CR7 illumina il Real, la Supercoppa europea è sua

CARDIFF. – Il Real Madrid riparte dal suo uomo simbolo. La doppietta di un Cristiano Ronaldo già quasi in forma campionato decide la Supercoppa Europea, che oppone i vincitori della Champions al Siviglia, detentore dell’Europa League. Nel Real bene anche Gareth Bale, applauditissimo dai propri connazionali. Kroos, Modric e James Rodriguez a supporto del trio delle meraviglie Bale-Benzema-Cristiano Ronaldo (tralasciando Angel Di Maria, ma solo perché resta in panchina). Alzi la mano l’allenatore (non solo della serie A italiana) che non prova un moto d’invidia per Ancelotti. Il suo Real Madrid dalla cintola in su è una fuoriserie costruita senza badare a spese. Ma con il motore ancora un po’ imballato. Nel primo tempo soprattutto James Rodriguez fatica a trovare la posizione. Anche perché il Siviglia di Unai Emery è formazione tatticamente evoluta, nonostante l’addio di Ivan Rakitic (ceduto al Barcellona) e l’assenza del difensore Alberto Moreno, in procinto di passare al Liverpool. Già invece a proprio agio a centrocampo Tony Kroos, neocampione del mondo arrivato dal Bayern. Il Siviglia tiene bene testa ai Galattici, almeno fino al 30′: sul cross da sinistra di Bale, CR7 si fa trovare pronto e con un tocco al volo batte il connazionale Beto. Appena quattro minuti e potrebbe arrivare il pari, grazie ad un errore nella propria area di Jaimes Rodriguez. Ma Casillas è pronto a deviare in angolo il tiro di Carriço. La partita dei biancorossi si complica però irrimediabilmente al 4′ della ripresa. Ancora Cristiano Ronaldo, servito da Benzema, firma il raddoppio con un diagonale che piega le mani a Beto. Il Siviglia soffre le accelerazioni di Bale, mentre davanti Bacca è troppo solo per incidere. Il gioco resta in mano al Real, anche mentre il ritmo va scemando, com’è giusto per una partita agostana. Al 27′ fuori Jaime Rodriguez per Isco. Con il passare dei minuti le squadre si allungano, la fatica è palese. La sfuriata finale del Siviglia produce solo tanti angoli. Finché i muscoli hanno retto, il Real Madrid ha fatto vedere sprazzi del suo enorme mix di talento e solidità tattica.