Le tappe di Rosetta attraverso il Sistema Solare

ROMA. – E’ durato dieci anni, cinque mesi e 4 quattro giorni il viaggio della sonda Rosetta attraverso il Sistema Solare. La missione dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) è stata lanciata il 2 marzo 2004 e dal allora ha percorso 6.000 milioni di chilometri, rimbalzando due volte fra Terra e Marte per prendere la ‘rincorsa’ necessaria a raggiungere i confini del Sistema Solare. La prima ‘spinta’ Rosetta l’ha ricevuta dalla Terra il 4 marzo 2005 e due anni più tardi è stato Marte a spingerla di nuovo verso la Terra. Il secondo passaggio ravvicinato al nostro pianeta è avvenuto nel novembre dello stesso anno. Nel settembre 2008 la missione ha cominciato a fornire il primo risultato importante, dopo il passaggio ravvicinato all’asteroide Steins. Quindi nel 2009 è tornata ad avvicinarsi alla Terram ricevendo una nuova spinta, che nel 2010 le ha permesso di incontrare il suo secondo asteroide, Lutetia. Compiuta questa prima fase della missione, l’8 giugno 2011 la sonda è entrata in uno stato di ibernazione dal quale il computer di bordo l’ha risvegliata il 20 gennaio 2014. Nel maggio scorso la sonda ha cominciato a preparare la lunga manovra di avvicinamento che oggi l’ha portata a raggiungere la cometa obiettivo del suo viaggio, la 67P/Churyumov-Gerasimenko. Con una serie di progressive frenate è arrivata in vista della cometa e oggi ha raggiunto la distanza di circa 100 chilometri, alla quale resterà fino al 20 agosto. Dopodichè si avvicinerà progressivamente finchè in novembre sarà a circa quattro chilometri dalla cometa, sulla cui superficie rilascerà il lander Philae, che perforerà il nucleo. Rosetta non lascerà più la ‘sua’ cometa, tanto che la accompagnerà nel passaggio ravvicinato al Sole, in programma per il 13 agosto 2015. La fine della missione è prevista per il 31 dicembre 2015.

Condividi: