Atletica, da domani gli Europei: ct Magnani lancia l’Italia

ZURIGO. – Cominciano gli Europei di atletica, domani a Zurigo, ed è subito gara per ben 25 azzurri. Le prime in assoluto a mettere piede a Letzigrund saranno le astiste ovvero due delle più giovani atlete della spedizione italiana: il bronzo europeo junior Sonia Malavisi e la primatista nazionale indoor Roberta Bruni. La misura che vale la qualificazione diretta per la finale del 14 agosto è 4,50. Alle 10.35 scatterà, invece, la prima batteria dei 1500 metri con Margherita Magnani che dovrà vedersela con avversarie come l’iridata svedese Abeba Aregawi e la croata, oro europeo under 23, Amela Terzic. Dieci minuti dopo sarà la volta della 19enne ‘figlia d’arte’ Federica Del Buono. Sulla strada della vicentina ci saranno l’altra favorita, l’olandese Sifan Hassan, la turca argento olimpico Gamze Bulut e la britannica Laura Weightman. Per correre in finale il 15 agosto serve arrivare tra le prime quattro di ciascuna batteria, oppure fare affidamento su uno dei quattro ‘recuperi’. Via via gareggeranno tutti gli altri impegnati nella prima giornata. Ma con quali possibilità l’Italia dell’atletica si presenta al via di Zurigo 2014? “Arriviamo in crescendo di condizione – risponde il ct azzurro Massimo Magnani -. Ancora a giugno alcuni settori non erano in linea con le aspettative, ma direi che a partire da Rovereto la fotografia è diventata più nitida e i sono arrivati segnali positivi. Abbiamo lavorato per mettere tutti nelle migliori condizioni possibile per allenarsi e crescere, e gli atleti stanno raggiungendo lo stato di forma migliore. È importante che abbiano la consapevolezza di cosa vengono a fare a Zurigo, il primo step di un percorso verso l’Olimpiade di Rio 2016 passando per i Mondiali di Pechino 2015. E’ stata fatta una semina ‘larga’, da cui emergerà un gruppo più ristretto capace di arrivare competitivo a Rio”. Quali novità nel team italiano? “Daniele Meucci correrà anche i 10.000 metri, in programma domani, prima della maratona di domenica – annuncia Magnani -. La decisione è stata presa dopo le ultime verifiche tecniche che hanno evidenziato condizioni molto buone. Da anni non si vedeva un corridore esprimersi su entrambe le distanze in un’unica manifestazione, e Daniele ambisce a lasciare il segno in questo campionato. E poi Fabio Cerutti e Irene Siragusa, che oltre alla staffetta prenderanno parte anche alla gara individuale dei 100 metri”. Quali sono le punte della squadra? “In squadra ci sono alcuni atleti di grande esperienza come Fabrizio Donato, Valeria Straneo, Anna Incerti e Nicola Vizzoni – spiega il ct -, che ambiscono a confermare il loro valore a livello internazionale e portare a casa un risultato di prestigio, come già hanno saputo fare in altre occasioni. Libania Grenot? E’ molto diversa rispetto al passato, direi più consapevole delle sue potenzialità. In lei sono cambiate diverse cose a partire dalla scelta di vivere e allenarsi negli Stati Uniti. Oggi è una donna consapevole del suo ruolo, oltre che trascinatrice delle compagne di squadra, e vuole prendersi delle soddisfazioni”.

Condividi: