Ucraina: infuria la battaglia a Donetsk. Sostegno Nato a Kiev

Pubblicato il 07 agosto 2014 da redazione

MOSCA. – Infuria la battaglia a Donetsk. E la guerra in Ucraina orientale si macchia del sangue di altri civili. I proiettili dell’artiglieria di Kiev hanno cominciato ad abbattersi sul centro della città trasformata dai miliziani separatisti nella loro roccaforte e uno di loro ha colpito un ospedale uccidendo almeno una persona e ferendone altre due. Intanto, mentre le truppe ucraine provano a stringere in una morsa Donetsk e Lugansk, resta altissima la tensione al confine con la Russia, accusata da Kiev e dai suoi alleati occidentali di armare i separatisti. La Nato teme che con la scusa di una “missione di pace” Mosca possa inviare le proprie truppe sul territorio ucraino, e nei giorni scorsi ha denunciato un “pericoloso” aumento dei soldati russi alla frontiera, che sarebbero ora 20.000, 8.000 in più che a metà luglio. Il segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, a Kiev in visita ufficiale, non ha nascosto la sua preoccupazione per la situazione e ha esortato il Cremlino a “fare un passo indietro” e ad allontanare i propri militari dal confine evocando in caso contrario “sanzioni economiche ancora più profonde” di quelle varate a fine luglio da Ue e Usa, e a cui Mosca ha risposto con il congelamento per un anno delle importazioni di prodotti agricoli e alimentari dall’Occidente. Ma Rasmussen ha anche avvertito la Russia che l’Alleanza atlantica è pronta a rafforzare la propria assistenza all’Ucraina, che non è un Paese Nato ma potrebbe partecipare “a breve” a esercitazioni militari dell’Alleanza. E ha accusato Mosca di continuare a sostenere i separatisti con ancora maggiore intensità. Il conflitto ucraino è iniziato circa quattro mesi fa e, stando a dati Onu aggiornati a fine luglio, ha già fatto più di 1.100 morti. Le vittime tra i civili negli ultimi giorni sono almeno nove. Secondo le autorità comunali di Donetsk – teatro da alcuni giorni di aspri combattimenti soprattutto nella periferia sud-occidentale – i colpi di artiglieria abbattutisi nella notte sulla città hanno ucciso almeno tre persone. Mentre il consiglio comunale di Gorlivka, una cittadina anch’essa sulla linea di fuoco, denuncia che un proiettile d’artiglieria è esploso vicino a una fermata dell’autobus uccidendo altri cinque civili e ferendone dieci. L’ultimo bilancio delle perdite tra le fila dell’esercito ucraino risale invece a ieri: sette morti in 24 ore. E in seguito è arrivata la notizia di un caccia abbattuto dai miliziani, ma il pilota sarebbe riuscito a paracadutarsi in tempo. L’inasprirsi dei combattimenti ha costretto gli esperti internazionali a interrompere le ricerche nell’area in cui sono disseminati i frammenti del Boeing 777 abbattuto il 17 luglio uccidendo 298 persone. Il governo ucraino ha annunciato la fine del cessate il fuoco decretato la settimana scorsa nella zona (attorno alla cittadina di Torez) per permettere ai periti di indagare in condizioni di relativa sicurezza. E mentre la guerra dilania l’Ucraina orientale, piazza Maidan torna a infiammarsi. A Maidan Nezalezhnosti – la piazza Indipendenza di Kiev cuore della rivolta che tra novembre a febbraio ha portato alla caduta del regime del presidente filorusso Viktor Ianukovich – i manifestanti hanno dato fuoco a montagne di pneumatici per impedire agli operatori comunali di rimuovere le tende e le barricate. I dimostranti – che sono comunque molto meno numerosi di qualche mese fa – hanno anche lanciato pietre e molotov contro soldati e poliziotti e contro i circa 300 operatori giunti in piazza stamattina per smantellare l’accampamento, ancora in piedi nel centro della capitale nonostante a febbraio – proprio in seguito alla rivolta di Maidan – sia salito al potere un governo filo-occidentale. La polizia ucraina ha sequestrato agli insorti armi da fuoco, coltelli, bombe a mano e molotov. (Giuseppe Agliastro/Ansa)

Ultima ora

16:26Basket: Europei donne, Belgio-Italia 79-66,azzurre eliminate

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - Si interrompe nei quarti di finale il sogno della Nazionale Femminile di tornare tra le prime quattro d'Europa a 22 anni di distanza da Brno. Le azzurre sono state sconfitte alla O2 Arena di Praga dal Belgio (79-66) ma il loro Europeo non è finito: sabato si torna in campo per affrontare la perdente di Lettonia-Spagna, in palio c'è un posto per il Mondiale 2018. La miglior marcatrice delle azzurre è stata Cecilia Zandalasini (23 punti), che si è confermata come una delle giocatrici più interessanti dell'EuroBasket Women. In doppia cifra anche Giorgia Sottana con 17 punti, tutti realizzati nel secondo tempo. "Abbiamo commesso qualche errore difensivo in avvio e il Belgio ci ha punito - ha commentato il tecnico Andrea Capobianco - poi le ragazze sono state brave a rimontare punto su punto fino al -2. Sapevamo di affrontare una squadra che ha tante giocatrici di alto livello, nel finale il loro talento ci ha condannato''.

16:18F1:Azeirbaigian, Alonso, in Mercedes nel 2018?’Ora fantasia’

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - 'E' abbastanza fantasia ora, vediamo questa estate, quando verrà il momento cercherò di prendere la decisione migliore che mi permetta di vincere''. Ai microfoni di Sky il pilota della McLaren, Fernando Alonso, risponde così ad una domanda sulla possibilità di vederlo nel suo prossimo futuro, nel 2018, alla Mercedes.

16:02Isis: Mosca, non abbiamo ancora prove su morte al-Baghdadi

(ANSA) - MOSCA, 22 GIU - La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha detto oggi "di non essere in possesso di prove" sulla morte del capo dell'Isis al-Baghdadi. Mentre il vice ministro degli Esteri Oleg Syromolotov, in un'intervista rilasciata oggi a Ria Novosti, ha ribadito, facendo riferimento a quanto già dichiarato dal ministero della Difesa, che è "altamente probabile" che al-Baghdadi sia stato ucciso nel corso del raid russo di fine maggio a sud di Raqqa. Quell'informazione, ha sottolineato, è ora "in corso di verifica attraverso vari canali".(ANSA).

15:57Gb: Harry, nessuno nella famiglia reale vuole la corona

(ANSA) - LONDRA, 22 GIU - In realtà nessuno vuole portare il peso della corona britannica fra i Windsor. A dirlo è stato il principe Harry in una intervista al magazine americano Newsweek in cui ha sottolineato che non regnano per un loro desiderio ma per il dovere di servire i sudditi. Per Harry inoltre il suo ruolo e quello degli altri giovani reali è quello di contribuire a modernizzare la monarchia. "Se mai fossi re - ha aggiunto - farei da solo shopping". Ha inoltre ricordato il 'trauma' subito la volta in cui ha dovuto seguire il feretro ai funerali della madre Diana nel 1997, quando aveva solo 12 anni. "A nessun bambino dovrebbe essere chiesta una cosa del genere in nessuna circostanza".

15:56Francia: blogger muore per esplosione bomboletta spray

(ANSA) - PARIGI, 22 GIU - La blogger francese Rebecca Burger, 33 anni, è morta per arresto cardiaco in seguito all'esplosione di una bomboletta spray per montare la panna. Trasportata d'urgenza all'ospedale di Mulhouse, Burger non è sopravvissuta alle ferite al torace riportate in seguito allo scoppio. A darne l'annuncio i familiari con un post su Facebook: "E' con grande tristezza che annunciamo la morte di Rebecca, domenica 18 giugno, a causa di un incidente domestico". Esperta di fitness con più di 150mila follower su Instagram e 50mila su Facebook, la blogger viveva in Alsazia e gestiva un canale Youtube insieme a un sito internet su cui scriveva di sport e lifestyle. (ANSA)

15:55Amanda Knox ‘cappuccetto rosso’ su Instagram

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - Amanda Knox ha aperto al pubblico il proprio profilo Instagram, rivelando le foto del suo fidanzato, di viaggi, e uno scatto nella Foresta Nera in Germania dove la statunitense appare vestita da cappuccetto rosso. La Knox è stata accusata del delitto di Meredith Kercher, uccisa la sera del primo novembre del 2007 a Perugia. Arrestata all'alba del 6 novembre successivo con Raffaele Sollecito, venne scarcerata il 4 ottobre del 2011 dopo l'assoluzione in appello. Sentenza poi annullata dalla Cassazione che dispose un nuovo processo di secondo grado celebrato a Firenze e terminato con la condanna dei due. Fu quindi una nuova pronuncia della Cassazione ad assolvere in maniera definitiva Sollecito e la Knox.

15:42Rapporto Reuters, il successo del sito ANSA per affidabilità

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - "Raro esempio di agenzia di stampa che abbia raggiunto un significativo numero di utenti unici online", l'ANSA resta tra i top brands italiani preferiti dagli utenti che cercano notizie sul web e viene scelta in primo luogo per l'accuratezza e l'affidabilità delle notizie (46%), poi per la capacità di trattare temi complessi in modo semplice (23%), per la forza dei punti di vista (21%), per le notizie di alleggerimento (11%). E' quanto emerge dall'indagine annuale dell'Istituto Reuters per lo studio del giornalismo. Nella classifica dei top brands, l'ANSA è il quarto sito italiano utilizzato settimanalmente come fonte di notizie su Internet. Il sito dell'agenzia viene usato ogni settimana dal 21% degli intervistati. Davanti all'ANSA ci sono Repubblica.it, utilizzato dal 28%, TgCom24 (27%) e Sky Tg24 (26%). Quinto il sito del Corriere della Sera con il 20%.

Archivio Ultima ora