Italiani poveri o in vacanza? E’ scontro Renzi-Grillo

ROMA. – “Italiani, andate in vacanza belli allegri”. La professione di ottimismo di Matteo Renzi che invita i suoi connazionali a prendersi un periodo di riposo fosse anche per far ‘girare’ l’economia del Paese, continua a far discutere. E dopo giorni di commenti, tra il serio e il faceto, diventa oggi il bersaglio perfetto per Beppe Grillo che prende i dati Istat sulla povertà in Italia e li pubblica sul suo blog. Ci sono dieci milioni di poveri, il 16,6% della popolazione, che vivono sotto la soglia di sussistenza e che, dunque, di vacanze imminenti non ne hanno proprio in cantiere. I blog del leader M5s lancia l’hashtag #mortidifameallegri, con l’obiettivo di farlo diventare ‘virale’ e irridere così il premier. Matteo Renzi, da parte sua, continua a professare ottimismo e non crede a chi gli fa notare che ci sono dati che parlano di 30 milioni di italiani che questa estate non andranno in vacanza. “Sicuri? C’è un tripudio di dati, siamo allagati di dati dati dati, ma trenta milioni che non vanno in vacanza non credo…” dice il premier intervistato da Millennium. “Siamo circondati da un elenco di dati pazzesco. Certo ci sono molte persone che non hanno le risorse economiche per andare avanti, questo è vero”, aggiunge Renzi sottolineando però che ai redditi medio bassi gli 80 euro in busta paga hanno fatto comodo.

Condividi: