejar de regalar dinero a otros países, son miles de millones de dólares que podrían ser invertidos en los venezolanos. Este gobierno tiene que dejar de dar préstamos y créditos a otros países de Centroamérica y de El Caribe para que sea utilizado en las necesidades del pueblo”, argumentó.
Guanipa dijo que de no lograr incorporar en agenda el debate en el seno del parlamento nacional, iniciarán la discusión en asambleas populares y acudirán a organismos no gubernamentales para solicitar una investigación sobre lo que ocurre en el país.
Para la dirigente de Un Nuevo Tiempo -UNT-, Liliana Hernández, antes de incrementar el precio del combustible, el gobierno debe explicar a los venezolanos a donde irán a parar los fondos recabados.
Hernández condenó la decisión de Maduro al considerar que se desconoce hacia donde irán los fondos que se obtengan del incremento del precio del combustible. “Se ha hecho dentro de un marco político y lo que realmente buscaba Nicolás era poder involucrar a su partido en este medida que se anuncia ahora con lo cual no solo es un anuncio, sino es una decisión tomada por parte del gobierno”.
“Todos sabemos que desde finales de 2012 en varias oportunidades Rafael Ramírez venía hablando de este famoso aumento de la gasolina, que se tenía que sincerar el precio de la gasolina en Venezuela”, agregó.
Hernández explicó que en muchos países ese debate puede desarrollarse pero tienen que darse las condiciones adecuadas. “Dentro de las condiciones nosotros tenemos muchas preguntas que hacernos. La primera es si éste aumento está derivado de la política económica y del fracaso del modelo económico del gobierno e implica que los venezolanos tenemos que pagar por el fracaso de un modelo económico”.

Niegan “paquetazo neoliberal”
Por su parte, el vicepresidente de la Comisión de Finanzas y Desarrollo Económico, Jesús Faría, negó que un posible aumento de la gasolina sea parte de un “paquetazo neoliberal”, como afirman algunos sectores.
Faría manifestó que hay la decisión de impulsar un debate nacional sobre el precio de la gasolina para la toma de una decisión “que luce impostergable”.

Ultima ora

17:23Calcio: Milan, annullata cena di Natale

(ANSA) - MILANO, 18 DIC - All'indomani della figuraccia di Verona è stata annullata la cena di Natale del Milan, prevista per questa sera fra la squadra e la dirigenza. Non sono ancora chiari i motivi di questo cambio di programma.

17:18F1: Marchionne, se Circus diventa formula Nascar andiamo via

(ANSA) - MARANELLO (MODENA), 18 DIC - "Se le macchine diventano tutte uguali, modello Nascar, se le piste sono tutte noiose come quella di Abu Dhabi, se prima di discutere argomenti più importanti come la libertà di disegnare una macchina, si pensa di togliere le donne dalla griglia di partenza come ha detto Ross Brawn alla Bbc, il bello è che la Ferrari ci mette un minuto ad andarsene". Lo ha ribadito il presidente e ad di Ferrari, Sergio Marchionne, nel pranzo per lo scambio degli auguri di Natale con la stampa specializzata.

17:15Coniugi uccisi a Viterbo: figlio resta in carcere

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Convalida del fermo e emissione di un ordine di carcerazione per Ermanno Fieno, figlio di Rosa Franceschini, 79 anni, e Gianfranco Fieno, 83, trovati morti a Viterbo la settimana scorsa rinchiusi in sacchi di plastica. Lo ha deciso il gip di Imperia in quanto l'uomo era stato fermato a Ventimiglia, mentre era in procinto di lasciare l'Italia. Oggi Fieno si è avvalso della facoltà di non rispondere anche al gip, dopo aver fatto lo stesso sabato scorso col pm di Viterbo. Il gip si è poi dichiarato incompetente a procedere nei confronti dell'uomo accusato almeno dell'omicidio della madre (il padre potrebbe essere morto per cause naturali, attesa per esiti autopsia), e trasferito gli atti nel capoluogo della Tuscia. Qui la procura, guidata da Paolo Auriemma, dovrà procedere con una nuova richiesta di arresto. Alla base dell'omicidio della madre ci sarebbe stata una lite legata al proposito dell'uomo, difeso dagli avvocati Valentini e De Santis, di continuare a usufruire della pensione del padre.

17:13Gb: base Raf in ‘lockdown’

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - La base della Raf di Mildenhall, nel Suffolk, che ospita anche gli aerei dell'aviazione militare Usa, è in 'lockdown' dopo che un uomo a bordo di un'auto avrebbe cercato di forzarne l'ingresso. Ne dà notizia Sky News, secondo cui sarebbe stato compiuto un arresto.

17:10Gb: ecco la foto Natale di William e Kate coi figli

(ANSA) - LONDRA, 18 DIC - I duchi di Cambridge scelgono il colore azzurro per la foto ufficiale di questo Natale. William e Kate coi figli George e Charlotte sono stati immortalati per le festività dal fotografo reale Chris Jackson e tutti hanno indossato abiti di tonalità simili. L'immagine, che appare sui biglietti di auguri della famiglia, viene diffusa nello stesso giorno in cui Kensington Palace annuncia che la piccola Charlotte, due anni, a partire da gennaio frequenterà l'asilo: si tratta della prestigiosa, e costosa, Willcocks Nursery School, che si trova vicino alla residenza londinese dei duchi.

17:00Da Tribunale Napoli ok status rifugiato a lesbica nigeriana

(ANSA) - NAPOLI, 18 DIC - Il Tribunale di Napoli ha concesso ad una ragazza lesbica di origini nigeriane lo status di rifugiato. La ragazza, rende noto Arcigay Napoli, era scappata dal proprio paese nel 2015 dopo che il padre aveva saputo della sua omosessualità: per evitare il linciaggio e la morte ha attraversato il Niger e la Libia per approdare infine in Italia dove nel 2016 ha inoltrato la domanda di protezione internazionale. La domanda è stata in un primo momento rigettata dalla Commissione territoriale di Crotone che ha considerato, si legge nella nota, "poco credibile il racconto della ragazza, acquisito attraverso una videoregistrazione". A seguito di un ricorso e alla convocazione personale della ragazza, il Tribunale di Napoli ha riconosciuto lo status. "Una decisione molto importante - afferma Mara Biancamano, referente legale dello sportello MigraAntino di Arcigay Napoli - Il giudice ha ritenuto che non esistono parametri oggettivi ai quali si possa ancorare il giudizio sull'orientamento sessuale".

16:49Renzi a Di Maio, uscita da euro è follia per economia

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Stavolta Di Maio ha fatto chiarezza, bisogna ammetterlo: lui voterebbe per l'uscita dall'Euro. Io dico invece che sarebbe una follia per l'economia italiana". Lo scrive su twitter il segretario del Pd Matteo Renzi, commentando le parole del candidato M5s Luigi Di Maio che voterebbe sì in caso di un referendum come "extrema ratio" per l'uscita dall'euro.

Archivio Ultima ora